Prora

Prora
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (1 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Prora

Nell’ambientazione eccezionale dell’isola di Rügen, la storia, vista al ToGay, dei due diciassettenni Matthieu e Jan viene presentata in maniera coinvolgente, con non banali spunti psicologici. Così, proprio come i labirinti del mostro nazista che incombe sinistramente su Prora, la vicenda si dipana tortuosamente fra il desiderio e la frustrazione, fra l’accettazione e il rifiuto, fra il cedere e il rimorso per esaltarsi alla fine in un’amicizia che sembra essere al di sopra di ogni altra cosa. (Vincenzo Patanè)

Condividi

Un commento

  1. C’è molta freschezza, ingenuità e giovinezza in questo corto tedesco del 2012 e lo spettatore alla fine ne rimane abbastanza ammaliato. I due ragazzi protagonisti sono bravi e l’ambiente , un’isola sul mar baltico con i resti di una mostruosa casa vacanza nazista disabitata , è senz’altro suggestivo. Dei due protagonisti uno è sicuramente gay, l’altro forse ma il desiderio e probabilmente l’amore aleggiano su di loro creando un’atmosfera turbata e tesa. Bel film. Da vedere. Voto 7.

Commenta


Varie

Prora, Rügen Island, Baltic sea. A deserted Nazi holiday camp and communist military complex – one of Germany’s largest and most bizarre structures. Jan, 17, a rather timid German teenager, spends his summer holidays with his friend Matthieu, 18, a French self-proclaimed macho womanizer. After a frustrating night in the local club, the two boys decide to hang out on the beach at sunrise. What starts as an innocent game soon develops into an ambiguous confrontation, when Matthieu takes his friend along into the abandoned building, and provokes him by making fun of Germany’s past. After a chase through Prora’s endless hallways, Jan provokes Matthieu in return by suddenly kissing him on the lips. The two friends unexpectedly embark on an erotic game that puts their friendship at risk. Overwhelmed by their feelings, they try to escape, but they get lost in Prora’s labyrinthine series of rooms and walkways. Desperate, tortured, a fight breaks out that leaves Jan alone and wounded. A few days later, Jan and Matthieu meet again on the beach. Will they become friends again before they part? A journey of self-exploration, an odyssey of male adolescence, Prora is a thrilling, tender story about love and friendship. (Stephane Riethauser)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.