St. Trinian's

St. Trinian's
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT QQ
  • Media voti utenti
    • (11 voti)
  • Critica

Cast

St. Trinian's

Una gradita sorpresa questa commedia scolastica demenziale, vivificata da un Rupert Everett in ottima forma che copre i due ruoli migliori del film, quello del padre Carnaby Fritton, saccente collezionista d’opere d’arte e mandrillo gay, che manda la figlia nella scuola diretta dalla liberale e anarchica sorella, Camilla Fritton, interpretata dallo stesso Everett in travestì. Everett è anche tra i produttori del film. La storia è ricavata da un fumetto e da una serie di film iniziata nel 1954 dove il ruolo della direttrice Camilla era già interpretato da un uomo. Tutto il film è decisamente camp, grottesco e divertente, originale quanto basta per non fare annoiare lo spettatore non troppo esigente. Il successo commerciale del film ha già fatto mettere in cantiere un sequel.
La storia gira intorno al minaccioso destino di un istituto scolastico condotto con estremo permissivismo e frequentato da variopinte e vivaci fanciulle che, senza fare troppo male a nessuno, cercano in tutti i modi di divertirsi. Quando il ministro dell’educazione (Colin Firth) inizia una campagna moralizzatrice che ha l’obiettivo principale di fare chiudere l’istituto di Camilla, le studentesse si trasformeranno in agenti stile “mission impossible” per rubare una tela dalla National Gallery e poter così pagare i debiti della scuola. L’aiuto di Camilla sarà essenziale per fermare il Ministro, suo ex amante ancora innamorato. La regia evita accuratamente di farci vedere i fatidici baci tra Everett e Firth, che comunque finiscono a letto insieme, e per i più cinefili e gay, sarà d’obbligo ricordarli giovani amanti nel bellissimo “Another Country” del 1984 (nella scena della seduzione Camilla, con riferimento alla loro vecchia storia, dice “Another time” e Geoffrey le risponde “Another country!”). Non perdetevi la loro performance canora “Love Is In The Air” sui titoli di coda. In un ruolo secondario (conduttore della gara-quiz finale) anche l’attore e militante gay Stephen Fry.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Un commento

  1. Foerster

    Il film meriterebbe una feroce stroncatura se non fosse per le splendide interpretazioni di Rupert Everett e di Stephen Fry. Colin Firth mi è parso molto al di sotto delle sue capacità, inchiodato com’è in un ruolo da stoccafisso…
    Oltre al gustoso scambio di battute «Another time»/«Another country», credo che un riferimento alla passata carriera degli attori sia anche il nome del cagnolino di Camilla Fritton: si chiama Darcy, come il protagonista maschile di «Orgoglio e pregiudizio», interpretato da Colin Firth in uno sceneggiato della BBC del 1995.

Commenta


Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.