Cinema

Un'ondata di opere con riferimenti LGBT alle candidature dei Golden Globe 2018

Un’ondata di opere con riferimenti LGBT alle candidature dei Golden Globe 2018, i premi più importanti ed attesi dopo gli Oscar, dei quali spesso anticipano i vincitori.

Anzitutto “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino che ottiene tre prestigiose candidature: Miglior Film Drammatico, Miglior Attore Protagonista in un Film Drammatico (Timothée Chalamet) e Miglior Attore non Protagonista (Armie Hammer). Nella categoria miglior film drammatico deve vedersela con opere di autori come Steven Spielberg (The Post), Martin McDonagh (Tre manifesti a Ebbing, Missouri), Christopher Nolan (Dunkirk) e un’altro film con tematica LGBT, “The Shape of Water“, di Guillermo del Toro, che ha ricevuto ben 7 nomination (tra cui miglior film, miglior regista, miglior attrice – Sally Hawkins -, miglior attrice non protagonista – Octavia Spencer -, miglior attore non protagonista – Richard Jenkins).

Richard Jenkins interpreta nel film il ruolo di un omosessuale, Giles, il vicino di casa della protagonista Sally, un uomo anziano negli anni ’60, che come Sally conduce una vita di tranquillo isolamento, pensando di essere nato troppo presto o troppo tardi per poter realizzare il suo sogno d’amore (bellissimo il momento in cui dice “Se potessi vivere la mia vita, mi prenderei più cura dei miei denti e di molto altro”). Il film, la storia di una relazione proibita tra una donna ed una creatura marina, può anche leggersi come un’allegoria gay.

Nella categoria miglior film commedia troviamo “Lady Bird“, candidato anche come miglior sceneggiatura. Nel film una commovente storia LGBT.

Il film “Battaglia dei sessi” ottiene una candidatura come miglior attrice Emma Stone, che interpreta la grande giocatrice di tennis Billie Jean King, omosessuale.

Nella categoria film stranieri troviamo “Una donna fantastica” (bellissimo film passato quasi inosservato sui nostri schermi), presentato dal Cile. La protagonista del film, Daniela Vega, è transgender anche nella vita reale. Ci spiace non aver trovato l’amatissimo “120 battiti per minuto“, meritatamente presentato dalla Francia.

Nella categoria dei premi televisivi troviamo “Will & Grace” e “Master of None” candidati come miglior serie commedia, con Eric McCormack (nel ruolo di Will Truman) candidato come miglior attore protagonista.

Nella categoria miglior serie drammatica troviamo i bellissimi “This Is Us” e “The Handmaid’s Tale“, entrambi in programmazione sulle nostre reti (su Sky il primo e su Infinity il secondo). Maggie Gyllenahall candidata come miglior attrice per “The Deuce”

Nella categoria mini-serie troviamo “Feud: Bette and Joan” e “Top of the Lake: China Girl“, entrambe con peronaggi LGBT. Jude Law come miglior attore per “The Young Pope” del nostro Sorrentino.

Le premiazioni dei 75mi Golden Globes avranno luogo domenica 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills, in diretta su NBC e saranno condotti da Seth Meyers.

————–

Ricordiamo gli altri premi e candidature ottenute finora da “Chiamami col tuo nome“, film che arriverà nelle nostre sale solo dal 25 gennaio 2018.

Chiamami col tuo nome, uscito negli Stati Uniti il 24 novembre in quattro sale con un incasso medio per sala da record, sta vivendo da protagonista la stagione dei premi. Nominato per sei volte agli Independent Spirit Awards, è stato premiato come Miglior Film ai Gotham Awards. I premi, assegnati a New York, hanno visto trionfare anche Timothée Chalamet come Miglior Attore Emergente per il ruolo di Elio. Ruolo che è valso a Chalamet anche il premio come Miglior Attore ai New York Film Critics Circle Awards e il titolo di Scoperta dell’anno della National Board of Review che ha inserito il film tra i migliori dieci titoli dell’anno. Anche la Los Angeles Film Critics Association ha voluto celebrare il film con tre riconoscimenti tra cui Miglior Film, Miglior Regia e Miglior Attore Protagonista per Chalamet. Il film ha inoltre ricevuto 8 candidature ai Critics’ Choice Awards tra cui Miglior Film, Miglior Regia e Miglior Attore Protagonista (Timothée Chalamet). I premi verranno assegnati a Santa Monica il prossimo 11 gennaio.

Così la critica internazionale:

“Chiamami col tuo nome è un capolavoro fatto di delicate emozioni, sensualità intensa e bellezza mozzafiato” – Observer
observer.com/2017/11/review-luca-guadagnino-call-me-by-your-name-is-a-heartbreaking-masterpiece/

“Il nuovo film di Luca Guadagnino è emotivamente acuto e incredibilmente sensuale” – NewYorker
www.newyorker.com/magazine/2017/12/04/call-me-by-your-name-an-erotic-triumph

“Chiamami col tuo nome è un capolavoro. Chalamet ci regala la performance dell’anno” – Vulture
www.vulture.com/2017/11/review-call-me-by-your-name-is-a-masterpiece.html

“Il nuovo lavoro di Luca Guadagnino, Chiamami col tuo nome, rapisce ancora una volta i sensi. Questa volta la forte componente narrativa del film lega sentimenti struggenti e sensualità” – The New York Times
https://www.nytimes.com/2017/11/22/movies/call-me-by-your-name-review-armie-hammer.html
“Un nuovo classico che vi manderà in estasi, uno dei migliori film dell’anno… Luca Guadagnino dirige una storia d’amore passionale e sensuale che è subito un cult del romanticismo” – Rolling Stone
www.rollingstone.com/movies/reviews/peter-travers-call-me-by-your-name-is-sexiest-film-of-2017-w512240

“Un paesaggio immaginario ricco di luce, tenerezza, sensualità e musica … Chiamate questo film col suo nome: capolavoro” – The New York Post
nypost.com/2017/11/20/armie-hammer-makes-call-me-by-your-name-a-masterpiece/

“Una potente storia d’amore erotica e sentimentale” – Los Angeles Times
www.latimes.com/entertainment/movies/la-et-mn-call-me-by-your-name-review-20171122-story.html

“Un dono raro che porta il regista nel gotha dei grandi maestri della sensualità” – Variety
variety.com/2017/film/reviews/call-me-by-your-name-review-1201966646/

“Uno dei migliori film dell’anno” – Vogue
www.vogue.com/article/toronto-film-festival-2017-borg-mcenroe-call-me-by-your-name-on-chesil-beach-premiere

“Chiamami col tuo nome è uno di quei rari film in cui ogni cosa è perfetta, il film di Luca Guadagnino è uno dei motivi per cui amiamo il cinema” – Collider
collider.com/call-me-by-your-name-review/

“Coniugando stile sinuoso e sensualità disinvolta ad uno struggimento universale, Guadagnino ha dimostrato grande saggezza. Dolce e salato, il suo film brucia come un’abbronzatura” – Time Out
www.timeout.com/us/film/call-me-by-your-name

——————–

TUTTE LE CANDIDATURE AI GOLDEN GLOBE 2018 (in corsivo le candidature con riferimenti LGBT)

MIGLIOR FILM DRAMMATICO

Chiamami con il tuo nome

Dunkirk

The Post

The Shape of Water

Three Billboards Outside Ebbing, Missouri

MIGLIOR FILM COMMEDIA O MUSICALE

The Disaster Artist

Get Out

The Greatest Showman

I, Tonya

Lady Bird

MIGLIOR REGISTA

Guillermo Del Toro, The Shape Of Water

Martin McDonagh, Three Billboards Outside Ebbing, Missouri

Christopher Nolan, Dunkirk

Ridley Scott, All The Money In The World

Steven Spielberg, The Post

MIGLIORE ATTRICE IN UN FILM DRAMMATICO

Jessica Chastain, Molly’s Game

Sally Hawkins, The Shape of Water

Frances McDormand, Three Billboards Outside Ebbing, Missouri

Meryl Streep, The Post

Michelle Williams, All the Money in The World

MIGLIOR ATTORE IN UN FILM DRAMMATICO

Timothée Chalamet, Chiamami con il tuo nome

Daniel Day-Lewis, Phantom Thread

Tom Hanks, The Post

Gary Oldman, Darkest Hour

Denzel Washington, Roman J. Israel, Esq

MIGLIORE ATTRICE IN UN FILM COMMEDIA O MUSICALE

Judi Dench, Victoria & Abdul

Margot Robbie, I, Tonya

Saoirse Ronan, Lady Bird

Emma Stone, Battle of the Sexes’

Helen Mirren, ‘The Leisure Seeker

MIGLIOR ATTORE IN UN FILM COMMEDIA O MUSICALE

Steve Carell, Battle of The Sexes

Ansel Elgort, Baby Driver

James Franco, Disaster Artist

Hugh Jackman, The Greatest Showman

Daniel Kaluuya, Get Out

MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE

The Boss Baby

The Breadwinner

Coco

Loving Vincent

Ferdinand

MIGLIOR FILM STRANIERO

A Fantastic Woman

First They Killed My Father

In the Fade

Loveless

The Square

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA

Mary J. Blige, Mudbound

Hong Chau, Downsizing

Allison Janney, I, Tonya

Laurie Metcalf, Lady Bird

Octavia Spencer, The Shape of Water

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

Willem Dafoe, The Florida Project

Armie Hammer, Call Me By Your Name

Richard Jenkins, Shape of Water

Christopher Plummer, All The Money in The world

Sam Rockwell, Three Billboards Outside Ebbing, Missouri

MIGLIORE SCENEGGIATURA

The Shape of Water – Guillermo del Toro/Vanessa Taylor

Lady Bird – Greta Gerwig

The Post – Liz Hannah/Josh Singer

Three Billboards Outside Ebbing, Missouri -Martin McDonagh

Molly’s Game – Aaron Sorkin

MIGLIORE COLONNA SONORA ORIGINALE

Three Billboards Outside Ebbing, Missouri

The Shape of Water

Phantom Thread

The Post

Dunkirk

MIGLIORE CANZONE ORIGINALE

Home, Ferdinand

Mighty River, Mudbound

Remember Me, Coco

The Star, The Star

This Is Me, The Greatest Showman

PREMI PER LA TELEVISIONE

MIGLIOR SERIE DRAMMATICA

The Crown

Game of Thrones

The Handmaid’s Tale

Stranger Things

This Is Us

MIGLIORE ATTRICE IN UNA SERIE DRAMMATICA

Caitriona Balfe, Outlander

Claire Foy, The Crown

Maggie Gyllenahall, The Deuce

Katherine Langford, 13 Reasons Why

Elisabeth Moss, The Handmaid’s Tale

MIGLIOR ATTORE IN UNA SERIE DRAMMATICA

Jason Bateman, Ozark

Sterling K. Brown, This Is Us

Freddie Highmore, The Good Doctor

Bob Odenkirk, Better Call Saul

Liev Schreiber, Ray Donovan

MIGLIOR SERIE COMMEDIA O MUSICALE

Black-ish

The Marvelous Mrs. Maisel

Master Of None

SMILF

Will & Grace

MIGLIORE ATTRICE IN UNA SERIE COMMEDIA O MUSICALE

Pamela Adlon, Better Things

Alison Brie, GLOW

Rachel Brosnahan, The Marvelous Mrs. Maisel

Issa Rae, Insecure

Frankie Shaw, SMILF

MIGLIOR ATTORE IN UNA SERIE COMMEDIA O MUSICALE

Anthony Anderson, Black-ish

Aziz Ansari, Master of None

Kevin Bacon, I Love Dick

William H. Macy, Shameless

Erik McCormack, Will & Grace

MIGLIOR MINISERIE O FILM PER LA TELEVISIONE

Big Little Lies

Fargo

Feud: Bette and Joan

The Sinner

Top of the Lake: China Girl

MIGLIORE ATTRICE IN UNA MINI-SERIE O FILM PER LA TELEVISIONE

Jessica Biel, The Sinner

Nicole Kidman, Big Little Lies

Jessica Lange, Feud: Bette and Joan

Susan Sarandon, Feud: Bette and Joan

Reese Witherspoon, Big Little Lies

MIGLIOR ATTORE IN UNA MINI-SERIE O FILM PER LA TELEVISIONE

Robert De Niro, The Wizard of Lies

Jude Law, The Young Pope

Kyle MacLachlan, Twin Peaks

Ewan McGregor, Fargo

Geoffrey Rush, Genius

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA IN UNA SERIE, MINI-SERIE O FILM PER LA TELEVISIONE

Laura Dern, Big Little Lies

Ann Dowd, The Handmaid’s Tale

Chrissy Metz, This Is Us

Michelle Pfeiffer, Wizard of Lies

Shailene Woodley, Big little lies

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA IN UNA SERIE, MINI-SERIE O FILM PER LA TELEVISIONE

David Harbour, Stranger Things

Alfred Molina, Feud: Bette and Joan

Christian Slater, Mr. Robot

Alexander Skarsgard, Big Little Lies

David Thewlis, Fargo

MIGLIOR FILM STRANIERO

A fantastic woman – Cile

First they killed my father – Cambogia

In the fade – Germania/Francia

Loveless – Russia

The square – Svezia/Germania/Francia

MIGLIOR CARTONE ANIMATO

The boss baby

The breadwinner

Coco

Ferdinand

Loving vincent

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.