R.I.S. 5 - Delitti Imperfetti

R.I.S. 5 - Delitti Imperfetti
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT L
  • Media voti utenti
    • (4 voti)
  • Critica
Varie

Cast

R.I.S. 5 - Delitti Imperfetti

Il titolo dice già tutto: una serie televisiva che, seguendo le tracce di CSI, vede i Ris (Reparto Investigazioni Scientifiche) alle prese con casi più o meno intricati. Di solito un paio di delitti imperfetti da risolvere a puntata e un caso che fa da sfondo e da filo conduttore per l’intera serie. Per girare la serie, il regista si è avvalso della collaborazione dei veri Ris di Parma e si è liberamente ispirato a fatti di cronaca realmente accaduti, sebbene ogni riferimento sia puramente casuale. Il risultato però non è così avvolgente e ipnotico come si aspetterebbero gli appassionati del genere: è piuttosto soft e comunque, talvolta, i dialoghi sembrano didascalie per uno spettatore presunto ignorante o privo di immaginazione. Per quanto riguarda la trama dunque niente di nuovo all’orizzonte. La novità si chiama Flavia Ayroldi (Jun Ichikawa), un’entomologa che fa la sua comparsa nei Ris quest’anno. Il suo personaggio appare particolare fin da subito: sembra quasi che gli insetti non siano solo una passione per lei, ma uno stile di vita. Molto introversa e riservata, la prima impressione è che le sue inequivocabili origini giapponesi siano il suo alibi. Nel corso della serie si intende però che la sua timidezza, quasi timore, è più profonda. Un caso su cui lavora insieme a Vincenzo de Biase (Ugo Dighero) fa infine emergere la verità, che piomba inattesa sullo spettatore: l’indagata è la sua ex compagna. Flavia tiene molto all’apparenza e ritenendo la sua sessualità un ostacolo per la propria carriera e forse per la propria vita, resta “closeted”, nella paura che qualche suo collega possa capirlo. Per completare il quadro ci vuole un’altra new entry della serie, la psicologa Veronica Gambetta (Magdalena Grochowska): gli sguardi che Flavia le riserva sono inequivocabili, e non solo per il telespettatore. Veronica, nonostante abbia una relazione con un collega, sembra stare al gioco, apparendo ambigua fino alla fine. Questo rincorrersi in un fazzoletto di carta riesce a tenere in piedi l’incerta trama secondaria, che ha a che fare con la psicologia e la vita privata del personaggio. Vissuta come un peso per tutta la serie, da parte dell’entomologa stessa, l’omosessualità acquisisce pian piano dignità di essere attraverso qualche fugace intervento degli altri personaggi. Dunque si intravede una piccola luce forse, in questa Italia intrisa di perbenismo e moralismo fatiscente, che si specchia nei propri crimini. (Gaia Borghesi)

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Commenta


Varie

R.I.S. 5 – Delitti Imperfetti è una serie televisiva italiana del 2009 ideata da Pietro Valsecchi e prodotta da Taodue per R.T.I.. La serie fa seguito a R.I.S. – Delitti Imperfetti, R.I.S. 2 – Delitti Imperfetti, R.I.S. 3 – Delitti Imperfetti e R.I.S. 4 – Delitti Imperfetti. –

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.