Cinema

L'attore e produttore Rober De Niro è preoccupato per il futuro del figlio gay, colpa di Trump

Robert De Niro, uno degli attori più famosi, ed anche più gayfriendly, di Hollywood (ricordiamo i suoi film presenti nel nostro catalogo: Stanno tutti bene, Stardust, Flawless – Senza difetti, Sleepers) ritorna a difendere gli omosessuali in un’intervista rilasciata al giornale “The Guardian”. Diciammo ritorna perchè già nel 2014 aveva parlato di noi all’uscita del documentario “Remembering the artist Robert De Niro Sr.” dove raccontava la storia del padre, De Niro Senior, che divorziò dalla moglie dopo essersi dichiarato gay. Allora De Niro disse “Mio padre viveva in modo conflittuale la sua omosessualità. Io non mi ero accorto che fosse gay. E adesso vorrei che avessimo parlato di più della sua omosessualità. Ma mia madre non voleva parlare di nulla in generale e quando hai una certa età queste cose non ti interessano”.
Oggi De Niro Jr se la prende invece con Trump, definendolo “un vero razzista suprematista bianco” e ci rivela che anche uno dei suoi figli è gay, e che è molto preoccupato per il suo futuro, per l’intolleranza che sta circolando in America, promossa da Trump. Dice: “Sono molto preoccupato per mio figlio, che è gay ed ha paura di essere trattato in una certa maniera. Ne abbiamo parlato, lo capisco”.
Robert De Niro Jr ha sei figli avuti da tre donne diverse. Drena e Raphael avuti negli anni Settanta dall’ex moglie Diahnne Abbot, i gemelli Julian e Aaron nati nel 1995 dalla fidanzata di allora Toukie Smith, Elliot nato nel 1998 dall’ex moglie Grace Hightower ed Helen che compie 8 anni quest’anno, nata da madre surrogata. De Niro ha dimostrato anche in questi casi una bella apertura mentale, ottenendo figli sia in modo naturale, che da madri surrogate che da adozione.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.