Quarry

Quarry
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (2 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Quarry

“Quarry – Pagato per uccidere” nuova serie prodotta da Cinemax (la casa che ha esordito nelle serie con l’interessante “The Nick” diretto da Steven Soderbergh, ora sospeso) ricavata da un ciclo di romanzi degli anni settanta di Max Allan Collins, ideata e scenegguiata da Graham Gordy e Michael D. Fuller sotto la regia di Greg Yaitanes ( Dr. House, Lost, Damages). L’opera, composta per ora solo da otto episodi (più lunghi della consuetudine), si presenta con ambizioni qualitative, come dimostra anche l’unica regia. Ma più che nella ricostruzione di un’epoca, l’azione si svolge nel 1972, e nella trama thriller, comunque efficace, la serie vuole concentrarsi sulle dinamiche interiori del protagonista, un reduce dalla guerra in Vietnam, che potremmo facilmente identificare anche con uno dei tanti reduci contemporanei dalle guerre in Afghanistan o Iraq. Ma anche i personaggi secondari sono assai bene tratteggiati, come Buddy, interpretato da un bravissimo Damon Herriman, una figura capace da sola di riempire lo schermo (vedi la scena di quando balla da solo nella stanza dell’hotel cantando in spagnolo). Buddy è un fidato collaboratore del capobanda chiamato Broker (il rinomato attore Peter Mullan), gay dichiarato, efferato quanto basta (soprattutto quando capisce di essere stato troppo ingenuo a fidarsi di qualcuno), che nel corso della stagione avrà qualche ripensamento sul suo ruolo banditesco. Indimenticabile la scena di Buddy con la madre interpretata dall’icona Ann Dowd. La storia inizia col marine Mac Conway (Logan Marshall-Green) che ritorna a casa dopo il suo secondo servizio in Vietnam. A casa l’attende una bellissima moglie, che sicuramente non è stata felice della sua seconda partenza. Ma ad attenderlo c’è anche una società ostile alla guerra che lo identifica come criminale di guerra per le stragi di innocenti che avrebbe condotto in Vietnam. Mac Conway, rinominato Quarry dal capo banda quando l’incontra all’interno di una cava, è però una persona normale, sensibile, che non capisce perché il mondo gli stia crollando addosso quando lui ha fatto solo quello che gli veniva ordinato. Non trova lavoro, non ritrova i suoi amici, viene rifiutato dal padre, ha una casa con piscina che non sa come mantenere, non riesce a liberarsi dagli incubi della guerra, non sa cosa fare. Il soggetto è quindi perfetto per venire scelto da Broker come manovalanza per le sue azioni criminali (quando arriva in aeroporto vediamo Buddy che lo avvicina). Pagato per uccidere in Vietnam ora potrebbe essere pagato per diventare killer di professione. Il boss Broker si presenta infatti dentro casa sua per offrirgli una grossa somma di denaro in cambio dei suoi servizi. Ma Quarry è spaventato, capisce che sarebbe una scelta prima o poi mortale e si rifiuta. Si rifiuta anche perché nel suo animo non si sente un delinquente e tantomeno un assassino, sebbene sia stato quello che ha fatto e imparato meglio in Vietnam. La sua conversione da uomo buono e normale a delinquente ci ricorda un po’ quella di Walter White in Breaking Bad, ma mentre là è stato un lungo e difficile percorso, qui tutto avverrà nel giro di mezzo episodio, alla fine del quale siamo davanti ad un Quarry che ha già fatto diversi omicidi (tremendo quello del meccanico). Il nostro Buddy, l’uomo che ha avuto l’incarico di pedinarlo, diventa il suo primo collega e compagno d’imprese. Tra un’azione e l’altra la serie non smette di indagare le psicologie e le reazioni intime dei personaggi, fermandosi sui volti, sugli sguardi, sulle piccole ma significative cose dell’ambiente, su dialoghi intensi che ci restituisco una cupa atmosfera . Il tutto accompagnato da ottime performance musicali del soul di Memphis in voga in quegli anni (il disco di Otis Redding perso poi ritrovato diventa quasi protagonista). Solo un piccolo rilievo personale che concerne la scelta del protagonista principale, a nostro giudizio poco adatto ad un ruolo così duro e spregiudicato, sebbene l’attore dia il massimo di se stesso. Una serie interessante, che avrebbe potuto toccare i livelli qualitativi di “True Detective” con pochi accorgimenti strutturali. Disponibile in Italia dal 19 /12/2016 su Sky Atlantic e Sky On Demand.

Ruoli LGBT

Buddy - Damon Herriman

ruolo: Buddy
inteprete: Damon Herriman

Personaggio malavitoso, gay dichiarato, tratteggiato molto bene e con rilievo in questa serie ambientata nei primi settanta (ottima l’interpretazione di Damon Herriman)

synopsis

Quarry, a disillusioned Vietnam War vet, returns home to Memphis in 1972 only to find rejection and scrutiny at every step. A mysterious man known only as The Broker gives him an offer he can’t refuse – to work for him as a hitman.

Condividi

2 commenti

Commenta


trailer: Quarry

Varie

Interpreti e ruoli (da Sky.tv)

Logan Marshall-Green è Mac Conway
Mac è il protagonista della serie. Viene oprannominato Quarry dal Broker, ed è un marine che dopo aver servito in Vietnam finalmente torna a casa a Memphis nel 1972, ma che viene accolto in modo molto duro non solo dall’opinione pubblica, ma anche dalla sua famiglia. Per aiutare il suo amico Arthur si ritrova invischiato con il misterioso Broker, per cui finirà a fare da killer a pagamento.

Dove l’abbiamo già visto? Al cinema nelle pellicole Snowden, Madame Bovary, Prometheus, As I Lay Dying e Across The Universe, in tv nelle serie The O.C., 24, Traveler e Dark Blue.

Jodi Balfour è Joni Conway
Joni è la moglie di Mac, lavora come giornalista per un giornale locale, ed è molto contenta del ritorno del marito. Allo stesso tempo, però, prova rancore nei suoi confronti: lui l’ha abbandonata, ha preferito tornare al fronte, lasciandola a casa a preoccuparsi per un anno intero, dunque è naturale che tra i due ci sia tensione. Riusciranno a chiarirsi e a ritrovare la complicità perduta?

Dove l’abbiamo già vista? In tv nelle serie Bomb Girls, Primeval: New World e The Best Laid Plans, al cinema nelle pellicole Final Destination 5 e Eadweard.

Peter Mullan è il misterioso Broker
Il Broker è un misterioso intermediario che gestisce una fitta rete di killer a pagamento. Un business, quello degli omicidi su commissione, che a quanto pare frutta parecchio. E’ deciso ad avere Mac nella sua squadra, e in un modo o nell’altro alla fine ci riesce. Ma è ovvio che la sua ossessione per Conway ha radici più profonde: cosa nasconde il Broker?

Dove l’abbiamo già visto? Al cinema nelle pellicole Braveheart, Trainspotting, Session 9, Magdalene, I figli degli uomini, L’ultima legione e Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 1, in tv nelle serie Mum, Olive Kitteridge, Top of the Lake – Il mistero del lago, The Fear e The Fixer.

Damon Herriman è Buddy
Buddy è uno dei sicari del Broker. E’ uno dei “dipendenti” più affidabili e di lunga data del personaggio di Mullan, ed è senza dubbio uno dei personaggi più interessanti della serie. Gay dichiarato, Buddy inizia a vivere in modo conflittuale la sua condizione di assassino a pagamento. Cosa deciderà di fare?

Dove l’abbiamo già visto? In tv nelle serie Incorporated, No Activity, Secret City, Flesh and Bone, Battle Creek e Justified, al cinema nelle pellicole J. Edgar e The Lone Ranger.

Edoardo Ballerini è Karl
Karl è lo scagnozzo personale del Broker. Un uomo di poche parole, che preferisce agire. Anzi, sparare. E’ il braccio destro del personaggio di Peter Mullan, Mac non gli sta molto simpatico, ma il lavoro è lavoro.

Dove l’abbiamo già visto? In tv nelle serie Elementary, Ripper Street, Boardwalk Empire, Terminator: The Sarah Connor Chronicles, I Soprano e 24, al cinema nelle pellicole Romeo deve morire, Ho sparato a Andy Warhol e Hellbenders.

Jamie Hector è Arthur
Arthur è il migliore amico di Mac. I due hanno servito insieme in Vietnam, ma quando tornano a Memphis vengono accolti con odio dalla gente. Nel pilot della serie, Arthur, a differenza di Mac, trova un lavoro, che in realtà è sfruttamento legalizzato, e così si lascia tentare dalla proposta del Broker. Rimane però ucciso durante la sua prima e unica missione, lasciandosi dietro una vedova e due orfani.

Dove l’abbiamo già visto? In tv nelle serie The Wire, Heroes, Person of Interest, Power, The Strain e Bosch, al cinema nelle pellicole He Got Game, Blood Ties – La legge del sangue e Max Payne.

Nikki Amuka-Bird è Ruth
Ruth è la moglie (poi vedova) di Arthur. Ignara dei soldi che suo marito ha ricevuto dal Broker (Arthur li ha nascosti da qualche parte), cerca di non far mancare nulla ai figli, ma non è facile far quadrare i conti. Lavora come cameriera in un diner, ed è molto amica di Mac e Joni, che per lei fanno parte della famiglia.

Dove l’abbiamo già vista? In tv nelle serie Luther, Survivors, Five Days e Bad Girls, al cinema nelle pellicole Omen – Il presagio, Jupiter – Il destino dell’universo e La verità negata.

Joshua J. Williams è Marcus
Marcus è il figlio maggiore di Arthur. Sensibile e protettivo nei confronti della madre, Marcus non riesce a darsi pace riguardo la morte del padre.

Dove l’abbiamo già visto? Da nessuna parte! Quarry – Pagato per uccidere è il suo debutto.

Mustafa Shakir è Omar
Omar è uno degli uomini del Broker. E’ a lui che spetta il compito di recuperare i soldi nascosti da qualche parte da Arthur, e per fare ciò si avvicinerà a Ruth.

Dove l’abbiamo già visto? In tv nelle serie The Night Of e Girlfriends, al cinema nelle pellicole Daybreak, The Grounds e The Cavern.

Josh Randall è il detective Tommy Olsen
E’ il detective Olsen lui a indagare sulla morte di Cliff Williams, e non è per niente convinto che si sia trattato solamente di un incidente.

Dove l’abbiamo già visto? In tv nelle serie Scrubs, Courting Alex, Criminal Minds, Avvocati a New York, Pushing Daisies, Greek – La confraternita e Hit The Floor, al cinema nelle pellicole Stalemate, The Warrior’s Way e I segreti per farla innamorare.

Ólafur Darri Ólafsson è Credence Mason
Credence Mason è un pericoloso criminale e spacciatore locale che si troverà nel mirino del Broker. E dei suoi sicari.

Dove l’abbiamo già visto? In tv nelle serie The Missing, Lady Dynamite Banshee, Ófærð e Fangavaktin, al cinema nelle pellicole Beowulf & Grendel, I sogni segreti di Walter Mitty, The Last Witch Hunter – L’ultimo cacciatore di streghe, Zoolander 2 e Il GGG – Il grande gigante gentile.

Happy Anderson è il detective Verne Ratliff
A differenza del suo collega, Tommy, il detective Ratliff è convinto che la morte di Cliff Williams sia stata un incidente, e non ha intenzione di indagare a fondo. Fino a quando non succederà qualcosa di molto spiacevole…

Dove l’abbiamo già visto? In tv nelle serie The Knick, Boardwalk Empire e Gotham, al cinema nelle pellicole Redacted, Hit Men e The Comedian.

Aoibhinn McGinnity è la misteriosa Mary
Mary è uno dei sicari al soldo del Broker. Nella prima stagione compare poche volte, ma sembra sempre essere al posto giusto al momento giusto.

Dove l’abbiamo già vista? In tv nelle serie Trivia e Love/Hate, al cinema nelle pellicole Traders e W.C..

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.