SICILIA QUEER FILMFEST 2011

Parte lunedì 20 giugno il primo festival gay del Sud Italia, che si presenta come uno dei più impegnati sia culturalmente che artisticamente. Un concorso internazionale cortometraggi, Premio Nino Gennaro a Wieland Speck, approfondimenti sulla cultura queer, e il meglio del cinema gay …

Vedi sito ufficiale del Sicilia Queer filmfest

Veramente encomiabile il lavoro svolto dagli ideatori e organizzatori del Sicilia Queer filmfest, il primo festival di cinema gay nel meridione d’Italia. Più che un festival potremmo definirlo un centro di promozione culturale tout-court. Lo staff, capitanato dal direttore artistico Alessandro Rais, è composto da diverse associazioni culturali sicilane (Kleis, Visionaria, Nzocchè) e da varie personalità di un “serbatoio di pensiero queer” che si propone di attivarsi “contro la discriminazione sociale, di diffondere la cultura della diversità (di orientamento sessuale, di pensiero, di modi di vivere, ecc.), e una maggiore presa di coscienza dell’apporto positivo legato alle differenze“.

Il Festival, annunciato nel novembre 2010, ha già realizzato diverse iniziative come mostre fotografiche, anteprime e rassegne cinematografiche, eventi teatrali e, di notevole rilevanza socio-educativa, il progetto “Prospettiva Queer“, un ciclo di seminari e proiezioni, iniziato a Palermo il 28 gennaio 2011, con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani “alle tematiche della convivenza con la diversità intesa come valore e non come minaccia“.

Dal prossimo lunedì 20 giugno 2011 fino a domenica 26 si svolge a Palermo, presso il cinema Rouge et Noir, piazza Verdi 82, l’attesissima prima edizione di questo festival, già entrato nel circuito dei festival gay internazionali.

Presentatore e animatore della serata di apertura e chiusura del Festival sarà l’attore teatrale Filippo Luna, visto anche in tv ne “Il Commissario Montalbano” e al cinema in “Nuovomondo” e ne “Il Dolce e L’Amaro“.

Tra gli ospiti d’eccezione del Sicilia Queer Film Fest, oltre agli illustri membri della Giuria, anche Luca Guadagnino (mercoledì 22), regista di Io sono l’amore, unico film italiano ad avere ottenuto una nomination agli Oscar 2010, Vincent Dieutre, regista francese di culto che si appresta a girare in Sicilia il suo nuovo film, Antonio Piazza e Fabio Grassadonia, registi e sceneggiatori del cortometraggio italiano più premiato nel 2010, “Rita”, presentato a Cannes alla “Semaine de la Critique” e Giovanni Minerba, fondatore del più longevo tra i festival italiani a tematica LGBT, quello di Torino.

Nel programma lungometraggi troviamo alcuni dei film LGBT più interessanti dell’ultima stagione, come LES AMOURS IMAGINAIRES di Xavier Dolan, BREAK MY FALL di Kanchi Wichmann, ANDER di Roberto Castón, L.A. ZOMBIE di Bruce LaBruce, FIT di Rikki Beadle-Blair, tutti titoli imperdibili dei quali vi abbiamo già parlato da precedenti festival.

Potete leggere le schede dei lugometraggi e dei documentari presentati dalla nostra pagina dedicata al Sicilia Queer filmfest.

La sezione a cui viene dato maggiore rilevanza è senz’altro “QUEER SHORT” col
Concorso Internazionale Cortometraggi che presenta 20 titoli in gara, diversi dei quali di produzione italiana, valutati da una Giuria internazionale che assegnerà tre premi: miglior corto in assoluto, premio speciale della Giuria e miglior corto low-budget.
La Giuria di questa prima edizione del Premio “QUEER SHORT” è composta da: Wieland Speck, Direttore della sezione Panorama del “Festival internazionale del cinema di Berlino” dal 1992 (Presidente della Giuria); Roberta Torre, regista, sceneggiatrice e fotografa; Kéja Ho Kramer, cineasta e fotografa; Giulio Spatola, Mr. Gay Italia 2010 e Mr. Gay Europe 2011 nonchè aiuto regista e autore di un corto;Giovanni Pellegrini, videomaker con laurea in lettere.
Con questa sezione, preceduta da un bando di concorso internazionale, attraverso la forma espressiva ed artistica del cortometraggio, il “Festival intende promuovere il contrasto alla discriminazione sociale, difendere e sostenere la cultura delle diversità, e dare visibilità agli autori indipendenti“.

La serata di premiazione del concorso, sabato 25, vedrà la partecipazione straordinaria di Maria Grazia Cucinotta in veste di madrina.

Come ormai d’abitudine in quasi tutti i Festival di cinema gay, anche a Palermo viene dato spazio alla pagina scritta con la Sezione LETTERATURE QUEER, quest’anno di livello assai impegnativo, che presenta:
Il giorno 20 giugno alle ore 16:30, al Cinema Rouge et Noir di piazza Verdi 82, un incontro con le autrici di “Le Cinque Giornate Lesbiche in teoria”, di Liana Borghi, Francesca Manieri e Ambra Pirri (Ed. EdiEsse, Roma 2011), una raccolta di sei saggi che analizzano i concetti fondamentali del femminismo lesbico.
Il giorno 23 giugno alle ore 17:00 all’EXIT di piazza San Francesco di Paola 40, presentazione del volume ”Stanze Private. Epistemologia e politica della sessualità” di Eve Kosofsky Sedgwick (a cura e con postfazione di Federico Zappino, prefazione di Silvia Antosa, Ed. Carocci, Roma 2011). Libro pubblicato per la prima volta nel 1990 negli Stati Uniti, uno dei testi classici che getta le basi per la teoria queer.
Il giorno 24 giugno alle ore 17:00 all’EXIT di piazza San Francesco di Paola 40, presentazione
del volume ”Queer in Italia. Differenze in movimento” (a cura di Marco Pustianaz, Ed. ETS, Pisa 2011), un testo che “nasce dallo scoramento di fronte all’assenza di spazi comuni per una riflessione critica intorno ai temi della sessualità non normativa, dei corpi non accettabili, delle politiche sessuali e delle pratiche di desiderio”.

PREMIO NINO GENNARO

Il Sicilia Queer Film Fest ha istituito un premio intitolato a Nino Gennaro come esempio di intellettuale eclettico e non allineato, coscienza civile scomoda e poetica.

NINO GENNARO, poeta, attore, regista e autore teatrale, nasce a Corleone nel 1948 e muore a Palermo nel 1995. Attivista politico e culturale, fonda a Corleone negli anni ’70 i primi circoli ricreativi e culturali, unendo studenti e disoccupati per discutere di libri, arte, e politica. Nel 1975 organizza a Corleone la prima festa della donna, e nel 1977 è tra i fondatori del Circolo popolare Placido Rizzotto. La sua omosessualità è fin da subito al centro del suo attivismo politico e della sua produzione intellettuale, e per questo Gennaro è particolarmente osteggiato dall’ambiente ristretto di Corleone dominato da una cultura provinciale, perbenista e pseudo-mafiosa, non per questo trovando maggiore considerazione nei locali politici di sinistra. Negli anni ’80 si trasferisce a Palermo e comincia a partecipare attivamente alle occupazioni della facoltà di Lettere, scrivendo le sue poesie su grandi tazebao che appende alle pareti della facoltà. Fonda la compagnia teatrale “Teatro Madre”, che si avvale di attori non professionisti e gira per i quartieri popolari della città, mentre i suoi scritti cominciano a circolare più diffusamente, pubblicati da editori come Flaccovio, o in maniera più clandestina nei circoli underground non soltanto palermitani. Nel 1986 è fra i fondatori del COCIPA (Comitato Cittadino di Informazione e Partecipazione) e fra gli ispiratori del Centro Sociale San Saverio, all’Albergheria, uno dei più deprivati quartieri del centro storico di Palermo, e collabora attivamente alla redazione di “Città Nuove”, il primo giornale antimafia di Corleone. Nel 1987 si ammala di AIDS, ma non viene meno al suo impegno intellettuale, continuando a scrivere testi teatrali, canzoni e opere varie. Una divina di Palermo, La via del Sexo, O si è felici o si è complici sono alcuni tra i suoi spettacoli più noti, e continuano ad essere interpretati in tutta Italia grazie all’impegno della compagnia di Massimo Verdastro. I suoi scritti sono pubblicati dalle Edizioni della Battaglia e da Editoria & Spettacolo. Recentemente, il comune di Corleone ha deciso di non intitolare un centro sociale a Nino Gennaro “perché gay e drogato”: e drogato di certo non era.

Il PREMIO NINO GENNARO 2011 viene assegnato a Wieland Speck, direttore della sezione Panorama del “Festival internazionale del cinema di Berlino” dal 1992.

WIELAND SPECK, nato a Friburgo nel 1951, vive a Berlino dal 1972. Ha studiato letteratura tedesca, teatro ed etnologia presso la Freie Universität di Berlino. Ha cominciato a lavorare con video e film ed è stato scrittore ed editore. Particolare centralità nel suo lavoro assumono il movimento degli uomini e la questione dell’identità omosessuale. Ha lavorato come attore per diversi registi di successo, tra cui David Hemmings, Robert van Ackeren, Ulrike Ottinger e Ian Pringle. È stato per molti anni managing director di Tali, casa di produzione di cinema indipendente nel quartiere berlinese di Kreuzberg. Wieland Speck ha esordito come regista con una serie di documentari video. Dal 1979 al 1981 ha studiato cinema al San Francisco Art Institut. È direttore, autore e produttore di numerose produzioni cinematografiche e televisive e ha lavorato per diverse istituzioni cinematografiche e organizzazioni di eventi, tra cui la Filmhau Berlin, il Filmbüro Baden-Württemberg, e il Berlin European Short filmfest. Ha anche insegnato in diverse università e scuole di cinema. Ha cominciato a lavorare per la sezione Panorama del festival di Berlino nel 1982, e fino al 1992 è stato assistente del precedente direttore della sezione, Manfred Salzgeber, occupandosi di questioni organizzative e artistiche. Nel 1992 è diventato direttore della sezione Panorama. Wieland Speck è stato giurato in diversi festival internazionali. Dal 1990 al 1998 è stato membro del Landesfilmförderung di Berlino, che si occupa dei sostegni ai film, e membro dell’Hamburger Filmförderung

LE OPERE SELEZIONATE PER IL CONCORSO “QUEER SHORT” 2011

Water Wells di Sivan Levy – 2011/06/20 18:30  
tendenza: LLL – nazione: Israele anno: 2010 durata min.: 14
Una storia d’amore proibita tra Inka e Lea, una studentessa e la sua insegnante, negli anni ’40 in Israele. Le due donne trascorrono insieme giorni e notti nella casa di Lea, l’insegnante, sprofondando lentamente nel loro proprio mondo. Col passare del tempo, Inka desidera ardentemente superare tutti i limiti della loro storia, mentre Lea si lascia prendere dalla paura di essere scoperta…
Cielo de los ratones, El di Carla Teresa Cavina – 2011/06/20 18:30  
tendenza: LLL – nazione: Puerto Rico anno: 2009 durata min.: 20
I topi hanno invaso la casa. Il suo silenzio è pesante e tante parole restano non dette. Una madre, un’amante e una figlia sono unite e separate dall’amore e presto si ritrovano intrappolate in un labirinto di sconforto. Ma saranno proprio i topi a portarle verso una svolta…
Twinset di Amy Rose – 2011/06/20 18:30  
tendenza: TTT – nazione: U.K. anno: 2010 durata min.: 13
Tra the, dolci e tacchi a spillo, alcune vecchie signore della chiesa di Essex, accolgono un torreggiante travestito come una di loro; ma la vita familiare e giornaliera viene messa alla prova da qualche piccola difficoltà’ Un acuto film sul coraggio, la famiglia e il prezzo da pagare per essere felici.
Two Beds di Kanako Wynkoop – 2011/06/20 18:30  
tendenza: LLL – nazione: USA anno: 2010 durata min.: 8
Una coppia e l’eterno conflitto tra avventure poliamorose e monogamia eteronormativa. Un confronto in una camera d’albergo dove i due letti non hanno speranza di venire uniti.
Pepe nero di Chiara Rap – 2011/06/20 18:30  
tendenza: LLL – nazione: Italia anno: 2010 durata min.: 8
Francesca è una ragazza normale, con una vita tranquilla e che, a breve, sposerà il fidanzato storico conosciuto al liceo. Sembra essere tutto perfetto, ma l’incontro con Alessandra sconvolgerà tutte le sue certezze e la sua vita programmata. Pepe nero è la storia di una crisi e di una scelta, in cui l’imprevedibilità della vita e la bellezza dell’amore possono portare a stupirsi di se stessi.
Swing di Leon Cheo – 2011/06/20 18:30  
tendenza: GGG – nazione: Singapore anno: 2010 durata min.: 6
Poche settimane dopo essersi lasciati, Daniel chiede a Wei Long di incontrarlo ancora un?altra volta.
Au commencement di Laurent Leprince – 2011/06/21 17:30  
tendenza: GGG – nazione: Belgio anno: 2011 durata min.: 6
Cortometraggio d’animazione. L’omosessualità è scritta nei geni oppure deriva da fattori ambientali e psicologici? Sono i genitori i responsabili dell’omosessualità dei figli? Il destino di ognuno di noi è già segnato al concepimento? Questo divertente ed elegante cartone animato ci dà la sua particolarissima risposta e la sostiene con convinzione e determinazione fin dall’inizio.
Su misura di Massimiliano Tùmino – 2011/06/21 17:30  
tendenza: GGG – nazione: Italia anno: 2010 durata min.: 3
Il documentario racconta di come a Licata, paese della Sicilia, Agostino ha cambiato vita, lasciando il seminario e la possibilità di dedicare la propria vita alla chiesa e reinventandosi come Lorella Sukkiarini, drag queen graffiante e provocatoria
All That Sheltering Emptiness di Gina Carducci – 2011/06/21 17:30  
tendenza: QQQ – nazione: USA anno: 2010 durata min.: 7
Una meditazione sugli ascensori, le hall degli alberghi, i biglietti da cento dollari, il bagno, i taxi, i lampadari, i cocktail, l’eccitazione, i receptionist e altre routine nella vita di un buttafuori di New York City. Film sperimentale (ricorda i lavori di Barbara Hammer e Kenneth Anger) che esplora il sesso queer senza il didatticismo del cinema narrativo. Dietro a tutto le domande: Che cos’è uno stupro?, che cos’è il consenso? La risposta arriva … >>
Masala Mama di Michael Kam – 2011/06/21 17:30  
tendenza: GGG – nazione: Singapore anno: 2009 durata min.: 9
Un timido negoziante effeminato si trova alle prese con i bulli del quartiere e un ragazzino che cerca di rubare i fumetti. Il ragazzino deve contrastare un padre autoritario e i suoi pregiudizi, e si rifugia nel mondo dei super eroi, che ama anche disegnare. Fra i due nasce un’amicizia, un legame, che porterà il negoziante a scoprire un lato di sé che non sapeva di avere. (Togay 2011)
Lloyd ____Fein Must Die di Charles Lum – 2011/06/21 17:30  
tendenza: GGG – nazione: USA anno: 2010 durata min.: 3
Porno di protesta politica, è un inno contro la violenza che usa immagini da internet insieme alla canzone di Sammy Davis Jr. “I’ve Gotta Be Me”. Termina con una simbolica auto-fellatio.
From Moment To Moment di Fulvio Perna – 2011/06/23 20:30  
tendenza: TTT – nazione: Italia anno: 2010 durata min.: 13
Carlo Abbadessa era un bellissimo ragazzo che in America è stato capace di far girare la testa a dive come Marilyn Monroe e Marlene Dietrich. Oggi Carlo ha cambiato sesso, ha lasciato il posto a Carla e da Palermo ricorda con piacere quei momenti all’insegna della dolce vita.
Professor Godoy di Gui Ashcar – 2011/06/23 20:30  
tendenza: GGG – nazione: Brasile anno: 2009 durata min.: 13
A un integerrimo professore di matematica di mezza età, dopo venticinque anni di giorni identici, capita l’inimmaginabile: un alunno cerca di sedurlo con le armi dell’adolescenza. Pian piano, quadrimestre per quadrimestre. I numeri, che il prof. Godoy ascolta anche in Bach, suggeriranno la scelta più giusta e razionale, svelando la formula dell’amore. (Togay 2010)
Giustino l’agnellino nel selvaggio West di Francesco Guttuso – 2011/06/23 20:30  
tendenza: QQQ – nazione: Italia anno: 2011 durata min.: 20
Corto d’animazione. In un west selvaggio e governato dai vegetali, una carota, un cetriolino e una pannocchia iniziano un gracile agnellino chiamato Giustino. Inaugura la saga dell’agnellino più sodomizzato della storia del cinema.
After di Mark Pariselli – 2011/06/23 20:30  
tendenza: GGG – nazione: Canada anno: 2010 durata min.: 12
Tre differenti adolescenti fantasticano sullo stesso giocatore di football, un ragazzo di qualche anno più grande, che per via del fisico impostato e il comportamento da vero maschio è diventato il loro sogno proibito. Ma la loro passione avrà un tragico risvolto quando saranno testimoni involontari della sua morte. Un corto che tratta del risveglio sessuale, dell?amicizia e della morte. Ispirato dalle poesie After School, Street Football, Eighth … >>
Bedfellows di Pierre Stefanos – 2011/06/23 20:30  
tendenza: GGG – nazione: USA anno: 2010 durata min.: 15
A New York, il ventenne Bobby decide di ritornare nel bar gay dove tempo prima aveva incontrato l’unico uomo che gli ha mandato in frantumi il cuore. Qui, tra un bicchiere e l’altro, conosce Jonathan con cui decide di trascorrere la notte, durante la quale sogna come potrebbero essere i prossimi trent’anni della sua vita con quel ragazzo poco più che sconosciuto. All’alba, Bobby deciderà quale sarà la decisione giusta da prendere: seguire l’illusione … >>
What’s the Difference? di Maurilio Mangano – 2011/06/23 20:30  
tendenza: QQQ – nazione: Italia anno: 2011 durata min.: 4
Emanuele e Marina stanno insieme ma entrambi vivono due relazioni parallele: Emanuele si vede con Renato mentre Marina incontra Giulia. Stabilire quali siano le differenze tra i rapporti diventa complicato, soprattutto quando anche i protagonisti non hanno stabilito differenti priorità nei loro affetti.
[email protected] di Sigfrido Giammona – 2011/06/25 18:00  
tendenza: GGG – nazione: Italia anno: 2010 durata min.: 15
Un padre in odore di camorra, sembra mal sopportare il figlio omosessuale. O così almeno crede il ragazzo e non senza motivo. Poi però un aspro litigio, la vita, il caso, internet, una chat, cambieranno i destini profondamente. E due solitudini estreme, sofferte e arrabbiate riusciranno a trovare un punto di contatto difficile da immaginare prima: la solidarietà. (Togay 2011)
Abarfemmes vers Abarquelconqu di Sarah Klingemann – 2011/06/25 18:00  
tendenza: L – nazione: Francia anno: 2011 durata min.: 16
Attraverso l’uso sperimentale di testi, foto e video sui temi dell’arte e dell’architettura, l’artista parigina Sarah Klingemann, insieme a Florian De Vauichier, verifica le possibilità di una storia d’amore.

Condividi

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.