Manay po

Manay po
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (2 voti)
  • Critica
Guarda il trailer

Cast

Manay po

Il film è una divertente commedia e anche una toccante storia sull’amore e la famiglia. Ci mostra la vita della vedova Luz, diventata da poco un’orefice, che sogna di fare grandi cose per alzare il tenore di vita della sua famiglia. La sua vita gira tutta intorno ai suoi tre figli: Oscar (Polo Ravales), Orson (John Prats) e Orwell (Jiro Manio) e al suo convivente Gerry (Christian Vasquez). Con l’aiuto della sua domestica e amica Maritess (Giselle Sanchez), Luz è stata in grado di allevare normalmente i suoi tre figli, nonostante l’assenza del marito. O almeno così lei crede… Oscar è un architetto in carriera presso una grande impresa, fidanzato con Pauleen (Glaiza de Castro) da cinque anni e ormai vicino alle nozze. All’insaputa di Luz e di qualsiasi altro, Oscar è invece un omosessuale velato che porta avanti una relazione segreta con il suo “migliore amico”, l’ingegnere Adrian Pengson (Luis Alandy). Orson, più giovane, è invece apertamente gay e spesso mette in imbarazzo Oscar. E’ un tipo divertente, dolce e impegnato in numerose attività extrascolastiche. Vuole vincere a tutti i costi il premio di Miss gay all’annuale festa universitaria. Ha come amico un bellissimo ragazzo etero, Marky (Mike Tan), del quale è pazzamente innamorato ma che non gradisce per niente le sue scheccate. Il più giovane è Orwell, appena entrato nella scuola superiore, che non si sente ancora gay ma che probabilmente è destinato anch’esso a seguire le orme dei fratelli maggiori. Nonostante le problematiche sessuali la famiglia di Luz sembra una famiglia felice, una casa piena di risate e di vero amore. Un giorno accade che in seguito ad un furto alla gioielleria la serenità di Luz inizia ad andare in frantumi. Cerca in tutti i modi di mantenere segreta la cosa per non turbare i figli. Con l’aiuto di Gerry, Luz fa del suo meglio per fare andare avanti le cose normalmente e tenere unita la famiglia. Alla fine però tutti i segreti famigliari verranno fuori uno ad uno e Luz dovrà confrontarsi con scelte difficili per il futuro di tutti. Pieno di bei ragazzi filippini, questo film segue la scuola melodrammatica degli autori gay di quel paese e sembra avere come obiettivo centrale il messaggio che per essere felici bisogna sempre “essere se stessi”, in qualsiasi situazione vi troviate.

Condividi

Un commento

Commenta


trailer: Manay po

https://youtube.com/watch?v=AkjneWDZH84%26rel%3D1

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.