Il Quarto uomo

Il Quarto uomo
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Eros
  • Media voti utenti
    • (7 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Il Quarto uomo

Uno scrittore omosessuale (Jeroen Krabbé) viene sedotto da una donna affascinante che, a quanto pare, uccide tutti i suoi amanti: sarà lui la prossima vittima? Thriller surreale pieno di di sogni, simboli e premonizioni, tratto da un libro autobiografico di Gerard Reve. La poetica del regista, come sempre, è quella del pugno nello stomaco, ma la versione italiana, per evitare il divieto ai minori, è stata stupidamente tagliuzzata di circa 8 minuti. (P.Mereghetti)

Condividi

3 commenti

  1. thediamondwink

    Una realtà fantasiosa che si confonde spesso con visioni di morte che portano, uno scrittore squattrinato, ad una macabra scoperta. La morte è il filo conduttore del film e si presenta costantemente tanto da sembrare la vera protagonista, per infine confondersi con la follia. Film estremamente visionario, molto bello, mi è piaciuto molto!

Commenta


Varie

Gerard è un giovane scrittore di successo, omosessuale, con gravi turbe psichiche di tipo paranoide. Invitato a tenere una conferenza in una città olandese, conosce Christine, misteriosa ed affascinanto donna, della quale accetta la corte serrata. Invitato a trascorrere con lei tutto il fine settimana, Gerard accetta ma non tanto per le insistenze della donna, quanto perché vuole conoscere un altro amante della donna, da lui casualmente incontrato il giorno prima alla stazione, e dal cui fascino era rimasto turbato. Il suo “piano” riesce, e Gerard seduce il giovane; ma nel frattempo scopre che Christine è già vedova tre volte, e che tutti i suoi precedenti mariti sono rimasti uccisi in altrettanti sanguinosi incidenti. Non solo: nella cassaforte di Christine, scopre anche tre filmini in cui sono ritratti i tre uomini sposati a Christine, e nella sua mente si fa strada l’idea che, in realtà, sia stata la stessa, non donna ma strega, ad ucciderli. Mette in guardia anche il ragazzo, che non gli dà retta; però, mentre accompagna Gerard alla stazione, anche lui resta ucciso in un tragico incidente. La mente dello scrittore, a questo punto, riesce sconvolta; ricoverato in ospedale, attribuisce nel suo delirio la propria salvezza alla Madonna, e mette tutti in guardia da Christine. La quale, dal canto suo, riesce a farsi riaccompagnare a casa, assai poco sconvolta, da un aitante giovanotto incontrato in ospedale.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.