Il Servo

Il Servo
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (6 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Il Servo

Film da vedere e rivedere: ogni volta si scopre qualcosa di nuovo. Il rampollo di una nobile famiglia (James Fox) assume un camereiere (Dirk Bogarte) che intuita l’omosessualità del padrone, si porta in casa l’amante (Sarah Miles) per farle sedurre il padrone. Il servo diventerà il padrone. Il fascino del film è tutto nello stile barocco di un’atmosfera di sfascio e di decadenza mai fine a se stessa. É un saggio sui rapporti di classe con la logica di un thriller basato esclusivamente sui rapporti, imprevedibili e spietati, tra i personaggi. (P.Mereghetti)

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Un commento

  1. thediamondwink

    La mente diabolica di un servo, apparentemente perfetto, ma contorto e calcolatore, che conduce alla distruzione totale del proprio padrone. Film pazzesco, oscuro e tetro, dove la perversione umana sfocia in un susseguirsi di situazioni che schiavizzano la mente del debole e umano personaggio apparentemente omosessuale. Dovrò sicuramente vederlo ancora una volta per cogliere altre sfumature, anche perchè mi ha colpito molto soprattutto per la bravura dei due protagonisti!

Commenta


Varie

Tony, dopo aver acquistato una vecchia, grande casa in un quartiere alla moda, assume come cameriere Barrett. Questi, avendo intuito il carattere debole del padrone, lo circonda di attenzioni premurose e gli introduce in casa un’attraente ragazza, Vera, facendola passare per sua sorella, e adoperandosi perchè Tony se ne innamori, sebbene questi sia fidanzato con Susan. Quando Tony scopre che Vera non è la sorella di Barrett ma la sua amante, scaccia di casa entrambi. Rimane solo, abbandonato anche da Susan; ma la solitudine lo deprime gravemente: un fortuito incontro con Barrett gli dà l’occasione per assumerlo nuovamente. Ora pero’ Barrett agisce da padrone e come tale maltratta Tony. Questi, ormai succubo di Barrett, si aggira per la casa come un demente, scivolando lentamente verso la piu’ completa abiezione.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.