Oy Vey! My Son Is Gay!!

Oy Vey! My Son Is Gay!!
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (3 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Oy Vey! My Son Is Gay!!

Il film è la storia degli Hirsch, una famiglia ebrea che vive sulla Costa Nord di Long Island dove ogni venerdì sera Shirley Hirsch (Lainie Kazan) invita una giovane fanciulla per la cena del Shabbat nella speranza che il figlio Nelson (John Lloyd Young) si fidanzi con una graziosa ragazza giudea. Mentre Shirley e Martin (Saul Rubinek) gli stanno proponendo l’ennesima occasione, Nelson confida loro che lui si stà già incontrando con una persona. Shirley e Martin sono entusiasti della cosa e non vedono l’ora di conoscere la fortunata ragazza. Nell’ansia materna di conoscere la giovane che il figlio sta frequentando, Shirley irrompe nell’appartamento di Nelson, dove viene ricevuta da Angelo Ferraro (Jai Rodriguez), il fidanzato convivente di Nelson, che, per non svelare il loro segreto, si presenta come il suo arredatore. Conosce anche la bella vicina di casa, Sybil (Carmen Electra), che subito Shirley immagina essere la misteriosa fidanzata di Nelson. Si dispiace che Sybil non sia ebrea, ma si rassegna pensando alla felicità del figlio. In seguito Nelson cerca ogni occasione per dire alla madre che lui è gay, ma la vita frenetica di Shirley glielo impedisce. Dopo un lungo bisticcio fra Angelo e Nelson, quest’ultimo accondiscende a portarlo con sè al matrimonio di un suo cugino al posto di Sybil. Nel mezzo della cerimonia finalmente Nelson riesce a dire ai suoi genitori che è gay. Shirley e Martin sono inizialmente confusi e turbati, poi iniziano a darsi vicendevolmente la colpa di ciò. Nel tentativo di comprendere la cosa Shirley e Martin vanno da uno psichiatra, parlano con i membri della comunità gay locale, ecc. Martin si reca addirittura dentro un bar gay per cercare di capire meglio come vive suo figlio e tenta di far dormire Sybil col figlio nella speranza di farlo diventare etero. Un ultimo tentativo è quello di invitare a cena i genitori di Angelo, Teresa and Carmine Ferraro (Vincent Pastore), ma mentre Shirley e Teresa fanno subito amicizia, Martin e Carmine accusano ognuno il figlio dell’altro di essere stato il corruttore del proprio. Entrambe le famiglie continuano a nascondere a tutti (amici, parenti e colleghi) che hanno un figlio gay ma quando Nelson e Angelo decidono di adottare un bimbo tutto potrebbe cambiare…

Condividi

Un commento

Commenta


trailer: Oy Vey! My Son Is Gay!!

https://youtube.com/watch?v=KslT5kvJYQU%26color1%3D0xb1b1b1%26color2%3D0xcfcfcf%26hl%3Den_US%26feature%3Dplayer_embedded%26fs%3D1

Varie

Immaginate una famiglia molto unita. Madre, padre, !glio unico. Immaginate che un giorno il !glio, vista anche la non più giovane età, decida di spezzare il disco per altro già rotto del classico: quando ti sposi, hai trovato una !danzata. Le ragioni, note ed evidenti, sono la base di partenza per questa straordinaria commedia universale sul tema classico del coming out. La storia che si racconta è quella degli Hirsch, una famiglia ebrea che vive vicino a Long Island. Quando Nelson riesce !nalmente a dire ai suoi genitori che è gay, Shirley e Martin vanno completamente fuori di testa. Iniziano il gioco delle parti, la colpa è tua, tuo fratello è così, l’ho sempre pensato, ecco perché non facciamo sesso da tempo…insomma il canovaccio è lo stesso. In lingue e culture diverse, dove l’ossessione dell’unità familiare non concede sconti. La sceneggiatura brillante e divertente di Evgeny A!neevsky, non poteva che scegliere come colpo di scena l’esperienza speculare del !danzato di Nelson, Carmine. Il mammismo italiano incontra il matriarcato ebraico. Altro che parenti serpenti!.(Migay 2010)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.