La Notte brava

La Notte brava
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Varie

Cast

La Notte brava

Ricavato dai “Ragazzi di vita” di Pasolini, che fa anche la sceneggiatura del film, ci restituisce però un mondo di emarginazione assai edulcorato, quasi raffinato, patinato, con un erotismo delicato e un po’ picaresco.
Inseriamo questo film perché contiene una scena di quasi dieci minuti dove i tre protagonisti, ad un certo punto della storia, vengono rimorchiati da tre ragazzi ricchi che se li portano in casa. I discorsi che fanno e la stessa situazione (anche il fatto che pretendano dei soldi) rimane incomprensibile senza la spegazione di un’avventura “particolare”. Ma occorre dire che il film fu massacrato dalla censura, soprattutto nella parte centrale qui richiamata, essendo chiaro che in quegli anni non era permesso mostrare apertamente la diversità sessuale.

Condividi

Commenta


Varie

Scintillone e Ruggeretto, due giovani disoccupati, dopo aver commesso un furto, si danno da fare per vendere la refurtiva e ci riescono con l’aiuto di un altro giovinastro, chiamato Bella-Bella, e di due ragazze di facili costumi. Dopo aver intascato il denaro, s’intrattengono con le ragazze, che abbandonano poi in aperta campagna. Ma rientrati in città, si accorgono che i burlati sono loro, giacchè le donne, piu’ astute, si sono impadronite subdolamente di tutto il denaro. Dopo aver cercato inutilmente di rintracciare le compagne, tentano di sottrarre una macchina fotografica da una lussuosa automobile; ma il tentativo non riesce per l’intervento del proprietario, un ricco giovane, che giunge con due amici. Dopo una violenta rissa, i sei giovani si riconciliano e si recano tutti nel lussuoso appartamento di Achille, il proprietario dell’automobile. Dopo aver girato per la casa, Bella Bella ruba 200.000 lire e scappa coi due amici. La divisione del bottino provoca una violenta zuffa ed il denaro resta alla fine a Scintillone, che per goderselo si reca con Rossana, altra ragazza di facili costumi, in un locale notturno. Ruggeretto, che si a messo alla ricerca dei due, giunge appena in tempo per vedere l’amico arrestato e portato via dai poliziotti. Ruggeretto s’accompagna a Rossana: i due passano da un ritrovo all’altro, spendendo tutta la somma rubata in casa di Achille. All’alba Ruggeretto, dopo aver riaccompagnato Rossana, ritorna a casa sua: frugandosi nelle tasche trova le ultime mille lire, che nauseato getta via.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.