Pedro

Pedro
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (47 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Pedro

Sceneggiato da Dustin Lance Black (lo stesso di Milk) e prodotto da Richard Glatzer e Wash Westmoreland (“Quinceanera”), il film racconta la storia di Pedro Zamora, un cubano-americano sieropositivo che nel 1994 partecipò come gay dichiarato al programma “The Real World: San Francisco” di MTV, portando in primo piano il problema dell’Aids. Il Presidente Bill Clinton accreditò a Zamora il merito di avere umanizzato nell’opinione pubblica americana questa temuta malattia. Pedro scoprì di essere sieropositivo all’età di 17 anni e da quel momento, con coraggio e determinazione, ha dedicato tutta la sua vita ad informare sulla sua condizione con lo scopo di rendere tutta la comunità gay consapevole dei rischi a cui andava incontro, invitando a fare il test Hiv prima ancora che il governo americano si impegnasse in programmi educazionali. La sua partecipazione a The Real World portò la sua storia davanti a milioni di giovani e quando la salute di Pedro peggiorò, verso la fine del 1994 (dopo che aveva lasciato lo show), tutte le prime pagine della stampa nazionale continuarono a seguire la sua vicenda fino alla sua morte, avvenuta quando aveva solo 22 anni, un fatto che provocò manifestazioni di dolore in gran parte del mondo.

Visualizza contenuti correlati

Condividi

2 commenti

Commenta


Varie

Pedro racconta la storia (vera) del primo attivista gay sieropositivo a portare in tv, in prima serata, il dramma dell’Aids.
Era il 1994 quando i produttori del reality show di MTV The Real World decisero di inserire nel cast del programma il giovane Pedro Zamora, dandogli così la possibilità di squarciare il velo di ignoranza e pregiudizio che circondava la malattia. Emigrato quando era bambino da Cuba negli Stati Uniti, a 17 anni Pedro scopre di essere positivo al test dell’HIV. Il ragazzo decide allora di dedicare la sua vita a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’Aids. Incontra gli studenti nelle scuole della Florida per parlare loro della malattia e combattere il castello di pregiudizi che grava sulla comunità LGBT.
Ma è decidendo di partecipare al programma di MTV che Pedro compie il grande balzo che gli permette di sfruttare la potenza del medium televisivo e di diffondere il suo messaggio a milioni di telespettatori. Il ragazzo muore a soli 22 anni, subito dopo la messa in onda dell’ultimo episodio del programma, generando un’ondata di commozione in tutto il mondo. Lo stesso Bill Clinton, allora presidente degli Stati Uniti, riconobbe al giovane Zamora di aver contribuito a dare un volto umano all’Aids, favorendo la presa di coscienza del Paese sulla malattia.
Presentato in prima nazionale, il film di Nick Oceano è anche una riflessione sul rapporto finzione-realtà e sul potere dei reality show. (Gender Bender)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.