Struck by Lightning

Struck by Lightning
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GG
  • Media voti utenti
    • (1 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Struck by Lightning

Divertente e amara nello stesso tempo questa commedia-nera (solo per l’incipit) scritta (all’età di 17 anni), sceneggiata e interpretata da Chris Colfer (Glee) sotto l’abile regia di Brian Dannelly (Saved!). Carson Phillips (Colfer) muore colpito da un fulmine prima di finire il liceo. Scopriamo in flasback chi era e cosa faceva come direttore del giornalino scolastico, mentre sperava di diventare un giorno redattore del The New Yorker. Aveva grandi sogni che avrebbe potuto realizzare solo fuggendo dalla mediocrità di una piccola cittadina. A scuola Carson rimaneva estasiato davanti ai bicipiti degli studenti atleti, lavorava nel gruppo teatrale gay (il presidente ha un compagno gay non ancora pronto per il coming out), sosteneva le civettuole cheerleader, accettava i consigli dell’incapace assistente scolastica (Angela Kinsey). A casa doveva vedersela con una rassegnata mamma (Allison Janney) – ma sarà lei il vero motore delle sue scelte, un padre estraneo (Dermot Mulroney) e la sua nuova fidanzata incinta (Christina Hendricks, ‘Mad Men’), una nonna (Polly Bergen) che sta dolorosamente perdendo causa l’Alzheimer. Tra tutti il suo vero punto di riferimento e sostegno era la sua grande amica Malerie (Rebel Wilson), sfortunata e intelligente grassottella, sempre capace di tirati sù di morale e divertirti. E’ proprio grazie al suo aiuto che Carson riesce a reclutare una squadra di redattori per il giornalino scolastico, malvisto da tutti, e a farli lavorare con dei piccoli ricatti usando i segreti di ciascuno, tra i quali la gayezza velata di alcuni. Carson non è un moralista, anzi appare inizialmente come un opportunista, ma quando i suoi comportamenti, involontariamente, rendono i ragazzi più consapevoli dei loro desideri e delle loro reali ambizioni, egli accoglie la sfida di cambiare le cose al meglio per ognuno di loro… Molto ben amalgamati da sceneggiatura e regia i momenti tristi e quelli divertenti, le riflessioni serie con quelle più leggere, dove non manca mai una buona dose di ironia e sarcasmo, grazie anche alla bravura degli ottimi interpreti, tra i quali Rebel Wilson ruba la scena a tutti. Un viaggio verso la maturità che rompe coi canoni tradizionali dei film studenteschi, alzandosi decisamente di livello. Curiosa la scelta di non fare mai dichiarare apertamente come gay il protagonista (forse per allontanare il clichè che Colfer ha assunto con la serie Glee?), motivo per cui diamo al film solo 2 G.

Condividi

Commenta


trailer: Struck by Lightning

Varie

Il film viene presentato in anteprima nazionale al Giffoni film Festival il 22 luglio 2012 (benaugurando per una distribuzione italiana)

STRUCK BY LIGHTNING, l’irriverente commedia scritta dalla star di GLEE Chris Colfer, si apre letteralmente col botto. Carson Phillips, 17 anni, è determinato a realizzarsi e a dimenticare in fretta i giorni trascorsi nel suo mediocre liceo, quando viene improvvisamente colpito da un fulmine. L’incidente dà il via a una storia divertente e insieme perfida su un ragazzo che escogita un ricatto per accrescere le sue possibilità di essere accettato in una prestigiosa università, ma ciò che riuscirà a realizzare si rivelerà molto più profondo. (Giffoni F.F.)

CRITICA:

This coming of age film was well written and showed one of the other sides of Actor/Writer/Producer Chris Colfer. He originally wrote it when he was about 18 and dipped into some very complicated matters such as divorce. I would recommend this to anyone of any age. Some matters, although they seem very childlike (like blackmailing others to get what you want), touch on some serious aspects such as how schools are run. Although it is unlikely for someone to get struck by lightning and die spontaneously, it does bring awareness to many problems. Rebel Wilson is incredible in this. Even in the end when half the theater was balling their eyes out and i had the equivalent of a glass full of water on my sweater from crying, she made everyone laugh literally out loud. Her one liners were all her; she was doing improv for pretty much the whole move. Recap: EVERYONE NEEDS TO WATCH THIS. Its not sappy but its sad, its hilarious, and it touches one important subjects.(Imdb)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.