P-047

P-047
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GG
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Varie

Cast

P-047

Lek è un fabbro solitario che non ha mai avuto una fidanzata. Kong è un aspirante scrittore che vive con la madre. I due sconosciuti lavorano fianco a fianco in un centro commerciale: uno fa copie di chiavi; l’altro vende riviste rosa. Insieme, i due architettano un piano che combina i rispettivi talenti. Durante il giorno, si intrufolano in appartamenti vuoti, mentre i proprietari sono al lavoro. Non rubano nulla, prendono solo in prestito. Prendono in prestito le vite, gli amori, le cose che appartengono a degli sconosciuti. Un giorno, si ritrovano a prendere più di quanto avessero chiesto. Tutti hanno dei segreti e taluni non possono essere svelati. In seguito a ciò, Lek si risveglia in ospedale. Con suo grande sgomento, tutti lì lo chiamano Kong. Si rimette dalle ferite. Ogni pomeriggio sale sul tetto dell’edificio per fumare una sigaretta. Lassù incontra Oy, una giovane donna ricoverata all’ospedale che adora sniffare contenitori vuoti – bottiglie, barattoli, lattine, qualunque cosa che la riconduca al passato. I due stringono un’insolita amicizia. Dopo aver lasciato l’ospedale, Lek s’introduce nella casa di Kong. Scopre segreti a proposito del vecchio amico di cui non aveva mai saputo. Incontra persino la ragazza dei sogni d Kong. Ma dov’è finito il suo amico? (Venezia 2011)

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Commenta


Varie

Lek is a lonely locksmith who’s never had a girlfriend. Kong is an aspiring writer who lives with his mom. The two strangers work side by side at the shopping mall, one copying keys, the other selling tabloid magazines. Together, they hatch a plan that combines their talents. They break into apartments during the day when the owners have gone to work. They don’t steal anything, they only borrow. They borrow the lives, the loves, the things that belong to strangers. One day, they borrow more than they bargain for. Everyone has secrets and some cannot be revealed. Later, Lek wakes up in a hospital. To his confusion, everyone begins calling him Kong. He recuperates from his injuries. Every afternoon he walks up to the roof to have a smoke. There, he meets Oy, a young female patient who likes to sniff empty containers – bottles, cans, tins, anything that will take her back to the past. They form an odd friendship. After he leaves the hospital, Lek breaks into Kong’s home. He discovers secrets about his old friend that he never knew. He even meets the girl of his friend’s dreams. But where is his friend?

Commento del regista

Se l’immaginazione può diventare memoria e la fantasia può diventare verità… Se i fatti possono diventare finzione… Se delle vite possono essere prese in prestito e copiate come pagine di un libro… Allora che cosa rimane di chi siamo veramente?

CRITICA:

…Tra Ferro 3 e Apichatpong Weerasethakul, P-047 è un piccolo gioiello di serena ma dolente malinconia, un arguto e dolcissimo gioco di identificazioni speculari tra il protagonista Lek e qualsiasi cosa gli ricordi Kong, insieme al quale (e prima della sua scomparsa) si intrufolava in appartamenti altrui… (Marco Grosoli, Sentieriselvaggi.it)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.