Millennium - Quello che non uccide

Millennium - Quello che non uccide
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT L
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Guarda il trailer

Cast

Millennium - Quello che non uccide

Il regista Fede Alvarez, specializzato in horror (Man in the Dark, La casa), ci presenta una nuova e diversa versione di Liz Salander, ricavata dal libro di David Lagercrantz, scritto dopo la morte prematura di Stieg Larsson, il creatore della serie Millennium. Qui abbiamo ormai una nuova versione femminile di James Bond, e un film definito dal regista un “pazzo thriller di spionaggio”.
Lisbeth è la vera ed unica protagonista di questa nuova edizione della saga Millennium, il regista Alvarez ha detto che ha voluto intenderla come una femminista Batman, senza dimenticare gli aggiornamenti portati dal movimento MeToo (nel film salva una donna maltrattata dal marito violento). Lesbica più che bisex (lo apprendiamo subito in un incipit assai crudo), anche se sappiamo che non ama le definizioni, Liz è una donna moderna fuori da qualsiasi stereotipo, dura e capace di scelte terribili, poco educata ed ancora meno gentile, l’opposto di quello che solitamente ci si aspetta da una protagonista femminile. Non indossa nemmeno vestiti attillati e stretti (come succede a tutte le super-eroine femminili) eppure sprigiona una sessualità irresistibile, assai più fluida che nelle precedenti versioni cinematografiche. Clare Foy (scordatevi la languida regina di The Crown) regala al personaggio Salander qualcosa di più realistico (sebbene sia qui coinvolta in un continuo di scene adrenalitiche), ricordandoci anche drammatici momenti della sua vita privata e famigliare (il dramma di non essere riuscita a salvare dalle grinfie del padre l’amata sorella). Questa la trama ufficiale: L’hacker Liz Salander (Claire Foy) ha una nuova missione: rubare agli americani il programma Firefall creato dallo scienziato informatico Balder (Stephen Merchant), ed eliminarlo. Sulle tracce di Firefall c’è anche la Spiders Society, temibile società russa -capitanata dalla sorella di Liz, Camila (Sylvia Hoeks) – ma il programma é totalmente inutilizzabile senza l’accesso con la parola chiave. L’unico a conoscere la password é August, figlio di Balder, che assiste alla brutale uccisione del padre e viene rapito dai russi. Ad aiutare Liz nel recuperare il programma e, sopratutto il bambino, c’è il giornalista Mikael Blomkvist (Sverrir Gudnason), qui in un ruolo assai secondario, e un hacker statunitense (Lakeith Stanfield) che deve recuperare Firefall per i suoi capi. La recensione di Renato Venturelli su La Repubblica: “La trilogia svedese tratta dai romanzi di Stieg Larsson aveva un gusto dell’intrigo di taglio paratelevisivo ma in fondo godibile, il “Millennium” diretto da David Fincher era invece un bell’esempio di cinema purissimo. Adesso arriva il quinto film della serie, primo del dopo-Larsson, tratto dal romanzo “postumo” firmato David Lagercrantz. E Lisbeth Salander diventa la protagonista assoluta, confinando in un angolo Mikael Blomkvist e puntando su uno scontro tutto al femminile. Da una parte c’è Lisbeth tutta vestita di nero, capelli corti, omosessuale, combattiva e darkissima; dall’altra la gemella Camilla, che invece è bionda, tutta vestita di rosso, con tacchi a spillo: e alle radici ci sono gli abusi inflitti a suo tempo dal padre, con Lisbeth scappata di casa lasciando la sorella nelle grinfie del mostro. La scelta del regista Fede Alvarez (autore del buon “Man in the Dark”) è quella di calare tutta la storia in un’immagine grigia e livida, quasi decolorizzata, tra movimenti sistematicamente bruschi dei personaggi, della macchina da presa, del montaggio: e il risultato è una sorta di “giustiziera delle nevi” in forma di lesbo-thriller, piuttosto stucchevole nella monotonia del suo partito preso stilistico.”

synopsis

Young computer hacker Lisbeth Salander and journalist Mikael Blomkvist find themselves caught in a web of spies, cybercriminals and corrupt government officials.

Questo film al box office

Settimana Posizione Incassi week end Media per sala
dal 08/11/2018 al 11/11/2018 13  69.057  500
dal 01/11/2018 al 04/11/2018 11  351.751  1.265

Condividi

Commenta


trailer: Millennium - Quello che non uccide

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.