Riot Acts

Riot Acts
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT TTT
  • Media voti utenti
    • (1 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Riot Acts

Punk, folk, dance, rock, non fa importanza. I musicisti trans di Riot Acts condividono le loro diverse e complesse storie accomunate dalla loro grande passione per la musica. Una grande arte e una grande musica possono aiutare l’espressione di chi ha molte cose da dire. Oltre ai soliti problemi che chi vuole esperimersi con la musica deve affrontare, i musicisti trans devono in più considerare anche l’influenza che la transizione potrà avere sulla loro musica: assumendo ormoni sottrarrò energia alla mia musica? La cosa sarà transitoria? La mia nuova condizione come influenzerà le mie canzoni? Le rsposte sono differenti per ogni musicista, ma tutti sono concordi sul fatto che l’importante è essere autenticamente se stessi sia nella vita che nella propria arte. Alla fine si può dire che il ruolo del genere nella musica è sia importante che insignificante allo stesso tempo, perchè è sempre solo una piccola parte della grande esperienza umana. Gli esempi di anticonformismo di genere mostrati nel film sono così vari e diversi come gli stili musicali suonati. Chi è trans nella band? Chi non lo è? A chi interessa? Alla fine è solo la musica che conta, un linguaggio universale che collega e rende accessibili qualsiasi esperienza umana.

Condividi

Commenta


trailer: Riot Acts

https://youtube.com/watch?v=9HsUWo2K3Pw%26color1%3D0xb1b1b1%26color2%3D0xcfcfcf%26hl%3Den_US%26feature%3Dplayer_embedded%26fs%3D1

Varie

Questo film, diretto da Madsen Minax degli Actor Slash Model (un duo acustico di Chicago) è stato definito un “trans-fabulous rockumentary”. Ci presenta artisti di talento come Trannysaurus Rex, Lipstick Conspiracy, Novice Theory, Coyote Grace, The DeGenerettes, e Systyr Act, raccontandocene in modo schietto e coinvolgente la vita pubblica e privata. Sono tutti personaggi transgender (nelle varie declinazioni gender) che si raccontano e che si esibiscono su vari palcoscenici. Mentre solitamente queste storie si focalizzano sul difficile momento del “coming out” o sulle tragedie che spesso queste persone devono affrontare, questo film non affronta questi problemi, soffermandosi invece su cosa abbia significato per loro la musica, su quanto possa essere politica un’esperienza musicale, su cosa sia un coming out musicale, ecc. Un film per gender-queers che non hanno mai abbandonato i loro sogni di rock star, per coloro che riescono a capire quanto profondamente la musica possa colorare le nostre vite e per tutti quelli che sono interessati a scoprire un’altro aspetto dell’esperienza trans, altrettanto reale e un mucchio divertente.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.