Public Lighting

Public Lighting
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica

Cast

Public Lighting

E’ un videofilm in sette parti. Ogni capitolo è uno “studio” dei diversi tipi di personalità che sono state individuate dal giovane autore che ci guida attraverso il prologo. Il primo, un uomo gay, ci guida in un tour dei bar e dei ristoranti dove si sono concluse le sue storie d’amore, raccontando vicende ironiche dei suoi molti amanti. Un omaggio a Philip Glass è inaspettatamente seguito da “Hey Madonna”, una lettera alla cantante scritta da un fan sieropositivo. Carolynne festeggia un altro compleanno, ma ha perso la memoria alla televisione. Almeno lei ha una videocamera. Hiro vive la vita a distanza, raramente si avventura al di là della lente, e una giovane modella ansiosa racconta momenti toccanti del suo passato. Pochi registi riescono a utilizzare materiale d’archivio (found footage) in modo così emotivo, al tempo stesso divertente e incisivo: catene di immagini che inevitabilmente ci riportano indietro a parti di noi stessi. Questo lavoro di Hoolboom è in sintonia profonda con quella condizione umana che parla direttamente al nostro cuore. (Mark Webber, London Film Festival). Sul sito del film trovate anche il testo della sceneggiatura (in inglese)

Condividi

Commenta


Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.