Mean Creek

Mean Creek
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT G
  • Media voti utenti
    • (13 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Mean Creek

Sam, un ragazzo timido e magrolino (il bravo Rory Culkin), si lamenta con il suo fratello maggiore Rocky delle prepotenze subite a scuola da parte del grassone e manesco George. Rocky allora escogita insieme ai suoi amici Clyde e Marty (il bellissimo Scott Mechlowicz) un piano per punire ed umiliare George, senza però fargli del male: con la scusa del falso compleanno di Sem, invitano George a fare una gita in barca, nel corso della quale, in seguito ad una lite, viene gettato in acqua … SEGUE

Visualizza contenuti correlati

Condividi

3 commenti

  1. Jim Puff

    Film di formazione giovanile, con una buona analisi dei carateri e delle problematiche di un gruppo di ragazzi messi di fronte ad un evento inaspettato.
    Si prenderanno le proprie responsabilità eccetto Marty che si darà alla fuga!.
    Bravi gli interpreti!

Commenta


Varie

Si tratta di un classico film di formazione in cui dei ragazzi coinvolti per caso in un tragico fatto, si trovano a dover crescere improvvisamente. Marty, che già era il più problematico, accelera i tempi verso la delinquenza, mentre gli altri imparano ad assumersi le loro responsabilità. Non manca un accenno simbolico alla perdita dell’innocenza, quando la fidanzatina di Sem, fino ad allora una dolce bambina coinvolta a sua insaputa in questa storia, scopre davanti al cadavere di George, di provare piacere nell’ uccidere una lumaca.

Nel film sono quasi del tutto assenti i genitori, troppo occupati per badare anche a quello che passa per la testa dei loro ragazzi. I genitori di Clyde però sono un po’ diversi dagli altri, infatti sono due papà (borghesi e di mezza età). Questo non li rende né migliori né peggiori degli altri.
Clyde è poco più grande di Sem e come lui piuttosto gracile, è quindi una facile vittima delle battute di Marty . Quando Clyde si rifiuta di fumare uno spinello offertogli in macchina da Marty, lui gli dà del finocchio, e poi aggiunge “stavo scherzando , tu non sei un finocchio, e poi a me piacciono i tuoi padri, non conoscevo nessun omosessuale finché non ho conosciuto loro, non sono cosi male” . Clyde umiliato esce dalla macchina, seguito da Rocky che cerca di consolarlo.
Quando George sulla barca si mette ad insultare tutti, rivolgendosi a Clyde gli urla “anche tu, stai zitto Clyde, sei soltanto un moccioso finocchio, io ti odio sai, davvero, non fai altro che andare in giro a scuola a vantarti con tutti dei tuoi padri omosessuali. Sai che ti dico, non me ne frega un cazzo di loro, e di quello che fanno in giro, mi fanno soltanto schifo, io spero che prima o poi muoiano di AIDS”.
A ben vedere il personaggio di Clyde non ha nessun ruolo particolare nella trama del film, a parte quello di mostrarci che tra i tanti problemi di un ragazzo d’oggi può anche esserci quello di essere chiamato finocchio dai coetanei a causa dei propri genitori gay. (R.M.)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.