Zero Patience

Zero Patience
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGGG
  • Media voti utenti
    • (5 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Zero Patience

Il film è una interessante combinazione di musical, melodramma, documentario e genere fantastico che indaga sulla problematica sociale e individuale dell’Aids. Sir Richard Burton è un studioso e avventuriero dell’epoca Vittoriana, arrivato sino ai nostri giorni grazie alla sua scoperta, tenuta segreta, della sorgente della giovinezza. Mentre sta lavorando per il Museo di Storia Naturale di Toronto, Burton, allestendo una mostra sulle grandi epidemie della storia, vuole dimostrare che le origini dell’HIV sono da ricercarsi nella società canadese. Temendo una diffamazione per vilipendio, il fantasma del Paziente Zero, un assistente di volo franco-canadese accusato di essere il primo soggetto ad avere portato il virus nel Nord America, appare a Burton e lo obbliga a ripensare le sue idee e la sua esposizione dei fatti. Da questa incredibile premessa inizia una indagine sulle varie opinioni collegate all’Aids-Hiv, arricchite di sequenze fantastiche ed esilaranti numeri musicali. Anche se questo genere di film (grottesco) non è tra i vostri preferiti, vi assicuriamo comunque che ne uscirete divertiti e ammaliati.

Condividi

4 commenti

  1. Anna GANGA Gregoruttin JERMANN

    Siamo stati costretti a creare il virus HIV come arma segreta per eliminare la razza africana. Il dott. Robert Gallo finalmente parla
    Una revisione dello Speciale Diagramma del Flusso Virus (“logica della ricerca”) rivela che gli Stati Uniti stavano cercando una “particella virale” che avrebbe un impatto negativo sui meccanismi di difesa del sistema immunitario della razza africana.
    Chiedendo, il dott. Robert Gallo ha spiegato: “Siamo stati costretti a creare il virus HIV come arma segreta per spazzare via la razza africana”.
    Secondo i dati della Global Health Observatory (GHO), la situazione e le tendenze globali:
    Dall’inizio dell’epidemia, quasi 71 milioni di persone sono state infettate dal virus dell’HIV e circa 34 milioni di persone sono morte a causa dell’HIV a livello globale. Sfortunatamente, ci sono altre versioni di titoli simili ma diversi con l’intenzione di distorcere i fatti e disinformare il pubblico generale quando in realtà non c’è stato alcun consenso da parte dei leader mondiali per coinvolgere esperti per un’indagine approfondita.
    Il segreto nascosto per padroneggiare i sussidi Un genocidio medico per spazzare via la razza africana.
    Siamo stati costretti a creare il virus HIV come arma segreta per eliminare la razza africana
    Dr. Robert Gallo
    Nell’aprile 1984, il dott. Robert Gallo ha presentato una domanda di brevetto degli Stati Uniti per la sua invenzione, il virus HIV / AIDS. Normalmente, quando un brevetto è depositato e approvato, come lo era il Dr. Gallo, chiunque usi il prodotto o l’invenzione deve pagare un compenso all’inventore. Quindi, mantenendo le leggi sulla proprietà intellettuale nelle loro più complete interpretazioni, ci si deve solo chiedere perché il dott. Gallo non ha ancora intentato una causa per cercare di recuperare i danni dall’uso della sua invenzione? Per quanto strano possa sembrare questo scenario, ha bisogno di ulteriori approfondimenti.
    L’evidenza scientifica è completa e avvincente, il virus AIDS è un prodotto di design del programma U.S. Special Virus. Il programma Virus speciale era un programma federale di sviluppo di virus che si protrasse negli Stati Uniti dal 1962 fino al 1978. Il virus speciale statunitense fu poi aggiunto come “complimento” alle vaccinazioni vaccinali in Africa e Manhattan. Poco dopo il mondo fu sopraffatto dalle infezioni di massa di un retrovirus umano che differiva da qualsiasi malattia umana conosciuta, era altamente contagioso e, cosa più importante, poteva uccidere.
    Una revisione dello speciale diagramma di flusso dei virus (“logica di ricerca”) rivela che gli Stati Uniti stavano cercando una “particella virale” che avrebbe un impatto negativo sui meccanismi di difesa del sistema immunitario. Il programma ha cercato di modificare il genoma della particella virale in cui infilare una “malattia devastante” animale chiamata “Visna”.
    Secondo gli Atti degli Stati Uniti d’America, l’AIDS è uno sviluppo evolutivo e di laboratorio del particolare virus Visna, rilevato per la prima volta nelle pecore islandesi. Recentemente, scienziati americani e mondiali confermano con certezza al 100% la genesi di laboratorio dell’AIDS. Questo fatto è ulteriormente sottolineato quando si esamina la natura “a più splicing” del gene “tat” dell’HIV e la carta del Virus Speciale del 1971 del Dr. Gallo, “Trascrittasi inversa delle particelle del virus di tipo C di origine umana”.
    La carta del Virus Speciale del Dr. Gallo del 1971 è identica al suo annuncio dell’AIDS del 1984. Dopo un’ulteriore revisione, il documento rivela che ha depositato il suo brevetto sull’AIDS, prima di fare l’annuncio con il segretario Heckler. All’inizio di quest’anno, il Dr. Gallo ha ammesso il suo ruolo di “Project Officer” per il programma federale di sviluppo di virus, lo Special Virus.
    Il diagramma di flusso del programma e le 15 relazioni sui progressi sono prove inconfutabili del piano segreto degli Stati Uniti per abbattere le popolazioni del mondo attraverso lo scatenamento di un microrganismo biologico furtivo che avrebbe “sprecato” l’umanità. Alla luce di questa vera genesi della piaga biologica più spregevole del mondo, sono gli Stati Uniti che devono pagamenti “reali” alle vittime innocenti. Ogni vittima dell’AIDS merita una scusa formale e un senso di chiusura economica per un’invenzione di morte e disperazione, perpetrata dagli Stati Uniti.
    Gli occhi del mondo sono sul team di assistenza sanitaria del General Accounting, sotto la direzione di William J. Scanlon. Tra il 1964 e il 1978, il programma segreto del virus federale ha speso 550 milioni di dollari di denaro dei contribuenti per inventare l’AIDS. Ora è necessario spendere tutto ciò che serve per smantellare un’invenzione che ha portato al più grande crimine contro l’umanità nella storia del mondo.
    Quando un’esposizione atroce o una rivelazione di questa portata viene rilasciata al pubblico, ci si aspetterebbe che i leader mondiali uscissero e convocassero una riunione di emergenza per indagare sulla veridicità di tale affermazione. Non quando coinvolge gli oppressori, l’insieme di leader che prosperano in doppio standard. Predicano il diritto umano senza rispetto per la vita umana, usano lo stesso diritto umano di invadere le nazioni sovrane con menzogne inventate per uccidere donne sfortunate e bambini solo per regolare i punteggi politici, solo per scusarsi quando la verità è svelata.
    Se una tale atrocità si verifica nei paesi meno sviluppati, lo stesso ipocrita inizierà a gridare crimini di guerra in alto cielo e vuole che la persona venga processata a L’Aia. Le reazioni del lettore saranno apprezzate.

  2. …un film stupendo!!
    trasmesso dalla Francia in Televisione nel 1996/1997,
    fatto circolare in Italia underground,
    meno male che nel nov/dic 2005 è stato tolto dalla Muffa del computer!
    Mette chiaramente e finalmente in evidenza che si tratta di un problema tra Anglofonia e Francofonia del LIBERO CANADA…
    certo, l’Immunodeficienza è antica…e HIV Virus non è mai stato isolato, è una questione di Nobel tra Gallo e Montagner …della serie…
    “l’America ha i CONTAINERS pieni di FARMACI e NOI::::LE TOMBE!”
    AZT=TOPICIDA e o CHEMIOTERAPICO DI SCARTO, vedi OUTADALI relazione del Dottor Professor Pontiggia Clinica Privata per l’Ipotermia di PAVIA e conseguente morte di FRANCESCO CAPUTA!
    Saludos, estamos et ombra!
    Siempre hasta
    Anna GANGA Gregorutti JERMANN
    [email protected]
    della serie “già dato!”
    LOVE and BAX

Commenta


Varie

Delirante e divertente musical sull’Aids, protagonista dei film è il leggendario «paziente zero» ritenuto il responsabile dell’introduzione dei virus HIV nel nord America, uno stewart franco canadese il cui stile di vita promiscuo avrebbe causato il diffondersi della malattia. Suo compagno di viaggio nel tempo, Sir Burton, inventore dei preservativi. Presentato al festival di Berlino.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.