Margarita

Margarita
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT LLL
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Varie

Cast

Margarita

Margarita (Nicola Correia-Damude) è una ragazza che sa il fatto suo e sa come divertirsi (non si perde una festa lesbica) ma è anche piena di problemi: non può smettere di amare la sua timida ragazza Jane (Christine Horne), studentessa di diritto, anche se questa ha paura ad impegnarsi seriamente in una relazione; non può impedire al brasiliano Carlos d’amarla, nonostante che continui a ripetergli che lei è lesbica; non riesce a disfarsi dei seccanti impiegati dell’ufficio immigrazione che si stanno interessando al suo caso. Infatti Margarita è un’immigrata messicana che, all’insaputa dei suoi datori di lavoro e della sua fidanzata, vive illegalmente in Canada dove, da sei anni, lavora a tempo pieno come domestica presso un’affermata coppia, Ben e Gail (Patrick McKenna, Claire Lautier), assistendo la figlia adolescente Mali (Maya Ritter) e non solo. Sebbene Gail e Ben siano entrambi medici professionisti, non riescono ad evitare gli effetti della crisi economica in corso, oltre a qualche inavveduto investimento. Analizzando le varie spese del loro bilancio famigliare, si accorgono che il peso maggiore è determinato dallo stipendio che danno a Margarita. Bisognerebbe quindi licenziare la bambinaia, cosa più facile a dirsi che a farsi. Ormai le sono affezionati e la considerano come un membro della loro famiglia. In più le sue avvedutezze da scaltra lesbica gli hanno spesso fatto risparmiare soldi. Senza contare la sua capacità di controllare e frenare la lingua acida e l’ansietà della giovane Mali. A conti fatti risulta chiaro che Margarita non è solo un componente della famiglia, è il motore centrale che tiene insieme e fa funzionare la famiglia. Cosa può quindi accadere quando la perderanno? E cosa potrebbe fare per evitare l’espulsione? Potrebbe sposarsi ma… Secondo film, dopo “Finn’s Girl” della coppia di registe lesbiche Laurie Colbert e Dominique Cardona, già vincitore del premio del pubblico all’Inside Out Festival, il film è un vero gioiellino di equilibrio tra comicità, riflessione e dramma famigliare, con quattro protagonisti che alla fine ci risultano tutti amabili ed umanissimi, e soprattutto un’encomiabile Margarita, assai più che una semplice domestica, che onora alla grande il mondo lesbico. Una storia tutta famigliare, dove la famiglia supera i suoi tradizionali confini parentali, e dove l’omosessualità ed il mondo queer s’integrano perfettamente.

Condividi

Commenta


Varie

Margarita the nanny is muse to all: she’s a whipsmart bookkeeper, can fix everything from a hot tub to a smoothie, and could put Martha Stewart to shame with her effortless domestic engineering. Not to mention she’s sexy as a jaguar, sweet as dulce de leche, and regularly piques everyone’s interest…in more ways than one. She’s everything power couple Gail and Ben and their teenage daughter Mali could ask for in a gorgeous young live-in from Mexico.
But when finances shrink and they can no longer afford her, Margarita’s livelihood and the household stability are suddenly on muy shaky ground. Is this a crisis that Jane the saucy law school girlfriend or Carlos the hot Brazilian handyman can solve? Family, friends, and lovers must come together to keep her in town and the “proposals” start flying. (Frameline)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.