Kiss the Bride

Kiss the Bride
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT GGG
  • Media voti utenti
    • (21 voti)
  • Critica

Cast

Kiss the Bride

Matt e Ryan erano grandi amici, anzi più che amici, ai tempi del liceo. Nei successivi dieci anni si sono persi di vista. Così quando Matt riceve un invito al matrimonio di Ryan, rimane assai sorpreso, soprattutto dal fatto che Ryan sposi una donna. Matt decide così di interrompere la sua bella vita metropolitana per ritornare nella sua piccola città, deciso a salvare il suo primo amore dalla “diavolessa” che l’ha convinto a questo passo sbagliato. La vivace fidanzata di Ryan, Alex, prende subito in simpatia l’amico Matt. Sta giocando d’astuzia, è una irresponsabile sciocchina o è assolutamente adorabile? O è forse tutte e tre le cose insieme? Quando Matt cerca di riaccendere la vecchia fiamma, Ryan s’impegna al massimo per spegnere la minima scintilla. Ryan considera quella vecchia storia come un’avventura da liceo, mentre Matt si convince sempre più che questo può essere l’amore della sua vita. Intanto Matt si occupa della “sua nuova migliore amica” Alex, delle due famiglie e dei ricordi della sua città natale che pensava di avere seppellito. All’avvicinarsi del giorno delle nozze (come una meteora che colpirà la terra), vecchi sentimenti riaffiorano insieme a nuove rivelazioni, costringendo i protagonisti a tirare le somme tra passato e presente e a fare scelte che determineranno il resto delle loro vite. Il film è una commedia sexy, divertente, romantica che mette alla prova i confini tra amore, sessualità e identità, sempre in movimento. (Ty Lieberman/C. Jay Cox )

Condividi

11 commenti

  1. J. Cox ci ha dato “Latter Days” il primo film a tematica Gay con un finale come tutti vorremmo
    fossero le ns. storie.In quest’ultima sua opera ha preferito strizzare un occhio al”Mainstream” e giustamente,aggiungo.Forse la presenza della figlia del Tycoon Spelling è stata…decisiva?

  2. Marco Mori

    filmetto divertente, secondo me il regista voleva fare un ragionamento “alto” sul significato del matrimonio, ma deve essergli scivolato qualcosa di mano… eheh. simpatica l’idea di ricordare il “matrimonio del mio migliore amico”…

  3. pinzimonio

    Filmetto leggero e godibile che si dimentica in un quarto d’ora.
    Nulla a che vedere con il precedente film dello stesso regista, Latter days, per me un vero e proprio piccolo culto. Nota di demerito per i due “attori” protagonisti davvero poco credibili, lei invece è un mito.

Commenta


Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.