The Opposite of sex

The Opposite of sex
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Eros
  • Media voti utenti
    • (201 voti)
  • Critica
Varie

Cast

The Opposite of sex

Commedia nera con Christina Ricci ragazzotta grossolana e sfrontata che sconvolge la vita del fratello gay, ruba le ceneri dell’ex morto di Aids, ne seduce il nuovo fascinoso fidanzato, lo costringe a ricerche affannose. Opera prima di Don Roos, divertentissima e sboccata, ruota intorno al riuscito personaggio della Ricci (l’ex Mercoledì Addams ora maggiorenne, florida e talentuosissima) che non si ferma davanti a nulla, rovina funerali di parenti odiati, definisce ‘molto kitsch, tipico dei gay’ l’urna che contiene le ceneri del ragazzo morto. Lisa Kudrow arriva dritta dritta da ‘Friends’. Molto, molto gradevole.

Condividi

33 commenti

  1. cypsel79

    ma cos’è successo a questa pagina? sembra “vandalizzata”.. vabé cmq per quanto riguarda il film, è una commedia drammatica nera bellissima, tra le migliori degli anni 90 e le migliori gay di sempre! molto originale il fatto che la protagonista e voce narrante sia irriverente, sfrontata, politicamente scorretta: in una parola è pessima e per niente simpatica (anche un tantino omofoba); il fatto che tutto sia visto dal suo punto di vista contribuisce molto al senso di sarcastico che il film trasmette. i dialoghi coloriti e i personaggi interessanti fanno il resto! la migliore: lucia.

  2. zonavenerdi

    Tralasciando i commenti di questa scheda che sono a tutto tranne che a questo film; posso di dire che questa è una commedia pungente, che parla esplicitamente di sesso; ma che non per questo ha degli insegnamenti da dare. Per la serie “facciamoci quattro risate”…

  3. Alfredo

    Non è un film a tematica gay, lo sono solo alcuni personaggi. Ma è un film contro i gay, che piacerebbe sicuramente a qualunte etero omofobo o a qualunque gay represso (a volte coincidono). L’ho tolto dopo mezz’ora, vivo lo stesso, anche senza sapere come va a finire.

  4. De La Croix

    Naaa ma che volgare! Mio dio come ci si può scandalizzare per così poco? Io credo che film del genere, per il tema che trattano, non possano essere pulitini ed educati con dialoghi alla Dawson’s Creek. Sono film abbastanza realisti, almeno per quanto riguarda i personaggi…e non so voi, ma i personaggi che io vedo in giro durante le mie giornate non sono tutti educatini e perfettini! Mitica Christina Ricci, la parte della stronza le sta a pennello.

Commenta


Varie

Dedee Truitt, sedici anni, lascia la casa in Louisiana e va a vivere dal fratellastro Bill, insegnante d’inglese, scrupoloso, tranquillo e gay. Bill vive in una cittadina dell’Indiana, è rimasto solo e ricco dopo che il suo amante è morto di AIDS e ora sta cercando di rifarsi una vita con Matt, un nuovo ragazzo. Lucia, sorella dell’amante morto e sessualmente repressa, è diffidente verso Dedee e cerca di proteggere Bill. Succede infatti che Dedee, attratta da Matt, seduce il ragazzo e lo convince a non essere più gay. Poco dopo Dedee rivela di essere incinta di Matt e quindi lo convince a rubare 10mila dollari a Bill e a scappare insieme a Los Angeles. A complicare le cose ci si mette Jason l’ex amante che Matt aveva lasciato e che ora fa scoppiare uno scandalo nella scuola dove insegna Bill, costringendo Bill e Lucia ad una ricerca disperata di Matt e Dedee per scagionarlo. Lo sceriffo Carl li insegue e finisce per innamorarsi di Lucia. Nasce il bambino di Dedee e Lucia è incinta di Carl. Presi e processati i fuggiaschi, Matt viene assolto, Dedee va in prigione per sei mesi. Scontata la pena, Dedee lascia la casa di Bill e si mette sulla strada a fare l’autostop. Guardando verso la m.d.p. dice: “Dopo quell’estate non sono più stata la stessa”.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.