Trois huit

Trois huit
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GG
  • Media voti utenti
    • (2 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Trois huit

Un film molto interessante e intelligente che tratta delle difficoltà che si possono incontrare nell’ambiente di lavoro. La tematica principale è quella del mobbing, di come si possa sottilmente perseguitare e fare soffrire un collega di lavoro. Le motivazioni che stanno dietro a questi comportamenti antisociali e distruttivi possono essere molteplici. Spesso sono generati dall’invidia, dal desiderio di emergere, dal bullismo, ecc. In questo caso è lo scontro tra due tipi di omosessualità, quella segreta di Fred, un operaio culturista e machista che non avrebbe mai il coraggio di riconoscerla pubblicamente e quella latente di un ottimo padre e marito, il protagonista Pierre, che si scopre irresistibilmente attratto da Fred. Fred, intuita subito la debolezza del collega, lo tormenterà crudelmente (“ognuno uccide quello che ama”), forse consapevole di stare nello stesso tempo castigando anche se stesso. Bellissimo il finale del film, quasi tragico, che farà riconoscere ad entrambi il loro segreto. Il loro addio sarà una liberazione piena di nostalgia.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Commenta


Varie

Il modesto operaio Pierre, felicemente sposato con Carole, viene spostato al turno di notte in fabbrica (il tre-otto del titolo originale). Prima ancora di capire che tipo è Pierre, scopriamo che non avrà vita facile: nuovi compagni, nuovi scherzi, una certa intolleranza per il nuovo arrivato, un collega, Fred, che lo prende di mira. Lentamente, inesorabilmente Fred, disturbato, problematico, piccolo teppista cresciuto fino alle dimensioni di un culturista, sopraffa Pierre: gli affibbia nomignoli, lo bersaglia di motti e allusioni, lo molesta e lo umilia davanti ai compagni e perfino al figlio adolescente. Arriva a sopraffarlo fisicamente e a promettergli di picchiarlo di santa ragione. Pierre subisce e cova rancore e vendetta.
È allora che comprendiamo che Pierre è un debole fondamentale: la moglie ha un lavoro migliore, il figlio inizia a disprezzarlo, i suoi movimenti e le sue espressioni si fanno sconnesse e insicure; ogni notte al lavoro e’ una tortura, un tenersi continuamente alla larga dal compagno prepotente, un sorvegliarlo per evitare il contatto con lui. Pierre è un omosessuale represso, e Fred lo ha capito benissimo. L’omosessualità latente nella situazione sembra esplodere quando Pierre si abbandona a un gesto platealmente masochista, afferrare un oggetto rovente sotto gli occhi estasiati di Fred, per mostrargli quanto è bravo… (Gay.tv)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.