Quelle due

Quelle due
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT LLL
  • Media voti utenti
    • (1591 voti)
  • Critica

Cast

Quelle due

Una ragazzina bugiarda e viziata (Balkin) rovina la vita a due insegnanti, Karen (Hepburn) e Martha (MacLaine), accusandole falsamente di lesbismo. Intelligente e raffinato adattamento di un testo teatrale di Lillian Hellman che Wyler aveva già portato sullo schermo nel 1936 (La calunnia, dove Miriam Hopkins – che fa Mrs. Mortar – interpretava la parte qui affidata alla MacLaine): questa volta, però, la maggior libertà concessa dalla morale hollywoodiana permette a Wyler di affrontare apertamente il problema dell’omosessualità – tanto che Martha confessa a Karen di essere sempre stata disperatamente innamorata di lei – e di chiudere il film rispettando il pessimismo della Hellman: Martha si suicida e Karen non accetta di tornare con il fidanzato (Garner) che l’aveva abbandonata in seguito allo scandalo. E i recenti tempi di maccartismo, oltre al clima da guerra fredda che invade l’America, servono al regista per trovare nuovi punti di riferimento nel creare un’atmosfera di paranoia e sospetto. (P. Mereghetti)

Visualizza contenuti correlati

Condividi

22 commenti

  1. La dichiarazione di Shirley a Audrey fara’ accapponare la pelle anche alle lesbiche che ci succederanno fra quattro generazioni. Mai datato, sempre attuale e violentemente intenso.

  2. William Wyler era da tempo intenzionato a dare una corretta trasposizione della pièce di Lillian Hellman “La calunnia”. Ci aveva provato negli anni 30, con il film omonimo che, però, per via del temibile codice Hays, era perito sotto la scure della censura, essendone stata stravolta completamente la trama. A Wyler, regista di una serie di capolavori a partire proprio dagli anni 30 via per tutti i 40 e 50, questo fatto non andò affatto giù. Nel 1961 ritenne che i tempi fossero maturi per riprendere in mano il suo progetto iniziale e si avvalse di due attrici che in quel momento erano entrambe affermate, oltre che talentuose (Hepburn aveva già vinto un Oscar). Il film va visto considerando il particolare contesto: era il primo tentativo di Hollywood di parlare apertamente di omosessualità, per di più femminile. Ne consegue che gli unici due limiti del film sono proprio questi: l’anno d’uscita e il fatto che fosse una produzione hollywoodiana. Se si riesce a superare questi due ostacoli, si può apprezzare a pieno il film, che rappresenta un piccolo cult, sebbene presso il grande pubblico si sia perso nel tempo. La vicenda è appassionante, la recitazione è superlativa (qui addirittura MacLaine supera Hepburn, anche se è una questione di lana caprina capire chi sia la più brava), la direzione è perfetta – Wyler era una garanzia- e a completare il tutto un cast di comprimari di prima grandezza, da James Garner a Fay Bainter (solo Hopkins era leggermente sopra le righe nel ruolo di zia Lili), persino la perfida bambinetta fa la sua parte. Mi piace moltissimo e trovo oltremodo significativa la camminata finale di Audrey Hepburn, che lascia presagire come persino ad Hollywood le cose sarebbero potute cambiare.

  3. thediamondwink

    Segnalato da diverse persone, ho deciso di guardare questo film per curiosità. Che dire, è meraviglioso, anzi, di più! Shirley MacLaine, mitica, come del resto la Hepburn, bellissima! Abbastanza cupo e un po angoscioso, ma è uno di quei film che inchioda lo spettatore alla poltrona, soffrendo insieme alle protagoniste. Davvero bello!

  4. Bellissimo e struggente. Interpretazione commovente delle due attrici. Qualcuno lo trova datato. Mi piacerebbe se fosse realmente così… io invece lo trovo molto, troppo attuale. Quando la gente finirà di pagare per colpe che non ha? E quando finirà di soffrire per l’impossibilità di avere solo ciò che le spetta? Amara riflessione…

  5. BabaMagia

    A me è sembrato semplicemente un bel film, trama originale, leggera, brave attrici..ma la fine lascia a desiderare…non è anticipata da uno studio psicologico del personaggio adeguato, ti lascia così, a bocca asciutta. Potevano inventarsi qualcosa di più credibile..O fai un film leggero dall’inizio alla fine, o eviti di mettere in mezzo scene senza un intorno costruito per bene.

  6. bellissimo film forse uno dei meno conosciuti interpretati da audrey hepburn bellissima 😀 e poi bhe che dire Shirley Maclaine fantastica interpretazione stupenda argomento trattato benissimo…(potete trovarlo su megavideo)

  7. Sono rimasta troppo colpita da questo film!! Concordo con evelyn, Shirley è straordinaria. Questo film è da vedere assolutamente, non ho parole per dire quanto sia stupendo…la scena finale, quando Marta si dichiara…guardatelo e capirete!

  8. chitarradelicata

    ho visto questo film anni fa, ma lo ricordo come se fosse ieri.che dire!! è semplicemente bello. vorrei tanto rivederlo ma aspettare che la TV lo riproponga mi sembra eccessivo..

Commenta


Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.