Porci con le ali

Porci con le ali
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GG
  • Eros
  • Media voti utenti
    • (6 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Porci con le ali

Uscito inizialmente col divieto ai 18 anni ma senza tagli, fu quasi subito sequestrato in seguito alle solite denunce “anonime” per offesa al pubblico pudore; subì quindi il taglio delle scene più esplicite e ritornò nelle sale col divieto ai 14 anni. Oggi la versione in cassetta della Mondadori, uscita nel 1990, è quella integrale. Anche se la critica, pure quella di sinistra, non lo accolse molto bene, ebbe un notevole successo di pubblico, probabilmete trainato dalla risonanza scandalistica e anche dal successo del libro omonimo da cui era tratto. Le scene “omosessuali” del film sono assai spinte per quegli anni (ma ancora oggi sarebbero difficili da vedere). Il protagonista Rocco (un bellissimo Franco Bianchi) è quasi sempre nudo e con il membro in bella vista. In un rapporto con l’amico Marcello (Lou Castel) gli accarezza e bacia il membro in bella vista. Abbiamo anche una scena di sesso lesbico tra Antonia e una sua amica femminista (in quegli anni tutte le femministe erano considerate lesbiche). Un film da riscoprire e rivalutare.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Un commento

  1. Tratto dall’omonimo libro, non ebbe successo al cinema, anche perché censurato. Oggi vale la pena vederlo per riscoprire certi modi di pensare degli anni ’70, c’è poca politica e tanto sesso libero..

Commenta


Varie

Nella Roma degli anni ’70, nell’ambito della piccola borghesia di sinistra, due giovanissimi militanti (F. Bianchi e C. Mancinelli Scotti, figlia di Elsa Martinelli) fanno più l’amore che l’impegno politico. Pur seguendo piuttosto fedelmente la vicenda del romanzo best seller (1976) di Lidia Ravera e Marco Lombardo Radice, l’opera prima del cantautore P. Pietrangeli cerca di: 1) mettersi dalla parte di “loro” (i giovani, gli “orfani del PCI”), raccontandone sbandamento, malessere, confusione vitalistica in modi riduttivi e superficiali; 2) mettersi dalla parte degli “altri” (adulti, padri), auspicando tra le righe l’incontro, la riconciliazione, il superamento delle contraddizioni. L’equivoco ibridismo ideologico si ripropone a livello stilistico, in altalena tra un Godard orecchiato e un Lizzani ricalcato. I due autori del romanzo si dissociarono. Il film non ebbe nemmeno una piccola parte del successo di scandalo goduto dal libro (firmato con lo pseudonimo di Rocco e Antonia) anche perché, vietato ai minori di 18 anni, fu sequestrato. Canzoni di Giovanna Marini. (Morandini)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.