Together

Together
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT QQ
  • Media voti utenti
    • (2 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Together

Ennesimo film (questa volta riuscito) sui mitici anni 60-70 quasi interamente ambientato in una villetta suburbana abitata da una comune di studenti operaisti, verdi integralisti, coppie aperte (apertissime, praticamente sfasciate), un transessuale, un aspirante lesbica, ed un paio di bambini. Divertente e ironico come quando ci rappresenta la scoperta dell’omosessualità da parte di uno dei ragazzi della comune – dopo che la fidanzata, entrata in analisi, è “diventata” lesbica -, scoperta che avviene perché l’unico gay tra i presenti insiste per fare del sesso orale (la prova concordata tra i due è quella di scoprire se in un minuto, un pompino (ricevuto) riesce a provocargli un’erezione, cosa che evidente riesce se in seguito vediamo i due allegramente a letto insieme).

Condividi

3 commenti

  1. daniele

    Lukas Moodysson si conferma sempre regista di rare delicatezza e sensibilità. Ancora una volta ( mi riferisco ai riuscitissimi lilja 4 ever e fucking amal) riesce ad essere profondo e intelligente sul registro della leggerezza. Consigliatissimo e 8 pieno!

  2. Uno dei primi film queer che vidi, diversi anni fa.. Molto divertente e schietto.. Ricostruisce bene il clima che si respirava in quegli anni, nelle comuni.. Consigliatissimo

Commenta


Varie

Periferia di Stoccolma, anno 1975. Dopo che il marito Rolf ha alzato per l’ennesima volta le mani su di lei, Elisabeth, casalinga, prende i due figli piccoli Eva e Stefan, fa le valigie e va via di casa per trasferirsi dal fratello Goran. Questi in realtà ha trasformato l’abitazione in una comune. Elisabeth e i piccoli si trovano così in una casa caotica, tra capelloni che discutono di politica, praticano l’amore libero, coltivano verdure e bevono molto vino rosso. Elisabeth fa conoscenza con Lena, la compagna di Goran, una hippy molto emotiva, che non pensa mai prima di agire; con Erik, comunista arrabbiato che odia la vita borghese; con Anna, alla continua ricerca dell’amore; con Lasse, il cinico, studente sui trenta anni, privo di ideali politici. Anna e Lasse hanno un figlio, Tet, ma dopo che si sono separati, Lasse ha preso a frequentare Klas, che ama il sesso, il vino e la scherma. Infine ci sono Sigvard e Signe, marito e moglie: idealista il primo, timorosa la seconda. Di fronte alla comune vive una famiglia, Magrit e Ragnar. Lei, Magrit, è infastidita e preoccupata per le cattive amicizie che può fare il figlio Fredrik di 14 anni. Elisabeth si inserisce a modo suo in questo contesto. Vi accoglie, dopo molte indecisioni, anche Rolf pentito, chiarendo che lei è indipendente e comincerà a lavorare. E anche altre situazioni si risolvono. Goran caccia di casa Lena, che per telefono chiama la mamma. Magrit va a prendere il figlio Fredrick e finalmente anche lei si sfoga con Anna. Fuori comincia a nevicare. Escono alcuni, poi anche gli altri. Tutti cominciare a giocare a pallone sotto la neve.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.