Tabù - Gohatto

Tabù - Gohatto
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (38 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Tabù - Gohatto

Con una storia di sangue e di omosessualità l’autore de L’impero dei sensi torna dopo 14 anni dietro la macchina da presa, e dopo una malattia che lo ha ridotto in una sedia a rotelle. E torna a scandalizzare. Intervistato sull’omosessualità del film, il regista risponde:
“Succede in qualunque gruppo monosessuale e chiuso: nelle squadre sportive, nei conventi, nei collegi, nelle caserme. E’ una pulsione che nasce spontaneamente, e diventa più forte tanto più i rituali sono ferrei. La setta dei Shinsengumi durò solo pochi anni. Era una milizia oltranzista, che difendeva l’isolazionismo e il potere dello shogun. Era anche una specie di scuola di nazionalismo. L’omosessualità era accettata. ‘Purché non distolga dal combattimento’. Non si può capire fino in fondo il mondo dei samurai senza mostrare quell’aspetto fondamentale. La morte e il sesso sono le due chiavi di volta del film e della vita.”

Visualizza contenuti correlati

Condividi

8 commenti

  1. Il personaggio di Sozaburo Kanu , il giovane bellissimo samurai intorno a cui ruota questo affascinante film giapponese , è veramente enigmatico. E’ la trasposizione della femme fatale del cinema occidentale degli anni ’30 e ’40 : impenetrabile sentimentalmente , crudele e infedele a tutti gli amanti ,sprezzante del pericolo. Tutti si innamorano di lui , per lui molte vite sono stroncate senza che lui batta ciglio. Naturalmente tutto questo va inserito nel contesto di una organizzazione samurai giapponese in cui la vita umana per presupposto non ha alcun valore e tutto gira rigidamente intorno alla disciplina e al valore militare. La bellezza androgina dell’attore Ryuhei Matsuda, inquietante come un angelo di Leonardo o una Salomè , sarebbe senz’altro piaciuta a Oscar Wilde. Voto 8.

  2. Giuseppe81

    un bel film! m ha ricordato in parte Teorema di Pasolini; anche qui c’è un ragazzo ke affascina tutti con la sua bellezza diabolica! belle la fotografia e la musica d Sakamoto

  3. gIlly88

    ammetto è strutturato in modo strano,ma la sua stranezza lo rende bello….ttt gli attori sono stati bravissimi nell’immedesimarsi nelle reazioni alla vista di kano….uno di questi è tashiro,ke ne è completamente innamorato…..

Commenta


Varie

Anno 1865, a Kyoto, nell’area di tirocinio della truppa Shinsen-gumi acquartierata in un grande tempio buddista gli aspiranti samurai si esibiscono in combattimenti davanti ai selezionatori. Questi sono il capo della guarnigione Isami Kondo, il luogotenente Hijikata e Soji Okita. Tra i tanti ne vengono accettati due: Sozaburo Kanu, giovane schermitore di Kyoto, e Hoyzo Tashiro, ex samurai di basso rango. Fin dal primo giorno di arruolamento, Tashiro è rimasto colpito dal fascino enigmatico di Sozaburo. Quando si presenta la necessità di giustiziare un colpevole, Kondo affida il compito a Sozaburo, che lo assolve in maniera esemplare. Passa un mese, Sozaburo è ormai a tutti gli effetti uno della Shinsen-gumi ma su di lui cominciano a diffondersi strane voci relative a tendenze omosessuali. Hijikata ne è convinto, e Yuzawa, un altro uomo, resta affascinato da lui. In autunno, mentre Kondo è lontano per una spedizione, Sozaburo stabilisce un rapporto con un altro leader, Genzaburo, e poi si lascia sedurre da Yuzawa. In inverno, al rientro di Kondo a Kyoto, Yuzawa viene trovato ucciso. In primavera Hijikata ordina che Sozaburo vada con una donna. Yamazaki cerca di portarlo in un bordello, ma lui rifiuta. Quella notte, Yamazaki rischia di essere ucciso con un coltello che si scopre appartenente a Tashiro. Kondo allora decide che Tashiro deve essere ucciso e incarica Sozaburo di procedere, con l’aiuto di Hijikata e di Okita. Dopo essersi rinfacciati violente accuse, Sozaburo scaglia il colpo di sciabola decisivo e uccide Tashiro. Durante il ritorno, Hijikata capisce che Okita vuole eliminare Sozaburo. Sconvolto sfodera la sciabola e abbatte un alberello di ciliegio in fiore, poi rimane in piedi tra i fiori che svolazzano nella pioggia. Due anni dopo termina l’epoca dei samurai.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.