Sweet Sweet Marja

Sweet Sweet Marja
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica

Cast

Sweet Sweet Marja

Il film inizia con l’architetto Corrado (Corrado Calda) che ricorda un episodio accaduto un anno prima che ha cambiato irrevocabilmente la sua vita e quella di sua moglie Catia (Maria Grazia Cucinotta) e degli altri suoi soci in affari. La vicenda si sviluppa nell’arco di una giornata, alla vigilia di ferragosto, dove il finanziere milanese Giorgio Villari (Pietro Sermonti) e il suo nuovo socio napoletano, l’imbroglione Antonio Spriano (Adolfo Margiotta) tentano una speculazione edilizia ai danni di una villa del seicento “Villa Lorenzetti” per trasformarla in un moderno centro benessere. Corrado in difficoltà economica e piccolo coltivatore nonché consumatore di marijuana, organizza una cena d’affari vegetariana la sera della vigilia di ferragosto a casa, sua per portare a termine la compravendita della villa siglando un contratto tra lui, Villari e Spriano. In realtà i presagi sono pessimi…, tutti vogliono guadagnarci qualcosa imbrogliando gli altri. Catia che sognava un serata romantica si ritrova così a preparare una noiosa cena di lavoro, preceduta da un inopportuna litigata con il marito Corrado. Ma giunti alla cena, tra gli ingredienti dello sformato di verdure, ci finisce qualcosa di non previsto che trasformerà l’affare in una dissacrante quanto divertente caduta di ogni maschera sociale. Davanti alla verità svelata da ogni personaggio tutto sembrerebbe sfumare, ma poi, accade un ultima imprevedibile cosa… Film assurdo che non riesce nemmeno a strappare una risata, con due protagonisti che alla fine diventano inspiegabilmente gay.

Condividi

Commenta


Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.