Così gira il mondo

Così gira il mondo
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (5 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Così gira il mondo

Questa serie è famosa per avere presentato il primo protagonista gay in una soap, Hank Elliot (Brian Starcher), che appare nel 1988 (ed esce nel 1989), frutto della penna del sceneggiatore Douglas Marland. Hank è un giovane stilista che Barbara incontra a New York e porta a lavorare per lei a Oakdale, dove diventa amico del figlio Paul. Qui viene subito corteggiato da una giovane ragazza della città, ma Hank si dichiara gay sia lei che a Paul, dicendo loro che ha un ragazzo, Charles, che sta morendo di Aids. Il pubblico si affezionò al personaggio che abbandonerà Oakdale proprio per restare vicino al suo compagno. Nel 2006 abbiamo il coming out del giovane Luke Grimaldi Snyder (Van Hansis) grazie al lavoro della nuova sceneggiatrice fissa della serie, Jean Passanante. Luke bacerà in seguito Noah Mayer (Jake Silbermann), entrato come etero nel 2007, che dopo cambierà diventando il compagno di Luke. Di seguito riportiamo la pagina di Wikipedia molto esauriente su questa tematica.

Condividi

2 commenti

  1. pitumpa

    sarò breve: emozionante il primo bacio di luke e noah, xò nella maggior parte delle puntate seguenti nn fanno altro che dire “ti amo”, “ti amo”, “ti amo”…ma io dico: nn c’è nient’altro da far dire a sti due? bah…cmq molto graziosa e piacevole:)

  2. sono capitato qui per caso e… ho visto il mio lavoro fatto per Wikipedia… e non può che farmi piacere :). “lavorare” così duramente (vi garantisco che non è stata una passeggiata!) sapendo che qualcuno possa leggere quello che hai scritto/tradotto non può che rendermi felice. grazie! 🙂

Commenta


Varie

Guarda una scena del bacio su You Tube dove ne trovi altre

—————————-

Essere gay a Oakdale
Il lavoro della Passanante a Così gira il mondo verrà ricordato principalmente per aver riportato all’attenzione del pubblico il tema dell’omosessualità. L’argomento non è certo nuovo per la sceneggiatrice. Durante i suoi precedenti lavori, accidentalmente la Passanante è stata presente alla nascita e/o all’evolversi di altri due personaggi gay: Billy Douglas (interpretato da un giovanissimo Ryan Phillippe) di Una vita da vivere e Bianca Montgomery, figlia di Erica Kane ne La valle dei pini, che allaccerà una relazione con Lena Kundera, stabilendo così il primato di prima coppia gay in assoluto ad apparire in una soap opera.
Nell’approcciare il tema, la Passanante mette a frutto l’insegnamento della Phillips, cercando di svelare i tormenti del giovane Luke Snyder in modo molto graduale e instillando nella mente dello spettatore il dubbio sulla sua sessualità. E prima che sia Luke a rivelare (a Jade) di essere gay, saranno i pensieri di Holden, suo padre, a dare delle risposte al pubblico. Ad un certo punto, i suoi tormenti prendono il sopravvento su quelli del figlio ed è interessante, in questo senso, l’espediente che gli sceneggiatori usano in un episodio per rendere in immagini l’inquietudine dell’uomo, mostrando la doppia reazione che il figlio potrebbe avere alla domanda “sei gay?”.
L’omosessualità viene affrontata sotto varie sfaccettature: il peso di un segreto che non si vorrebbe fosse tale, la paura di essere emarginati da parte di familiari e amici (come farà Kevin, oggetto del desiderio e primo grande dolore del giovane Luke), il rifiuto di prendere coscienza di sé e mentire a se stessi. In questo senso, emblematica è la figura di Noah Mayer, il futuro partner di Luke. Quando arriva ad Oakdale, per lavorare a fianco di Luke e di Maddie, il ragazzo inizierà una relazione con la ragazza. E quando Luke gli confiderà di essere attratto da lui, il ragazzo afferma senza esitazione di essere eterosessuale. Ma quando ad un certo punto – complice un bagno in piscina prima e una cravatta poi – Noah bacerà Luke, le cose non saranno più le stesse.
Effetto Nuke
Il fatidico bacio tra Luke e Noah provoca una serie di reazioni a catena. E non solo nella soap. Se nella storia tra i due, a questo punto, le cose procedono “come da copione” (Noah prima negherà ancora e poi ammetterà la sua attrazione per Luke, mentre suo padre cercherà di ostacolare la loro relazione in tutti i modi, anche attentando alla vita di Luke), nel pubblico e nei media, il bacio tra i due è stato visto prima come un evento – è la prima volta che in una soap si vede un bacio tra due uomini (e lo stesso dicasi di una coppia gay maschile) – ma si è poi trasformata in delusione.
Il famoso bacio ha mandato in agitazione i media. TV Guide ha nominato la coppia la migliore “supercouple” di soap opera[2], così come Entertainment Weekly, che in più considera quel bacio come una delle pietre miliari nella rappresentazione dei gay a Hollywood. La storia tra Luke e Noah (o semplicemente “Nuke”, termine che così eleva la coppia al grado di “supercouple”) e la ripercussione che ha avuto sui media ha fatto aumentare l’audience dello show, stabilendosi costantemente al terzo posto dopo Febbre d’amore e Beautiful.
Sicuramente, parte del successo della coppia (e dei suoi interpreti, Van Hansis – candidato al premio Emmy nel 2007 e nel 2008 – e Jake Silbermann) è dovuta a Internet, in particolare a YouTube. Sul famoso sito di raccolta di video, non solo il bacio è apparso già all’indomani dalla trasmissione (e tuttora è uno dei video più visti, con più di un milione di visite), ma da allora in poi fan sfegatati di “Nuke” hanno creato una sorta di “soap nella soap” mettendo insieme tutte le scene in cui i due attori appaiono. Questo ha permesso la diffusione della soap in quei paesi (Italia compresa) in cui essa non è trasmessa e ha spinto molti americani a sintonizzarsi sulla CBS alle due del pomeriggio. La stessa CBS ha permesso che queste scene da Così gira il mondo girassero tranquillamente su YouTube, garantendosi, in questo modo, un’insperata pubblicità gratuita (a differenza della NBC che ha ritirato dal sito internet scene della soap Passions).
Baci proibiti
Man mano che la relazione tra Luke e Noah procede, il pubblico si accorge che la coppia viene mostrata in maniera differente da tutte le altre coppie della soap. Nonostante l’amore che si dichiarano, infatti, sembra che ai due non sia permesso baciarsi. Fan e media allora entrano in subbuglio e, attraverso il sito AfterElton.com, iniziano una “Kiss Campaign”.
La campagna “pro-bacio” – scandita da un “LipLock Clock”, che in seguito si è trasformato in “Consummation Clock”, in attesa che la coppia consumasse il loro primo rapporto sessuale – viene ripresa anche dai media. Il Boston Globe riporta gli episodi più negativamente eclatanti in cui la coppia è stata censurata: nell’episodio natalizio (2007), Luke e Noah si avvicinano per baciarsi sotto il vischio e la macchina da presa si appresta a spostarsi sul vischio stesso (e non è la prima volta che si assiste a un tale repentino movimento di macchina); nell’episodio di San Valentino (dello stesso anno), tutte le coppie della soap si scambiano un bacio, tranne loro. Il Boston Globe fa notare come oggi dovrebbero giocare a favore di “Nuke” serie televisive come Brothers & Sisters e talk show di personaggi dichiaratamente gay come Ellen DeGeneres e Rosie O’Donnell. In più, il coming out di Luke ha portato maggiore audience alla soap, e svariati premi, tra cui tre da parte della GLAAD (Gay and Lesbian Alliance Against Defamation).
Nel marzo 2008, anche la Associated Press si occupa dei “baci proibiti” tra Luke e Noah, chiedendosi – a nome anche dei fan delusi – se questa scelta degli sceneggiatori sia da ascrivere a proteste da parte di associazioni religiose o di altro tipo.
Anche TV Guide entra nel merito della discussione, e nel numero del 7 aprile 2008, si chiede: «Perché la coppia formata da Luke e Noah di Così gira il mondo non può baciarsi, e tanto meno fare sesso? I dirigenti della CBS-Procter & Gamble sono omofobici? Sono stati spaventati da gruppi cristiani anti-gay? Oppure è solo un modo per garantirsi che i fan di Nuke si sintonizzino anche l’indomani? Quale sia la risposta, questa situazione rappresenta la più grande controversia nel mondo delle soap degli ultimi anni». Alle domande cerca di rispondere una portavoce della CBS, Barbara Bloom, la quale garantisce che non c’è omofobia nell’ambiente e che – nonostante certe scelte siano discutibili – prima o poi la storia tra Luke e Noah avrà il classico lieto fine, come succede per ogni coppia innamorata.
Nonostante il romanticismo della relazione tra Luke e Noah abbia avuto molti consensi, Jeannie Tharrington, portavoce della Procter & Gamble, e i responsabili della CBS hanno ammesso di avere ricevuto lamentele da una parte del pubblico. La American Family Association, gruppo conservatore con sede nel Mississippi, ha ricevuto centinaia di lettere di proteste dopo il fatidico bacio. Randy Sharp, portavoce dell’associazione, ha riferito che le parole più usate per bollare quel bacio sono state «ripugnante» e «offensivo». Già nel 2004, l’American Family Association aveva boicottato la Procter & Gamble a causa della sua politica “gay-friendly”. Con la storia di Nuke ha fatto esplicita richiesta di mandare via i personaggi gay dalla soap, dato che «i vostri sceneggiatori possono scrivere delle buone storie che il pubblico generale guarderebbe senza sentirsi insultato».
Barbara Bloom ha comunque affermato che, al di là delle proteste, il supporto alla storia di Nuke da parte del pubblico è stato risolutivo. Ci sono stati segni che la relazione gay abbia fatto del bene alla soap. Durante l’evolversi del personaggio di Luke, come già detto, lo show si è stabilizzato al terzo posto dei rating Nielsen. La Bloom ha anche affermato di voler vedere il resto della storia tra Luke e Noah e che se questo implica anche il rapporto fisico, lei darà il suo supporto.
La protesta e la campagna “pro-bacio” sono rientrate a partire dalla puntata del 23 aprile 2008, quando Luke e Noah si sono baciati per la terza volta. Da lì in poi, moltissime scene sono state accompagnate dai baci, fino alla puntata del 12 gennaio 2009 in cui – inaspettatamente (soprattutto perché la coppia sembrava essersi separata definitivamente) – i due hanno suggellato il loro amore con il sesso. Anche in questo caso, però, si sono alzate delle voci di protesta per la maniera in cui il loro amplesso non è stato mostrato. Si è infatti preferito mettere in scena i due ragazzi solo dopo il rapporto, mentre si rivestono, pronti a riprendere la loro vita quotidiana. Questo ha messo di nuovo in agitazione la comunità omosessuale che ha visto in questa scelta l’ennesimo segno di disuguaglianza tra coppie eterosessuali e coppie gay.

da Wikipedia

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.