K-11

K-11
Esprimi il tuo giudizio
Aggiungi ai preferiti
  • Tendenza LGBT QQQ
  • Eros
  • Media voti utenti
    • (0 voti)
  • Critica
Guarda il trailer Varie

Cast

K-11

Il film è un dramma quasi trash che affronta tematiche relative a identità sessuale, razza e politica, all’interno di un particolare ambiente carcerario, la sezione K-11, realmente esistente nella prigione di Los Angeles County Men’s Central Jail. In questa sezione vengono rinchiusi personaggi trans, gay, pedofili e occasionali celebrità che in altre sezioni non sarebbero al sicuro. Il protagonista, Saxx Raymond Jr. (interpretato dall’attore Goran Visnjic, visto anche in ‘Beginners’), è un famoso produttore cinematografico, dedito a numerosi vizi, che viene accusato di omicidio e rinchiuso nella sezione K-11. Saxx si sveglia all’interno del carcere dopo essere stato sedato con un farmaco. Qui in breve tempo rischia di impazzire. L’ambiente è da incubo, un mondo chiuso con regole tutte sue, governato da una diva transessuale di nome Mousey (Kate del Castillo). Poco dopo di lui entrano nella sezione anche una giovane transgender, Butterfly, (Portia Doubleday), un pedofilo (Tommy ‘Tiny’ Lister) e un vice-sceriffo spietato, il tenente Johnson (DB Sweeney). Il personaggio di Butterfly è forse l’anima centrale del film, una trans di soli 18 anni, psicologicamente tormentata, in prigione per aver ucciso il padre, ma lei dice “sono qui per essermi presa cura del mio babbo”. Saxx lotta per contattare il mondo esterno e riconquistare la sua libertà ma ogni tentativo sembra impossibile. Così decide di imparare a sopravvivere in questa nuova struttura ed acquisire il potere per tornare ad avere il controllo della sua vita… Il film, debutto alla regia della tatuatissima Jules Stewart, madre della più famosa Kristen Stewart lanciata da Twilight, ha avuto una realizzazione difficile (per tre volte il progetto è stato sospeso), sia per i contenuti che per difficoltà contingenti. La regista, di professione scrittrice, avrebbe voluto affidare la regia del film a qualcun altro, ma nessuno ha accettato. Nel film vediamo anche il figlio della Stewart, Cameron B. Stewart, nel ruolo secondario di Sledgehammer (martello da taglio), mentre la figlia Kristen appare solo in un cameo come segretaria (ha voluto esserci per ‘amore alla mia famiglia’).

Visualizza contenuti correlati

Condividi

Commenta


trailer: K-11

Varie

Presentato, in prima visione internazionale, nella categoria “Rapporto confidenziale” del 30mo Film Festival di Torino (2012)

Dopo una notte di bagordi, un discografico finisce in carcere. Per di più, nell’ala destinata a gay, trans e pedofili. Da incubo ad occhi aperti a lotta per la sopravvivenza, tra secondini sadici e queen bees in tacchi a spillo e look fetish. Esordio di Jules Stewart (la tatuatissima mamma della Kristen di Twilight), un prison movie che gioca con il trash e se ne frega della correttezza politica. (TFF)

——————-

The film follows Raymond Saxx Jr. (Goran Visnjic), a powerful record producer who wakes from a drug-induced blackout to find himself locked up and classified “K-11.” Plunged into a nightmarish world ruled by a transsexual diva named Mousey (Kate del Castillo), Raymond is truly a fish out of water. Complicating matters are a troubled young transgender named Butterfly (Portia Doubleday), a predatory child molester (Tommy ‘Tiny’ Lister) and the ruthless Sheriff’s Deputy, Lt. Johnson (D.B. Sweeney). Ray’s struggle to contact the outside world and regain his freedom seems impossible, but he must learn to navigate this new power structure if he is ever going survive and be in control of his life again.
The movie sports a tour de force cast that includes Goran Visnjic (Beginners; The Girl with the Dragon Tattoo), Kate del Castillo (La Reina del Sur), Portia Doubleday (Youth in Revolt), D.B. Sweeney (Hard Ball), Jason Mewes (Clerks), Tommy ‘Tiny’ Lister (The Dark Knight), Tara Buck (True Blood; Justified) and Cameron Stewart in his feature film debut.

——————

Script supervisor Jules Stewart’s directorial debut is a brutal, unflinching fictionalized look into the real-life dormitory reserved for gay men and transgender women inside Los Angeles County Men’s Central Jail, formerly known as K-11. Stewart is a seasoned script supervisor who has Hollywood connections that go back three decades — and yes, she’s the mother of Twilight darling Kristen Stewart, and her brother Cameron, both of whom have cameos in K-11, the film. But despite the big names in small roles, the film’s true star is Mexican actress Kate Del Castillo, who plays the ferocious, beautiful, and brutal self-proclaimed queen of the dorm, Mousey. The fast-paced, gripping thriller also features stellar performances from its supporting cast, including ER’s Goran Visnjic as the literal and figurative “straight man,” record producer Raymond Saxx who finds himself in K-11 after a drug-addled bender in Hollywood. Clerks star Jason Mewes is convincing as the man on the inside to D.B. Sweeney’s sniveling, detestable corrupt cop, Sgt. Johnson. The film is vicious and visceral, grabbing viewers from the opening scenes and refusing to let go until the closing credits. Brilliant performances from the ensemble cast make this film a must-see, but the convincing performances also call for a trigger warning for those who have issues watching instances of rape or sexual violence. The scenes aren’t graphic, but they are powerful and affecting. (Advocate)

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.