Velvet Goldmine

Velvet Goldmine
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GG
  • Eros
  • Media voti utenti
    • (111 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Velvet Goldmine

Questo film del regista gay inglese Todd Haynes, è uno dei film più divertenti, belli ed eleganti del 1998, peccato che sia stato sottovalutato sia dal pubblico che dalla critica. Ci fa rivivere un momento storico della pop music, quello dell’esplosione del glam rock nei primi anni settanta a Londra. E’ una riflessione sul potere dello spettacolo e dell’illusione, ma è anche una intrigante storia d’amore, l’amore tra il misterioso divo Brian Slade e sua moglie, e l’americano Curt Wild che diventa il suo doppio e insieme suo fratello, il suo amante. Imperdibile per gli amanti della musica rock e di . . . Ewan McGregor!

Condividi

18 commenti

  1. Splendidamente fantastico! Brillantini ovunque, e voglia di scrivere col rossetto le pareti di casa. Solo l’ inizio del film sarebbe da mandare in loop all’ infinito. Un opera glam che passera’ palla storia! Da divorare.

  2. thediamondwink

    un film geniale, elegante e piacevole da vedere. Rivivere gli anni 70 in modo eccellente, con una sceneggiatura originale e ispirata al pop di quel periodo, nonchè agli stessi protagonisti che hanno reso indimenticabili quegli anni! Da vedere per chi ama la musica e la ‘scenicità’!

    p.s. Ewan McGregor, in questo film assomiglia tanto a Kurt Cobain 🙂

  3. Ataraxy

    Due G e basta??? Mi sembra un po’ pochino.
    However, film stupèndo con una bellissima colonna sonora e un cast di attori vèramènte bravi.
    Vale davvèro la pèna di vederlo secondo me u.u
    ♥

  4. Forse è il film migliore di Todd Haynes. Anche se fa film così diversi uno dall’altro, pur tutti intrisi di grandissimo “senso cinematografico”, che è difficile confrontarli. Anche “Far from heaven” è un ottima pellicola!

  5. Morgana

    Sexy. bellissimo.misterioso e cattivo————UNO DEI MIGLIORI FILM….E’ COME VIVERE IN QUEL MONDO ……La musica, l’atmosfero, pervade ogni senso e ti scaraventa in “paradiso”…….

  6. Colonna sonora,trama,scenografia,costumi…velvet goldmine ha tutto…Cinvolge in maniera spaventosa…fa venire la pelle d’oca,fa piangere,fa sorridere…che posso dire di piu’?è semplicemente meraviglioso…il mio preferito

Commenta


Varie

Agli inizi degli anni ’80 Arthur, un giornalista inglese che lavora in un quotidiano di New York, riceve l’incarico di scrivere un articolo sulla vicenda di Brian Slade, mitica star del ‘glam rock’, scomparso improvvisamente dalle scene all’apice della fama. Arthur, da ragazzo, era stato tra coloro che avevano per Slade una vera passione. Con qualche emozione, Arthur cerca di ricostruire il quadro di quegli anni: comincia ad analizzare il rapporto tra Brian e la moglie Mandy, rintracciandola in un locale di secondo piano ed invitandola a ricordare la sua storia con Brian. Si torna così alla Londra degli anni Settanta, quando ormai dilaga la moda di una musica rock che deve essere sempre più sfrenata e narcisista. Slade si adatta subito a quel clima esibizionistico, indossa abiti sgargianti, pettinature dai colori vistosi, soprattutto insiste sull’ambivalenza e la sfrenatezza degli atteggiamenti sessuali. Si
sposa e va in America dove incontra Curt Wild, altra star del rock, di cui diventa intimo amico, lo porta a Londra, la moglie esasperata lo maledice. Si torna agli anni Ottanta e Arthur telefona a Curt Wild che lo invita al concerto di Tommy Stone. Arthur vi si reca, e osserva: quel Tommy somiglia proprio a Brian.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.