Where the Boys Are

Where the Boys Are
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT L
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Where the Boys Are

Gennevilliers, sobborgo alla periferia parigina. Quattro amiche adolescenti passano le loro giornate alla finestra, sognando un ragazzo che forse non arriverà mai. Davanti ai loro occhi operai di origine africana ed araba lavorano duramente per costruire una moschea. Le ore delle quattro ragazze scorrono tutte uguali nell’hortus conclusus cui sembrano essere state confinate, così indolenti rispetto alla frenesia che avvolge il mondo esterno. Ma una sera, complice qualche bicchiere di troppo, il desiderio e la voglia di scoprirsi emergeranno in modo del tutto inatteso. Uno sguardo intimo e disincantato sui turbamenti dell’adolescenza, inserito in un contesto di sottile e sottaciuta contrapposizione sociale firmato da Bertrand Bonello, figura di spicco del cinema contemporaneo francese. (Togay)

Condividi

Commenta


Varie

For the director of this documentary shooting the end of the construction of a mosque in a place like Gennevilliers, a Parisian suburb, was attractive right from the start: filming a project, a desire, a dream to be fulfilled; and, at the same time, to unite the story of four young girls living in an apartment in front of the mosque who also have a hope —to find the boy of their dreams. This film is, at the end of the day, the representation of modern France

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.