Longhorns

Longhorns
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Eros
  • Media voti utenti
    • (3 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

Longhorns

Siamo nel 1982 in Texas. Il mondo è dominato ancora da folte capigliature, dalla new-wave synth e da stivali da cowboy come quelli di Kevin (Jacob Newton), un membro della confraternita studentesca che si diverte a trovare modi creativi per solidarizzare coi compagni, magari con filmini porno ‘etero’ e qualche aiuto supplementare. Quando Kevin incontra Cesar (Derek Villanueva), uno studente apertamente gay, il suo cuore inizia a battere in modo del tutto nuovo, dando il via ad una serie di eventi che metteranno in dubbio la sua identità sessuale. In un weekend di baldoria coi suoi giovani compagni, la miscela di birra, video porno e frustrazione sessuale conduce a un multiplo e infuocato sesso che rende molto incerto da che parte della staccionata, alcuni di questi texani, siano seduti… Una frizzante commedia sexy, con una colonna sonora pop (H.P. Mendoza), che ci fa comprendere come in Texas tutto possa essere più ‘eclatante’.

Condividi

Un commento

  1. Nel più omofobico stato US un gruppo di studenti (anno 1982) è più o meno gay o quantomeno bi, ma tutti ostentano un machismo di facciata. Masturbazioni reciproche , blowjobs e così via : ma , God save their souls , niente baci sulla bocca , sarebbe una cosa da froci….
    L’arrivo del gay out of the closet, Cesar ,rivoluziona tutto.
    Poteva essere un film molto divertente ma le solite costrizioni low budget hanno appiattito tutto. Sopratutto nella scelta degli attori : la recitazione è veramente modesta. Nell’insieme una commedia più teatrale che cinematografica con risultati molto molto sottotono. Voto 6.

Commenta


trailer: Longhorns

https://youtube.com/watch?v=2mYUUi0P0eA

Varie

LONGHORNS (2011, USA, David Lewis) travels back to Texas, 1982, where the world is ruled by big hair, synth-pop and cowboy boots. Kevin (Jacob Newton) is a straight, frat-boy who enjoys bonding with his fellow schoolmates; besides, it’s all about helping a buddy out, right? When he encounters Cesar (Derek Villanueva) an openly gay student, Kevin’s heart starts to flutter for the young man, setting off a chain of events where sexual identity comes into question and a weekend fueled by beers, straight porn and sexual frustration will lead to multiple bed-hopping and questions about which side of the fence some of these “longhorns” sit on! The film also stars Dylan Vox (Titanic 2, “The Lair”), Kevin Held, Stephen Matzke (Go Go Reject), Bonnie Marion, Katrina Sherwood and Sophia Revelli.

—————————-

Hitting a much, much lighter note, David Lewis’s low-budget, independent feature Longhorns is a lusty lark set in an ’80s dorm at the University of Texas at Austin. It’s a smiling, smirking look at male bravado that comes out of the world of Friday Night Lights football, where scoring with girls (and bragging about it) is a sign of status. In such a setting, of course, the homosexual Kevin (the likable Jacob Newton) must not only conceal the fact, and deny it to himself, but act even more aggressively macho.
Lewis’s amusing conceit is that every Texas stud we meet is at least bisexual, if not outright gay. (Hmmm. Maybe that’s the source of the underlying tension in Terence Malick’s Texas-set The Tree of Life.) The crux of the matter in Longhorns is that all the guys are hiding the same secret from each other. A kiss serves to throw their self-denial into relief: No matter what you do in bed with another man, you’re not gay unless your lips lock.
Longhorns needs a little more plot to put it squarely in the end zone (don’t we love our double entendres) but its many pleasures include winning performances and original songs by H.P. Mendoza (Colma: The Musical). Avowedly audience-friendly, the movie shamelessly includes gratuitous nudity but, interestingly, the love scenes are suggestive rather than revealing (and much funnier as a result). As is true for all of the local films discussed here, it’s easy to root for the home team. (Michael Fox, www.kqed.org)

—————————-

Birre, manzi … e un paio di finocchi. Gli anni Ottanta sono tornati ruggire di nuovo, in questa commedia un po ‘audace e sexy che coinvolge un gruppo di ragazzi del Texas. Una baracca isolata sulle colline e un sacco di birre, che darà a questi cowboy un esperienza nuova. (Corriere.it)

l film torna indietro nel tempo, esattamente nel Texas, anno 1982, in cui sono di moda i capelli lunghi, la synth-pop e gli stivali da cowboy.
Kevin incontra Cesar, uno studente dichiaratamente gay, a questo punto il cuore di Kevin comincia ad aprirsi per il giovane, scatenando una catena di eventi, in cui l’identità sessuale viene messa in discussione.
Finchè, un week end a base di birra, i due cominceranno a parlare di sesso, della frustrazione sessuale di Kevin, che li farà finire nello stesso letto. (MyMovies.it)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.