Society

Society
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT LL
  • Media voti utenti
    • (2 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Society

Mini serie in quattro episodi girata a Johannesburg (Sud Africa), distribuita anche come film. Il titolo deriva dall’uso, ai tempi della apartheid, di creare delle piccole aggregazioni di mutuo soccorso da parte della popolazione nera.
Dopo il suicidio della giovane Dineo, Akua, Lois, Innocentia e Beth, che si erano perse di vista negli ultimi anni, si ritrovano per il funerale e per assistere la disperata madre di Dineo. Scoprono anche di essere state, involontariamente, una delle cause del suicidio di Dineo. Akua riempie il vuoto della sua vita con amanti passeggeri e vorrebbe adottare un bimbo. Ora che ha ritrovato le sue vecchie amicizie pensa che le cose potrebbero cambiare, magari con delle relazioni più significative. Essendo stata la prima ad essere avvisata della morte di Dineo, si sente anche responsabile del gruppo. Le cose vanno bene fino a quando scopre che Inno si vede con il suo ragazzo. Tutto sembra essere rimesso in discussione, compreso l’idea di proseguire con il gruppo delle ritrovate amiche.
Lois invece si era felicemente sposata dopo aver conseguito la specializzazione in chirurgia, tuttavia ora è segretamente turbata dalla sua gravidanza. Di fronte alle ragazze fa la dura ma presto deve riconoscere il suo problema, ricordando anche un aborto ai tempi delle superiori. Il marito rimane scioccato da questa rivelazione. Innocentia è una piccola celebrità, una mangiauomini che conduce una vita agiata, così almeno pensano tutti di lei. Ora si trova coinvolta pericolosamente con uno stallone che è anche l’uomo di Akua. Difficile far credere alle amiche che lei non lo sapeva. Sentendosi vulnerabile dopo un denigrante articolo apparso su un giornale decide di invitare le amiche a casa sua e di spiegare come sta andando realmente la sua vita. La riunione diventerà incandescente quando sulla porta compare l’uomo in questione, molto bravo nel maneggiare armi.
Beth è un’insegnante in una scuola privata femminile. Porta avanti un’appassionata relazione e può permettersi una bella casa e una lussuosa automobile. Quello che però nessuno sa è che è lesbica. Questo fatto le impedisce di godersi fino in fondo la sua bella vita. Sotto le continue pressioni della sua compagna stava per decidersi a fare un coming out con le sue nuove amiche e col mondo intero. Ora che sono riapparse le vecchie amicizie, le sembra più difficile rivelare loro che sta conducendo una vita da lesbica. L’occasione potrebbe essere il prossimo gay pride…

Condividi

Commenta


Varie

Trasmesso dalla rete SABC1 dal 18 gennaio 2007

Variegato da humor e pathos, Society è un divertente e complesso dramma su quattro donne di colore che vivono, amano e lavorano nella Johannesburg dei giorni nostri: Akua, una donna in carriera che si occupa di giochi da maschio; Inno, una ragazza mite e melodrammatica che desidera ardentemente essere famosa; Lois, una dottoressa incinta con problemi di alcolismo; e Beth, un’insegnante che vive in segreto con la sua sensuale compagna butch. Amiche ai tempi della scuola, si riuniscono forzatamente per la morte di un amica. Nonostante ognuna descrivi faziosamente la propria vita come se fosse meravigliosa, verità tenute nascoste vengono a galla e costringono così le donne a mettere le loro vite in dissussione. Una film rosa alla SATC, leggero e metropolitano, Society è un tributo all’indomabile potere dell’amicizia e all’importanza di essere veri e sinceri con se stessi e con gli altri. Scritto e prodotto dal duo al femminile Lodi Matstela e Makgano Mambola, è una versione rivisitata dell’omonima mini serie che ha appassionato i telespettatori con la prima relazione lesbica che la televisione sudafricana abbia mai mandato in onda. (LLGFF, tr. G. Borghesi)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.