Cinema

"Il giorno più bello" un film che ci racconta un primo matrimonio gay italiano

Una riflessione sui matrimoni gay e l’Italia di oggi, ma soprattutto, dicono gli autori, una storia di sentimenti

il-giorno-piu-bello-01

Presentato in conferenza stampa il film “Il giorno più bello”, esordio alla regia del pugliese Vito Palmieri. Michele Venitucci (Andrea) e Alessio Vassallo (Filippo) sono i due protagonisti. Vassallo ha dichiarato che “il film è soprattutto una storia di sentimenti che coinvolge una coppia gay innamorata da anni e le loro rispettive famiglie. La famiglia del Sud, quella più umile, si rivela in prospettiva quella più aperta mentalmente, mentre l’altra, quella di Filippo, è colta ma incapace di accettare questa unione. E’ la storia di un amore “semplice” in cui la diversità sta intorno a noi e nel modo in cui gli altri vivono la nostra storia”. Il produttore Cesare Fragnelli la definisce “Una commedia pop piena di poesia”. Il film, ambientato tra Alberobello, Locorotondo, Martina Franca, con un finale a Barcellona, è prodotto anche da Rai Cinema. Il regista Vito Palmieri ha girato corti e doc (Tana libera Tutti, Matilde, See you in Texas) che sono stati premiati in diversi festival
Questa la trama ufficiale:

Andrea e Filippo si amano e convivono da qualche anno, per questo Andrea pensa che sia giunto il momento di sposarsi e fa registrare al comune una richiesta con il proprio nome, come fosse quello di una donna: la signora Andrea Viglione. Essere unito civilmente con Filippo a lui non basta, vuole il matrimonio. Non sa, però, che molte questioni dovranno essere risolte prima di quel giorno. Innanzitutto, Filippo non trova il coraggio di dire che è gay a suo padre e suo nonno, due affermati notai. Per questo finge di sposare Amanda, una sua amica che si presta all’inganno per aiutarlo. Ma Filippo non è l’unico a non aver il coraggio di dire la verità. Anche Anna, la madre di Andrea, che, ancora minorenne, si è rifatta una vita negli Stati Uniti, lasciando il figlio alle cure degli zii Peppino e Luisa, non riesce a dire a suo marito Anthony e a suo figlio Jimmy, che Andrea è gay. Soprattutto perché Anthony è candidato a governatore del Kansas per i conservatori e suo figlio Jimmy, pur essendo ancora un bambino, è già un talentuoso predicatore evangelista di rigidi principi.
Il giorno della cerimonia arriva e nessuno conosce la verità…

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.