Tempesta su Washington

Tempesta su Washington
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (2 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Tempesta su Washington

Su un candidato alla presidenza (Henry Fonda) vengono fatte delle indagini per scoprire i suoi trascorsi comunisti; ma vittima della logica dei ricatti incrociati diventerà proprio il capo della commissione (Don Murray), che ha un passato omosessuale da nascondere. É il film che con “Quelle due” di Wyler) ha scardinato i rigidi divieti del Codice Hayes verso le “perversioni sessuali”: per la prima volta nella storia di Holliwood, una scena si svolge in un bar ufficialmente gay. Appare oggi incredibile come una breve storia omosessuale vissuta in gioventù possa portare a conseguenze così tragiche causate dall’omofobia sociale ed interiorizzata.

Condividi

Commenta


Varie

Il Presidente degli Stati Uniti, gravemente ammalato, vuole nominare quale Segretario di Stato un certo Robert Leffingwell, che ha molti avversari anche nel partito di maggioranza perchè sospetto di filocomunismo. Di fatto, egli ha frequentato un tempo una cellula e, solo mentendo sotto giuramento davanti alla Commissione di inchiesta, evita che questo sia reso pubblico. Il Capo della Commissione che, venutone a conoscenza, ha inutilmente insistito presso il leader del partito e lo stesso Presidente perchè la nomina venisse ritirata, finisce poi per suicidarsi in seguito ad un ignobile ricatto. Questo fatto aumenta il disorientamento dei Senatori, i quali, votando, raggiungono un risultato di parità. Il vicepresidente, il cui voto deve decidere, ha intanto la notizia della morte del Presidente, e si astiene. Dovendo succedere nella carica, sceglierà un Segretario di Stato di suo gradimento.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.