Quel pomeriggio di un giorna da cani

Quel pomeriggio di un giorna da cani
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (7 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Quel pomeriggio di un giorna da cani

Formidabile interpretazione di Pacino (un misto di incoscienza, anarchismo e ingenuità) nella parte di un rapinatore di banca con due mogli, una donna ed un uomo. Sembra che stia rapinando la banca per procurare i soldi necessari al cambiamento di sesso del suo uomo. Chris Sarandon caratterizza in modo nervoso e ironico quest’ultimo personaggio, forse il più intelligente di tutti. Curiose le manifestazioni della folla che parteggia per i rapinatori. Tema principale del film è “una riflessione sui rapporti tra mass media e pubblico, sul potere della televisione di creare degli eroi dal nulla e di trasformare ogni avvenimento in spettacolo”.

Condividi

3 commenti

  1. thediamondwink

    L’infelicità del protagonista è palese, come l’indecisione e l’insicurezza, ma l’interpretazione di Al Pacino, su quella, nessuno può dire nulla: superba! Un il film drammatico, con le sfumature di una commedia, come la scena della telefonata alla moglie (geniale), che rendono simpaticamente divertente il personaggio principale, trasformandolo quasi in un’eroina. Molto bello, ma la fine si è persa un po …

Commenta


Varie

Nel pomeriggio del 22 agosto 1972, tre ragazzi disadattati, emarginati e nevrotici, assaltano una banca di Brooklyn. Abbandonati immediatamente da Steve troppo intimidito, Sonny Wortzik e Sal rimangono intrappolati per il massiccio intervento della polizia richiamata da un banale incidente. Il tenente John Moretti, sapendo di avere a che fare con due reduci dal Vietnam, cerca di parlamentare e s’avvede subito che, mentre Sal è deciso ad avvalersi della pelle degli ostaggi (il direttore Molveni, il portiere negro Howard e diverse donne), Sonny cerca solo di uscirne in qualche modo. Il ragazzo, infatti, che si è messo nell’impresa perché disperatamente bisognoso di soldi per mantenere la moglie legittima Andie, due figlioletti, e per procurare il necessario per un’operazione all’amico omosessuale Leon, chiede un pulmino e un aereo per fuggire verso un Paese ospitale e caldo. L’attesa, tuttavia, si fa sempre più drammatica: il comando delle operazioni viene assunto da un cinico agente dell’F.B.I. che, dopo avere finalmente trasferito banditi e ostaggi all’aeroporto fa uccidere Sal e riduce all’impotenza Sonny.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.