The Perfect Family

The Perfect Family
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT LL
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

The Perfect Family

Eileen è una donna molto pia che ha dedicato tutta la sua vita a servire fedelmente Dio e la sua Chiesa Cattolica. Con queste finalità ha cercato di costruire una famiglia perfetta, almeno agli occhi dei bravi parrocchiani, che infatti vogliono premiarla nominandola Donna Cattolica dell’Anno. Questo è per Eileen il riconoscimento più ambito e apprezzato, tutto il suo costante e assiduo lavoro come buona cristiana sta per essere pubblicamente riconosciuto e avvalorato in una intervista famigliare alla presenza del Vescovo. Tutto sembra precipitare quando viene a sapere che la sua amatissima figlia, Shannon (Emily Deschanel, “Bones”), è lesbica, gravida di 5 mesi e sta per sposare la sua fidanzata Angela. Nello stesso tempo, il figlio Frank Jr. (Jason Ritter, “Parenthood”, “The Event”), sta pensando di lasciare la moglie perchè ha finalmente trovato l’amore l’amore in un’altra donna. Ciliegina sulla torta, ora anche la sua relazione col marito Frank (Michael McGrady), ex alcoolista che ha sempre difeso i figli ma non ha mai potuto sovrastare col forte e controllato carattere di Eileen, sembra andare in crisi. Ma Eileen non si dà per vinta e (quasi comicamente) tenta di conciliare il tutto. Con molta esitazione partecipa al matrimonio della figlia. Aiuta addirittura Shannon e Angela nei lavori domestici pesanti per riguardo alla gravidanza della figlia. Col marito arriva persino a proporgli di andarsene via per un temporaneo distacco. Ma le cose precipitano ulteriormente: il figlio non vuole più avere a che fare con lei, Shannon perde il figlio in arrivo… Alla fine Eileen capirà che la cosa più importante per lei non è il premio, ma la sua famiglia e la felicità dei suoi membri… A questo punto sarà la sua famiglia a venirle incontro e a farle capire che ora il premio potrebbe proprio meritarlo… Kathleen Turner è fantastica nel difficile ruolo della madre che tenta di conciliare religione e sentimenti famigliari, passando da momenti di piena amorevolezza ad altri quasi isterici, con battute spesso involontariamente esilaranti. La coppia lesbica e il loro amore sono trattati con grande solidarietà e comprensione, persino dalla madre cattolica. Richard Chamberlain, ora attore gay dichiarato, dopo lo splendido ruolo gay nella serie Brothers & Sisters, riprende la parte di un prete (Monsignor Murphy), la stessa che parecchi anni fa lanciò la sua carriera.

Condividi

Un commento

Commenta


trailer: The Perfect Family

Varie

Kathleen Turner plays Eileen Cleary, a devoutly Catholic mother with some serious family issues, in this star-studded comedy. When Monsignor Murphy (Richard Chamberlain) informs Eileen she’s been nominated for Catholic Woman of the Year, Eileen will stop at nothing to make her family appear perfect. That proves difficult when her son Frank Jr. (Jason Ritter) cheats on his wife, lesbian daughter Shannon (Emily Deschanel) announces she’s marrying her girlfriend, and her own marriage to Frank (Michael McGrady) starts to fall apart.

Note di regia:

The Perfect Family. These words consistently evoke a snicker when I am asked the title of my film in conversation, which I really love. The truth is we can probably all relate to the imperfections, struggles and triumphs that define our “not so perfect” perfect families. The story I have chosen to tell is a messy slice of life comedy-drama about ordinary people struggling to connect. We have the opportunity to take a dive into their lives, laugh and cry with them and hold compassion for the tightly held external façade unraveling right before our main character’s eyes. Sometimes we may even see ourselves in one of them.
I wanted a film with strong emotions, solid characters and a relatable story. Kathleen Turner embraced the role of the protagonist, Eileen Cleary with great depth and an exquisite attention to detail. It was a dream to work with her. We were equally fortunate with the rest of the incredibly talented cast that came on board the project. The filmmaking journey can be a deeply personal one for the director and actors and luckily on this film it proved to also be an extremely collaborative effort. I am grateful to all the actors, crew and supporters who saw this film to the end. My producers held such a supportive space and played an integral part in the creation of this film. It could not have happened without them. In a sense everyone involved in the film became “the little family that could” together, proving yet again there are many definitions of family.
My hope is that The Perfect Family encourages us to glance at our own imperfections and judgments for a moment and acknowledge differences among us as a phenomenon to embrace rather than to reject. This is often easier said than done particularly when someone individuates and begins expressing a truth that doesn’t vibe so much with the family unit or with the views and beliefs of the more global community.
Many of us have been there. I sure have. It’s scary, enlightening, unraveling and empowering. Unfortunately, often all at the same time! As a famous philosopher succinctly said “To put the world in order, we must first put the nation in order; to put the nation in order, we must put the family in order; to put the family in order, we must cultivate our personal life; and to cultivate our personal life, we must first set our hearts right.”

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.