Romeos

Romeos
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT TTT
  • Media voti utenti
    • (15 voti)
  • Critica

Cast

Romeos

Lukas ha appena compiuto 20 anni ed è in piena pubertà maschile – innescata medicalmente col testosterone, poiché alla nascita era una femmina. Pronto per l’azione, deve fare il servizio civile, inizia la sua nuova vita in una grande città, ma le cose non sembrano incominciare molto bene: al suo arrivo scopre che, anzichè essere assegnato a una residenza per giovani uomini, si ritrova in una di giovani infermiere dove è l’unico ragazzo. Sconcertato, la vita giornaliera di Lukas è veramente uno stress. Per lui, essere transgender significa costantemente ritrovarsi nella categoria sbagliata. Grazie al cielo c’è la sua amica Ine che è sempre pronta a difenderlo e proteggerlo. Ine lo porta con sè nella sua vita di feste selvagge e Lukas si trova volentieri in una compagnia di amici. Fa perfino la sua prima esperienza sentimentale con l’attraente Fabio, che trasuda mascolinità da ogni poro, sicuro di sé, presuntuoso e baldanzoso, esattamente quello che Lukas non è. Ma come dire a qualcuno, che ritiene la virilità più importante di tutto, che tu sei transessuale? L’attrazione iniziale tra i due ragazzi si trasforma presto in qualcosa di più, fino a quando Fabio scopre l’identita segreta di Lukas come transgender. Ora è il momento di decidere per entrambi se sono in grado di assumersi la responsabilità dei loro sentimenti… La regista Sabine Bernardi ha detto: “La realtà transgender ha veramente cambiato la mia concezione dell’identità, così in questo film ho voluto raccontare la storia del coraggio di una giovane persona nell’affrontare la vita che sente giusta per lei. Ad un livello emozionale, io mi sentivo meno interessata al tormento interiore che a scoprire e far emergere quello di cui i due protagonisti avevano bisogno per vivere felicemente. Da questo punto di vista, Romeos è una storia d’amore, allo stesso tempo divertente e un po’ sfacciata, ma la mia propensione è sempre stata quella di considerare l’identità di genere come il punto focale della persona”. (Berlinale 2011)

Visualizza contenuti correlati

Condividi

20 commenti

  1. thediamondwink

    Imparare a capire i sentimenti delle persone è difficile, ci sorprendono sempre, soprattutto quando ci si trova in una situazione abbastanza particolare come quella del film. Mi è piaciuto perché si è parlato di una difficoltà reale, uno scoglio difficile da superare, la verità sugli stati d’animo delle persone che scelgono l’intervento chirurgico, con le relative conseguenze. Le interpretazioni mi sono piaciute, davvero interessante, mi è davvero piaciuto molto!

  2. A me viene una sola parola: Ansia.
    Diversamente da quello che leggo a me la storia fra i due è sembrata molto naturale (una storia simile avviene in The L word e lì un po’ mi aveva stupito ma neanche più di tanto), e il protagonista risce molto bene a farti capire, almeno lontanamente, l’immenso stress emotivo che una situazione del genere implica: ansia, ansia e ansia! Non so sarà che mi ha preso abbastanza, ogni tanto mi accorgevo che stavo trattenendo il respiro, chissà da quanto xD
    Lui non accetta questo periodo di transizione, dice che mancano 11 settimane prima che tutto sia finito quindi praticamente vive in attesa di quello, e in più scopre di essere gay cosa che di fatto gli complica ulteriormente tutto. E’ tutta un’agonia che lo porta poi infine ad essere più in pace con se stesso e soprattutto col presente che sta vivendo. Io ci ho visto questo.

  3. istintosegreto

    Niente ascia di guerra caro Pal39. Pensavo invece di farmi una passerina tra le cosce e un bel paio di poppe. Che ne dici di cambiare sesso insieme tu ed io? Così poi diventiamo lesbiche e ci fidanziamo:-D

  4. Ho l’impressione ragazzi che siamo giunti alla sintesi della questione. Può un FTM a metà della trasfomazione avere un orientamento sessuale gay o etero ? E quindi esistono FTM (donne che diventano uomini)che non cercano donne ma uomini (e nella fattispece del film) uomini gay ? Io credo che le ragioni filmiche abbiano alterato la realtà e costruito un caso fasullo o quantomeno del tutto accademico. Mi piacerebbe il parere di un sessuologo. Ce n’è uno tra voi ? Se c’è batta un colpo 😉 Altrimenti il mio amico istintosegreto dissotterra il tomawak di guerra :))

  5. istintosegreto

    Chiedo scusa per la mia ignoranza. Conosco poco l’universo descritto nel film (sono in buona compagnia però, visto che la disinformzione è l’unica ragione plausibile per una media di voti tanto bassa). Davo per scontato che Lukas fosse una ragazza lesbica poiché come tale viene trattata dalla sua migliore amica. In effetti nemmeno la sua amica riesce a capire che è semplicemente un gay intrappolato nel corpo di una ragazza.
    Passatemi però la battuta: io non potrò mai avere ciò che veramente desidero, cioè un uomo etero al 100%. Una ragazza che avrebbe la possibilità di beccarsi gli ultimi 3 o 4 UOMINI veri rimasti dopo l’estizione di massa… cambia sesso per andare coi finocchi?? Maccheccazzo, dalla a me che so io come usarla!!
    …E fu così che offesi due categorie: i gay e i trans. Evvai!!!:)…

  6. ftmJoey

    ragazzi state ancora confondendo le due cose, l’orientamento sessuale con l’identità di genere.
    una persona ftm può essere gay come etero, il ragionamento non poteva restare cosi è sbagliato perchè è sbagliato, lukas non è una ragazza è un ragazzo in un corpo sbagliato, aveva ancora i genitali da donna ma è un ragazzo, quando tu inizi la tua transizione vieni a conoscenza di cose che neppure tu immagini.
    lukas cercava con tanta sofferenza di essere cosa veramente è, un ftm può essere etero come gay, ma questo vale per tutte le persone umane del mondo

  7. Caro ccampanello , è vero che l’identità di genere è una cosa e l’orientamento sessuale un’altra. Però è anche vero che un gay non ha alcun desiderio di trasformarsi e di appartenere all’altro sesso , è solo attratto fisicamente e sentimentalmente dal proprio sesso , del tutto in pace col proprio corpo. Esattamente il contrario di un transessuale. Nel caso specifico del film sembrerebbe che la ragazza voglia assumere con tanta sofferenza un’altra identità sessuale mantenendo l’orientamento sessuale etero del proprio sesso originale. Mi chiedo quanto rientri nella reale casistica di un FTM. La parola ai sessuologi.

  8. ccampanello

    La storia a mio parere è realistica.In replica a quanto scritto da pal39 vorrei osservare che una cosa è l’orientamento sessuale e un’altra l’identità di genere.Conosco molti FtM che di fatto sono gay.Anche se non condivido le loro scelte la realtà è comunque quella e va rispettata.Complimenti a chi a realizzato il film che tratta un argomento così poco conosciuto!!!

  9. istintosegreto

    Vedo che alcuni hanno sollevato dubbi sulla sensatezza della vicenda portante. Non mi sento di biasimare i precedenti commentatori: perché mai una lesbica dovrebbe diventare uomo per poi innamorarsi di un gay?? E ancora: il rapporto tra una lesbica transgender e un gay può avere un futuro? E bene, sappiate da subito che ROMEOS non fornisce risposte a questi interrogativi; però la realizzazione della pellicola segue i binari giusti. La sceneggiatura non cade mai nel ridicolo e gli attori si dimostrano all’altezza. Siamo o non siamo in un mondo pazzo? Promosso.

  10. Nell’insieme è un film piuttosto accattivante : gli attori che recitano con una decente convinzione , la trama decisamente insolita. Però alla fine del film l’astrusità della storia diventa dirompente. Una ragazza vuole disperatamente diventare uomo ma a metà della trasformazione si innamora di un maschio (gay e decisamente bonazzo) ed è comunque attratta da altri uomini . D’accordo non sono competente in materia ma come dice un’amica del trans ” Perchè tanta fatica ? Non potevi rimanere donna ? “. Domanda alquanto ragionevole. Bah…love is blind.. Voto 6.

  11. film non convincente… il nucleo centrale del film è l’idea di mascolinità, stereotipata, sudaticcia, testosteronica o desiderata. Per parlarne viene usato l’espediente di una storia d’amore tra un trans FTM e un gay (entrambi potenzialmente rappresentativi di una mascolinità in qualche modo diversa dalla usuale). Le premesse per un buon film ci sarebbero… però il tutto non funziona, infatti il film non risponde a nessuno degli interrogativi che una simile storia d’amore porrebbe, ovvero
    – quanto contano davvero nell’innamoramento i caratteri sessuali secondari?
    – l’amore può aggiustare le cose a letto, anche se ci sono gli organi sessuali “sbagliati”?
    etc

    Le uniche sequenze buone sono quelle in cui la regista vuole mostrare la bellezza del corpo maschile (coltivato in palestra o desiderato con gli ormoni)

    se a qualcuno interessa il film ce l’ho

  12. Alexina

    Mi hanno detto che è proprio un bel film 🙂 Dove si può trovare? Anche in lingua originale… poi i sottotitoli li facciamo fare a siti tipo ItalianShare, SubsFactory, ItaSa, ecc… se lo trovate su internet fatemi sapere! Grazie

  13. Vorrei tanto vederlo, sembra davvero interessante… ma non conosco il tedesco: credete che ci sia qualche possibilità che si trovi con i sottotitoli in italiano prima o poi?

  14. masergio

    Mi correggo, ora che ho visto Tomboy a Torino (dopo averlo perso a Berlino), il Teddy lo meritava Tomboy… plauso al Festival GLBT di Torino che lo ha premiato

Commenta


Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.