Sapore di miele

Sapore di miele
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GG
  • Media voti utenti
    • (1 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Sapore di miele

Film capofila del “free cinema inglese” dei giovani registi arrabbiati degli anni 50-60. Eppure ancora oggi ha un notevole fascino. É la storia di una ragazza vittima di una madre squallida ed arrogante che viene sedotta ed abbandonata da un marinaio di colore. Troverà conforto alla sua solitudine nella compagnia di un omosessuale tenero e premuroso. Notevole questo personaggio gay che si comporta come se fosse una moglie perfetta senza essere per nulla effeminato. Cerca solo la felicità dell’amore che finora non ha mai potuto incontrare. Consigliato a chi ama le profondità dell’anima.

Condividi

Un commento

Commenta


Varie

Jo e la madre Helen, per ragioni economiche, sono costrette a fuggire dal loro appartamento di nascosto del padrone di casa. Per Jo non è una storia nuova ed anche nello squallore disadorno della nuova casa viene lasciata sola da Helen, che è andata a passare la serata col suo ultimo amico. Qualcosa però è accaduto ultimamente nella sua vita: ha incontrato Jimmy, un marinaio di colore di cui si è innamorata. Una mattina Jimmy riparte e Jo sente che non lo vedrà mai più. Non sentendosi capace di tornare dalla madre, si mette a lavorare e a questo punto nel suo mondo entra Geoffrey, anche lui uomo ramingo e omosessuale. Tra i due nasce una simpatia da cui Jo trae conforto, calore e, sotto un certo aspetto, amore. Così, quando lei si accorge di aspettare un figlio dal marinaio, è Geoffrey che si dà da fare per renderle la vita meno dura, per procurare i vestiti al nascituro e che porta ad Helen la notizia. Helen rientra nella vita di Jo e questa volta forse per darle quell’affetto di madre che le aveva sempre negato

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.