Markova: Comfort Gay

Markova: Comfort Gay
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (1 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Markova: Comfort Gay

Il film è tratto dalla vera biografia di Walter Dempster Jr. in arte Walterina Markova. E’ noto che durante la seconda guerra mondiale, migliaia di donne (dalle 80.000 alle 200.000 in tutta l’Asia) furono costrette dall’esercito giapponese a prostituirsi ai soldati in apposite “case di conforto”. Prima della testimonianza di Markova non si sapeva che anche alcuni uomini avevano avuto un trattamento simile. Il film inizia ai giorni nostri con il vecchio Markova (73 anni) che vive nella allegra casa di riposo “Home for Golden Gays” fondata e gestita da Justo Justo, consigliere comunale gay di Pasay City (Manila). Essendo ancora in forma, Markova insegna danza e portamento alle ragazze che vogliono fare le ballerine in Giappone. Un giorno, avendo visto in televisione un documentario sulle “comfort women”, egli decide che deve rendere pubblica la sua storia, così, con l’aiuto di Justo Justo, contatta la giornalista televisiva Loren Legarda (che nel film interpreta se stessa), promettendole un’intervista con una ex donna di conforto. Quando Lingarda scopre che Markova è la ‘donna’ in questione si arrabbia, ma poi accetta di farsi raccontare tutto… segue sulla scheda (R.M.)

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Commenta


Varie

… segue da sopra (contiene il finale del film)
Il primo flashback ci porta alla fine degli anni ’30, quando Walter non è che un ragazzino, ma è già molto effeminato, si traveste di nascosto cercando di imitare le star del cinema e gioca solo con le ragazzine. Mentre sua mamma lo protegge, il violento fratello maggiore lo riempie continuamente di botte allo scopo di raddrizzarlo. Quando ha circa 15 anni, Walter viene violentato dal migliore amico del fratello. Tempo dopo il fratello muore e Walter si sente finalmente libero di travestirsi alla luce del sole.
Durante la guerra Markova con quattro amici si esibisce come ballerina esotica in un club frequentato da ufficiali giapponesi. Una notte alcuni ufficiali, scambiandoli per donne, li portano in un albergo, ma scoperta la verità, furiosi li picchiano e li fanno rinchiudere in un capannone militare. Da quel momento sono ridotti in schiavitù ed ogni giorno violentati da gruppi di soldati sotto la minaccia delle baionette. Questo fino al giorno in cui riescono a scappare.
In seguito uno di loro, per vendicarsi, di notte seduce e uccide soldati giapponesi, ma viene scoperto, mentre un’altro viene accusato di essere un ladro e torturato pubblicamente.
Con l’arrivo degli americani, arrivano finalmente momenti migliori, Markova torna sulle scene, e flirta con gran successo con i soldati, ottenendo in regalo, tra l’altro, le tanto ambite calze di nailon.
Successivamente Markova abbandona la danza e diventa truccatore.
Nell’ultima parte del film Markova anziano va a fare visita ai suoi due compagni superstiti, entrambi molto malati, uno di aids e l’altro di cuore.
Markova anziano è interpretato da Rodolfo Quizon. detto “Dolphi” , famoso attore comico, mentre i ruoli di Markova ragazzino e adulto sono interpretati dai suoi due figli Jeffrey ed Eric Quizon.
Nella scena finale vediamo tutti e tre i Markova impegnati contemporaneamente in una danza esotica.
(R.M.)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.