Stonewall (2015)

Stonewall (2015)
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (4 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Stonewall (2015)

Il film ricostruisce la storia della prima rivolta della comunità LGBT contro i soprusi della polizia che interveniva spesso con violenza in tutti i luoghi dove gli omosessuali s’incontravano come il locale “Stonewall Inn” nel Greenwich Village di New York. Questa rivolta viene assunta come la prima manifestazione per la difesa dei diritti dei gay, segnando l’inizio del movimento LGBT negli USA. Il fatto che fosse una manifestazione violenta, ha detto il regista Emmerich, non deve scandalizzare, perchè quasi tutti i movimenti di protesta sono nati con azioni violente. Il regista, che ha iniziato il progetto per il film nel 2013, ha detto di aver incontrato grosse difficoltà nella realizzazione di questo film, nonostante sia uno dei registi hollywoodiani più quotati, capace di raccogliere centinaia di milioni per ogni suo film, vedi “2012” e “The Day After Tomorrow”. I produttori, ha spiegato, vogliono film con pochi protagonisti, mentre questa è una storia collettiva. Poi, ha aggiunto, Hollywood non è ancora pronta a dedicarsi a film con prevalente tematica gay. Forse per questi motivi la storia del film mette in primo piano la vicenda di un giovane, Danny Winters (interpretato da Jeremy Irvine, il giovene eroe di War Horse), un ragazzo cacciato da casa perchè omosessuale, che arriva a New York, senza un tetto dove dormire, dove incontra altri ragazzi di strada gay che lo introducono allo Stonewall. Dopo la pubblicazione del primo trailer del film, alcuni gruppi LGBT, hanno protestato perchè il film metterebbe in secondo piano i veri protagonisti della rivolta di Stonewall, che sarebbero stati transessuali neri e portoricani. Il regista ha risposto che nel film sono presenti anche trans, drag queen e lesbiche “perchè abbiamo voluto dare al termine gay il significato più completo possibile. Parlando con i giovani del Gay and Lesbian Center di New York, mi sono meravigliato di come in pratica le motivazioni e le circostanze che portarono alla rivolta del ’69 siano ancora presenti oggi, 45 vanni dopo. Questo film, che per me è stato un vero atto d’amore, vuole onorare profondamente la vita di quelle persone, come Marsha P. Johnson, Sylvia Rivera, e Ray Castro, e tante altre che con il loro coraggio hanno dato inizio al movimento per i diritti civili che continua ai nostri giorni”. Il protagonista Jeremy Irvine ha aggiunto: “Vi assicuro che nel film sono presenti tutte le razze e le diversità che parteciparono alla rivolta, uno dei momenti più importanti della storia civile e sociale della storia contemporanea. Marsha P Johnson copre la maggior parte del film e, sebbene non sia chiaro chi fu a lanciare la prima pietra, nel film questa parte è affidata ad un trans nero, interpretato magnificamente da Vladimir Alexis. Il mio personaggio viene adottato da un gruppo di senzatetto dai quali imparerà tutto. Penso che la storia di tutto il film faccia perno sul leader di questo gruppo interpretato da Jonny Beauchamp, che ci offre una splendida raffigurazione del travestito portoricano Ray Castro, che lotta per sopravvivere nella strada. Il personaggio interpretato da Jonathan Rhys Meyers rappresenta molto bene la Mattachine Society, che era allora un gruppo principalmente composto da bianchi gay della media società contrario alla violenza ed al radicalismo. Penso che si tratti di un personaggio difficile, conoscendo quanto importante sia questa tematica per molte persone, ma Roland Emmerich è uno dei registi più sensibili e onesti coi quali ho lavorato e sono sicuro che il suo film, nel complesso, abbia reso giustizia alla verità storica e che si tratti di un gran bel film”

Visualizza contenuti correlati

Questo film al box office

Settimana Posizione Incassi week end Media per sala
dal 05/05/2016 al 08/05/2016 14 € 54.399 € 394

Condividi

Un commento

  1. solokiefer

    Ambientazione alla Saranno Famosi da cui non esce nè il clima politico nè quello di frustrazione del mondo gay dell’epoca.
    Le cose peggiori sono i flashback stantii che raccontano una storia di famiglia perbene che caccia il figlio gay, riciclo visito almeno un milione di volte.
    Lontano anni luce da Stonewall di Nigel Finch.

Commenta


trailer: Stonewall (2015)

Varie

The plot revolves around the 1969 Stonewall Riots, the violent clash that kicked off the gay rights movement in New York City. The drama centers on Danny Winters, who flees to New York, leaving behind his sister. He finds his way to the Stonewall Inn, where he meets Trevor before catching the eye of Ed Murphy, manager of the Stonewall. He colludes with corrupt police and exploits homeless youth.

IL FILM ESCE NEGLI USA IL 25 SETTEMBRE 2015

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.