Unconditional

Unconditional
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (2 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Unconditional

Un film audace e quasi folle come la storia che racconta, che la brutta locandina del film non richiama affatto. E’ la storia di un viaggio verso la maturità, verso la scoperta di se stessi, che mescola abilmente differenze di classi sociali, sessualità, età e amore folle. Commedia nera, sentimentale, psicologica, spesso anche divertente, scritta dal vincitore del premio Bafta, Joe Fisher, con ottime interpretazioni di Christian Cooke (The Promise, Cemetery Junction), Melanie Hill (Stardust) e dei sorprendenti esordienti Harry McEntire e Madeleine Clark. Kristen e Owen, sono sorella e fratello gemelli, diciassettenni, disadattati, alienati, chiusi nel loro mondo a parte, che passano le loro giornate a occuparsi della madre, Maureen: le vogliono bene, ma sono stanchi di prendersene cura, e fantasticano di ucciderla e scappare. Quand’ecco arriva Liam, ventenne, affascinante, aitante, un adone. Kristen se ne innamora perdutamente. Ma Liam sembra più interessato a Owen. Lo porta a farsi una bevuta, e dopo una partita a biliardo lo invita nel suo appartamento. Ubriaco, Liam spinge Owen a provare qualche vestito da donna che si ritrova in casa. Owen, che prima era oscurato dalla figura dominante della sorella, si trasforma in una donna bella e seducente in grado di attrarre tutti, compreso Liam, il quale si infatua di Owen, e gli offre un amore totale, incondizionato. Liam insiste perchè Owen si vesta sempre da donna quando esce con lui, e inizia a chiamarlo sempre col nome della sorella Kristen, mentre gli promette una futura e normale vita insieme (“l’indecisone è dei perdenti”)… Il regista Higgins, qui al suo esordio nel lungometraggio, ha dichiarato: “Sono cresciuto in una noiosa strada di Londra vicino al fiume. I segreti si nascondono dietro la porta di fronte. Sono attratto dalle storie di gente normale con terribili vite interiori, e da come la nostra ricerca d’amore ci possa mettere nei guai. Lo script meraviglioso di Joe suonava così vero: il mio ideale è fare film nei quali tutte le decisioni sulle riprese sono dettate dalle emozioni dei personaggi. L’incondizionato: i gemelli e Liam ci portano nel lato selvaggio, e io cerco di metterci le energie delle mie canzoni d’amore punk preferite. Volevo fare un film crudo e appassionante ma anche molto cinematografico, con umorismo e tensione”.

Condividi

Commenta


trailer: Unconditional

Varie

Il film è stato selezionato per il Giffoni Film Festival (12-24 luglio 2012)

—————–

A darkly comic psycho-romance from BAFTA-winning writer Joe Fisher with superb performances from Christian Cooke (THE PROMISE, CEMETERY JUNCTION), Melanie Hill (STARDUST), the legendary James Bolam and outstanding newcomers Harry McEntire and Madeleine Clark. UNCONDITIONAL is an unpredictable, unstoppable coming of age story – an everyday tale of wild abandon. Sixteen year-old twins Kristen and Owen are misfits in the real world, bored of caring for their mum and fantasising about murdering her. Then along comes Liam: 20s, tough, charming, full velocity, genuinely cool. Kristen fancies him with the intensity of someone in a fairytale. Liam takes Owen out drinking – and the depth of Liam’s mis-wired obsessions soon emerge. Liam offers unconditional love…on one condition. As the twins fall under his sway, snarled by a dangerous love, will they live to tell the tale? Directed by BAFTA-Nominee Bryn Higgins with a gripping modern score by BAFTA-winner John Lunn and outstanding photography from BAFTA-winning DOP Paul Otter, UNCONDITIONAL is a refreshing, energetic, sharply witty and utterly original.

CRITICA:

“An impressively made and darkly disturbing drama, nicely scripted and impressively shot…a delightfully skewed look at that dramatic cliché of obsessive love driven by impressive performances… Its brooding style and crisp cinematography mark director Bryn Higgins out as filmmaker to be watched…” (Screen International, Mark Adams, Chief Film Critic)

“Everything from the look of the film to the flow of the edit enhances that raw unpredictability.” (filmthreat.com, Mark Bell)

“A potent mix of class, gender, sexual and generational tensions with excellent performances” (San Francisco Chronicle)

“Fantastic” (Chris Collins, BFI Film Fund)

“Cinematic, gripping and ugly-beautiful” (Tom Harvey, CEO, Northern Film & Media)

“Bravura breakthrough performances” (Nick Love, Vertigo Films)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.