Red Dirt

Red Dirt
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Eros
  • Media voti utenti
    • (8 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Red Dirt

Opera prima del regista Tag Purvis che ci racconta di una piccola città del Mississippi dove vive il giovane Griffith, desideroso solo di uscire dal clima repressivo e torbido che lo circonda. Ma la paura dei cambiamenti frena i suoi impulsi finchè arriva in città uno straniero chiamato Lee che improvvisamente gli rivoluzionerà la vita. Finale debole e scontato.

Condividi

Un commento

  1. Não entendo porque “EROS (max=XXX): X”

    O filme não tem cenas desta natureza. É sim uma delícia assitir uma história que nos faz entrar no ritmo daquela região de Mississipi.

    Je ne comprends pas pourquoi de “EROS (max=XXX): X”. Le film n’a pas des scènes “très fortes”. Cependant c’est une histoire délicieuse où on prend le même ritme où elle se déroulle.

Commenta


Varie

Griffith (Dan Montgomery) vive a Pine Apple, un isolato villaggio rurale del Mississippi, in un ambiente immobile dove le emozioni sono represse, tra oscuri segreti di famiglia e paura di cambiare. Circondato da una famiglia piena di diffidenze, in un posto che egli non sente veramente come casa sua, egli desidera una vita differente. Con la morte della matriarca della famiglia, Lily Mae, egli si trova costretto a dover badare a sua zia Summer (Karen Black). Griffith da bambino fu cresciuto da sua zia Summer, dopo la tragica morte dei suoi genitori. Lei è una donna intrappolata nella sua casa a causa della sua agorafobia, e bloccata nella sua mente a causa di segreti che costantemente la ossessionano. Di fatto, se lui stesso vuole salvarsi, deve andarsene da lì. Per poter partire, decide di affittare la casetta che prima era abitata da Lily Mae. Egli deve tagliare anche gli altri legami che lo legano a Pine Apple… sua cugina Emily (Aleksa Palladino). Emily se la prende a male per il suo desiderio di partire. A casa sua, lei è tormentata da un patrigno violento e una madre collerica e dura. Quindi lei cerca rifugio nei libri e nella relazione molto stretta (a volte anche sessualmente) che la lega a Griffith sin dalla fanciullezza. Lei vede la partenza di Griffith come un abbandono. Entra in scena Lee (Walton Goggins) uno straniero passato di li per caso durante la sua continua ricerca di cose più grandi e migliori. Egli decide di prendere in affitto la casetta, portando con sè la sua contagiosa passione per la vita. Griffith è immediatamente
affascinato dal coraggio con cui Lee affronta le cose, e presto i due diventano amici. Accorgendosi di un cambiamento in Griffith e avendo conferma dei fastidiosi dubbi che aveva, Summer si scuote dalla sua apatia e si avventura nel mondo esterno. Con rinnovata forza, prende il coraggio di rivelare i segreti che l’avevano tenuta imprigionata per cosi tanto tempo. In quello sconosciuto angolo di mondo, conosciuto come Pine Apple, alla file Griffith scopre cosa significhi “appartenenza”.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.