Sitcom

Sitcom
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT QQ
  • Media voti utenti
    • (20 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Sitcom

Film provocante e grottesco che cerca di rappresentare tutte le sfumature possibili dell’amore. Una sorta di Beautiful in acido: in una tranquilla famiglia borghese gli equilibri vengono sconvolti dall’arrivo di un grazioso topolino bianco. Il figlio rivela di essere gay, la figlia sadomasochista tenta il suicidio e confessa al padre velleità incestuose, la madre è tentata da una relazione lesbica con la cameriera. Solo il capofamiglia sembra imperturbabile. Ozon parte in quarta con una satira sempre sopra le righe sull’inattaccabilità dell’istituzione famigliare ma verso il finale l’eccesso grottesco annoia un po’. Da vedere anche perché Ozon è uno dei registi (gay) più promettenti della nuova generazione.

Condividi

7 commenti

  1. thediamondwink

    Un film che farebbe inorridire pure i registi di sottoclasse B, decisamente fuori dagli schemi e senza senso, non ho capito se doveva far ridere o solo far riflettere … davvero una perdita di tempo!

  2. Il genere grottesco è già di per sè difficile da aprezzare, ma questo film è…trrrrrrrroooooopppooooo! Sconsigliato a chi soffre di musofobia!! Concordo, meno male che poi Ozon ha cambiato genere….

Commenta


Varie

Una famiglia medio borghese nella Francia di oggi: Jean, il padre ingegnere dal carattere appartato, Hélene, la madre casalinga che trascorre le giornate tra corsi di ginnastica e sedute di psicoterapia, Nicolas, il figlio serio e studioso, Sophie, la figlia artista e irrequieta. In casa arriva Maria, una donna delle pulizie spagnola e un po’ pazzerella. Un giorno Jean, tornando a casa, porta un topolino: una presenza che crea disturbo in famiglia. Durante una cena, alla quale è stata invitata anche Maria, che porta con sé il marito di colore, Nicolas si alza e rivela di essere omosessuale. Hélene è sul principio sconvolta. Il marito di Maria si offre di andare a parlare con il ragazzo che si è rifugiato in camera. Lo raggiunge e lo induce ad atteggiamenti affettuosi. Una notte Sophie si getta dalla finestra, non muore ma rimane paralizzata sulla sedia a rotelle. David, il suo ragazzo, continua a frequentarla e cerca di soddisfarla, ma senza successo. Nicolas intanto invita gruppi di ragazzi nella propria camera, e rimane a lungo con loro. Hèlene allora sogna di andare da lui la notte e di iniziarlo all’amore eterosessuale. Allo psicanalista Hélene racconta la cosa e aggiunge che non è stato un sogno. La famiglia poi si riunisce per chiarire i rapporti interni. Hélene propone una psicoterapia di gruppo. Il padre rifiuta, e, quando torna a casa, spara, uccidendo tutti. Si tratta però di un sogno. Mentre è solo, Jean prende il topo, lo cucina, lo mangia. La madre e i figli tornano a casa. Lui, a sua volta trasformatosi in topo, attacca la famiglia. Sophie lo uccide. Al funerale, tutti lo salutano sulla tomba, e poi si allontanano. Sul feretro comincia muoversi un altro topolino.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.