Pubblicato il trailer di "Velvet Buzzsaw", film Netflix che apre Il Sundance 2019

Abbiamo già elencato i titoli LGBT che saranno presentati al Sundance 2019 dal 24 gennaio al 3 febbraio (li trovate a questa pagina), a questi dobbiamo ora aggiungere “Velvet Buzzsaw“, diretto da Dan Gilroy (Nightcrawler), un horror-thriller (satirico?) centrato sul terrore provocato da un artista che utilizza il sangue umano per dipingere i sui lavoro. I dipinti dell’artista iniziano quindi a prendere vita e iniziano a uccidere chiunque sia a portata di mano. Il film è prodotto da Netflix che lo distribuirà in tutto il mondo dal 1 febbraio, appena dopo la proiezione al Sundance. Non si esclude che possa andare contemporaneamente nelle sale di alcuni Paesi.

La grossa novità di questo film, almeno per noi, sarebbe quella di avere come protagonista Jake Gyllenhaal nel suo secondo ruolo gay dopo quello avuto nel film di Ang Lee, Brokeback Mountain, film che contribui, 14 anni fa, al suo lancio definitivo.
Gyllenhaal interpreta Morf Vandewalt, uno critico d’arte omosessuale che vive e lavora a Los Angeles dove scopre una collezione di quadri dipinti da un uomo morto in circostanze misteriose in una stanza d’albergo. Morf capisce subito il valore artistico dei quadri ed è sicuro che potranno renderlo ricco. Ma quei quadri non saranno solo dei semplici quadri… Nel trailer vediamo una scena in cui Morf nudo si alza dal letto dove stava con un uomo (del quale vediamo solo le gambe).

Il regista Gilroy ha detto alla stampa: “Il film è ambientato nel mondo dell’arte contemporanea a Los Angeles, e ha un cast super. Mentre lo giravamo pensavo al film di Altman “I protagonisti”, che aveva anche lui un cast eccezionale ed ampio, dove ognuno contribuiva al racconto”.
E’ infatti di primissimo livello tutto il cast del film che oltre a Gyllenhall comprende John Malkovich, Toni Collette, Rene Russo, Zawe Ashton, Daveed Diggs, Natalia Dyer, Tom Sturridge e Billy Magnussen.
Netflix, che ha già lanciato il trailer anche in italiano (già definito il trailer più pazzo dell’anno) presenta il film con queste parole: “un thriller ambientato nella scena mondiale dell’arte contemporanea di Los Angeles, dove artisti di grande valore e mega-collezionisti pagano un prezzo alto quando l’arte si scontra con il commercio”

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.