La Mia mamma suona il rock

La Mia mamma suona il rock
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (6 voti)
  • Critica

Cast

La Mia mamma suona il rock

Quasi dopo dieci anni ritorna nelle vesti di regista e sceneggiatore, Massimo Ceccherini, attore e comico irriverente lanciato dalla partecipazione a quasi tutti i film di Leonardo Pieraccioni, mentre ottenne un discreto successo di pubblico con tre film da lui diretti e interpreti (Lucignolo 1999, Faccia di Picasso 2000 e La mia vita a stelle e strisce 2003). Questo “La mia mamma suona il rock” è stato girato a fine 2011 ma esce solamente ora con la curiosità della doppia uscita, a distanza di pochi giorni, nelle sale dal 14 febbraio 2013 e in dvd dal 20 febbraio 2013 distribuito da Eagle Picture (si può prenotare sul sito IBS).
Ceccherini, nella sua qualità di comico, aveva suscitato controversie per il suo tormentone sui gay durante una puntata di Sanremo 2001, che comunque non erano state ritenute offensive nemmeno dall’allora presidente di Arcigay, Sergio Lo Giudice. Da ricordare poi il suo ruolo di gay in coppia con Luca Laurenti nel film “Io & Marilyn”. Nonostante alcune voci, Ceccherini non è omosessuale (tra le sue fidanzate anche Claudia Gerini). Sarà quindi interessante vedere come Ceccherini presenta i due protagonisti gay del film, a forte rischio stereotipi, forse salvati da un tocco comico-grottesco, stando alla sinossi ufficiale del film, presentato come una “una spassosa e surreale commedia”. Cristiano e Franco sono una coppia di omosessuali di circa cinquant’anni di età. Sono titolari di un’affermata casa di moda. Cristiano tipo eccentrico di origine siciliana, è lo stilista creativo; mentre Franco, romano verace, si occupa della parte amministrativa e finanziaria dell’azienda. Tuttavia Cristiano ha un problema che lo angoscia profondamente: vorrebbe avere un figlio! Esasperato dalla situazione, che in Italia non ha vie d’uscita, Franco gli volta le spalle e Cristiano passa mesi di solitudine e depressione. Dopo una notte all’insegna dell’alcol, Cristiano vorrebbe buttarsi da un ponte, ma viene salvato da Massimo, lo sballato leader di una Rock Band. Lo sguardo di Cristiano, alla visione di Massimo, si fa sinistro: gli spacca una bottiglia di whisky in testa, lasciandolo senza sensi, e lo rapisce. Il mattino seguente Massimo spalanca gli occhi e si ritrova in un letto legato come un salame: non ha più i piercing è completamente sbarbato e con i capelli tagliati. E’ a casa di Cristiano, che ha deciso di prendersi cura di lui facendolo diventare a tutti gli effetti il figlio che ha sempre sognato. La sola speranza per Massimo di sfuggire a questa folle prigionia è Gilda, la sua bella fidanzata rocker…

Condividi

2 commenti

  1. Fergie

    Vorrei far notare che per prima cosa il personaggio con il forte senso di maternità si chiama Andrea, e non Cristiano.
    Dalla visione di questo film non mi aspettavo molto, mi piace Ceccherini per i suoi ruoli “leggeri” ma devo dire che nella sceneggiatura un paio di monologhi del personaggio Andrea sono molto attuali e profondi che fanno passare il film su un altro livello. A mio avviso e’ la profondita’ e la tragicita’ di queste battute che riscatta il film e fa capire benissimo la situazione critica che vivono gli omosessuali oggi in Italia.

Commenta


Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.