Matrimonio con vizietto

Matrimonio con vizietto
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (29 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Matrimonio con vizietto

Renato (Tognazzi) e Albin (Serrault), i due conviventi del Vizietto 1 e 2, hanno qualche difficoltà economica con il loro locale “La cage aux folles”. Ma ecco che Albin riceve una ricca eredità da un zio defunto in Scozia. O, meglio, entrerà in possesso dell’enorme somma se si sposerà e avrà un erede. Mica semplice, date le… premesse. Vicissitudini assortite, poi tutto si aggiusta. “Un bel gioco dura poco”. Lo sapevano i nostri saggi avi che ci hanno pure fatto un proverbio. “Chi troppo vuole, eccetera, eccetera”. Insomma, la terza puntata del Vizietto è una povera cosa che non sta in piedi, non fa ridere e annoia soltanto. (FilmTV)

Condividi

2 commenti

  1. Francesco

    Terzo capitolo della saga iniziata nel 1978. La trama forse è + fiacca ma gli attori e le gag sono sempre ad alto livello! Film consigliatissimo! Molto comico, è vero ci sono dei luoghi comuni ma il film è da contestualizzare nell’epoca in cui è uscito. E poi gli attori (purtroppo entrambi morti) sono di una verve assolutamente ineguagliabile! E’ un film che fa molto divertire ma fa anche tanto riflettere.

Commenta


Varie

Per entrare in possesso della succulenta eredità di uno zio scozzese, Albin deve sposarsi e avere un figlio. Il furbacchione escogita di tutto. Questo Vizietto 3 è così liso che mostra la trama. La bravura dei due attori è spremuta al massimo. Le situazioni, i dialoghi, gli stessi personaggi sono immersi in un triste, patetico ridicolo. (Morandini)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.