No one sleeps

No one sleeps
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (4 voti)
  • Critica
Varie

Cast

No one sleeps

In questo connubbio ben riuscito tra thriller politico e racconto erotico gay, un ricercatore nel campo dell’AIDS va da Berlino a San Francisco per studiare la sua teoria che il virus sia stato introdotto deliberatamente nella popolazione. Egli prova a rintracciare alcuni degli sperimentatori e dei superstiti, ma scopre che sono stati tutti sistematicamente assassinati.

Condividi

Commenta


Varie

Stefan è uno studente di medicina omosessuale, figlio di un celebre scienziato proveniente dalla Germania orientale specialista in AIDS. Egli decide di continuare il lavoro di suo padre recentemente scomparso, ed elabora l’ipotesi che questo terribile male sia stato creato segretamente nei laboratori genetici del Pentagono, cosi come afferma l’investigatore Jakob Segal. Quindi approfitta dell’occasione di un congresso sull’AIDS a San Francisco per poter contattare possibili sopravissuti di questi esperimenti. Casualmente in città è atteso l’allestimento della prima di Turandot, la famosa opera di Puccini sulla principessa cinese con lo stesso nome. Intanto un assassino uccide tutti i sieropositivi che incontra nei locali gay della città e vernicia i corpi delle sue vittime con una croce rossa. Le elezioni locali sono vicine e la destra religiosa non perde tempo sommergendo di immagini di orrore gli schermi televisivi e condannando la degradazione morale dell’omosessualità. Il principale informatore di Stefan viene assassinato prima di poter parlare con lui. Nonostante la sua non accettazione della propria omosessualità Stefan comincia a frequentare sempre più assiduamente i locali gay della città, dove conosce Jeffrey un sieropositivo enigmatico e riservato. Jeffrey lo mette in contatto con Richard Burroughs il suo neurologo, un medico interessato alle ricerche di Stefan, ma Stefan non sa che questi non solo è sospettato di omicidio, ma che sarà anche la prossima vittima…

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.